Il Mondo di Adriano

Sanremo: Ambienti viale Mazzini, dannoso spot Celentano su cambio canale

Roma 7 Febbraio (adnkronos)
Il promo della presenza di Adriano Celentano a Sanremo che riprende la scena di”Fantastico” in cui il ‘Molleggiato’ invitava i telespettatori di Rai 1 a cambiare canale e sintonizzarsi su Canale 5 non va in onda perché in Rai lo ritengono ‘inutilmente autolesionistico’. A quanto apprende l’Adnkronos da ambienti di Viale Mazzini vicini al festival, “si ritiene che lo spot contenga un elemento di danno oggettivo per l’azienda”. Un conto – si fa notare- è fare una provocazione così in diretta durante una performance artistica, e Adriano potrà farlo se vorrà, un altro è metterlo in uno spot che dovrebbe promuovere un evento su Rai 1″.(Nex/ct/Adnkronos) 7 FEB 12

310 Comments

  • Giada

    Adriano non te la prendere, non capiscono quando giochi e ci fai divertire…noi lo capiamo hi hi!
    ma poi il pezzo non l’aveva gi? fatto vedere l’Arena di Giletti ? almeno almeno io l’ho visto due volte…mah, xch? in una trasmissione televisiva s? e negli spot no? io non ci capisco + niente… 🙁

  • Davide

    adriano sei il migliore il numero uno come te non ce nessuno a ragione gianni morandi a dire che sei inestimebile a ragione ai tutto l’appogio dei tuoi fans complimenti continua cosi che aiuterai a svegliare gli italiani e aiuterai la nostra soceta come ai sempre fatto e sempre farai

  • Daniela V.

    GRAZIE ESISTERE ADRIANO !

  • Lucilla

    ADRIANO CELENTANO, ma quanto sei UNICO! IMPREVEDIBILE! Ma io ti amo proprio cos? perch? tu sei TU, SEI SEMPRE UN GRADINO PIU’ SU DEGLI ALLTRI, la tua intelligenza e quel tuo dosarti poco al pubblico, ma sempre con nuove idee geniali ti hanno aiutato nella tua brillante carriera. Sei SUPER-SUPER SPECIALE

    Ti aspetto dal 14 al 18 febbraio per te annuller? tutti gli impegni sar? sempre davanti alla tv dalle 21 di Martedi 14 fino a sabato 18 SOLO PER TE!
    Quante emozioni mi farai provare Grazie di esistere mia gioia e mia felicit

  • Giuseppe

    Sono sempre stato un tuo ammiratore della prima ora ma di queste manfrine non se ne pu? pi?! Anche perch? forse anche tu non ti rendi conto che oggi una parte degli italiani oltre ad aspettare Sanremo per distrarsi (non ? il mio caso perch? lo considero una penosa trasmissione/evento che volutamente non guardo ne faccio guardare in famiglia), ? in piena crisi economica e sentire pettegolezzi o litigate sui compensi (che certamente non si possono considerare propriamente umili) fa pensare alla gente che forse tutti voi vivete fuori dal mondo.
    Sicuramente vivete in un altro mondo e non certo il nostro fatto di fatica, sudore, stress per rimanere agganciati al posto di lavoro, etc…

  • Andrea Bri

    come al solito non capiscono la genialata di Adriano… Adriano ? avanti anni luce…

  • Lucilla

    Io Amo Adriano Celentano alla follia, sar? molto emozionante per me rivederlo dopo tanti anni in tv, per il resto se lo fa sul palco dell?Ariston del festival di Sanremo o in un?altro posto a me poco importa ne dei soldi che prender? ne della beneficenza ne di tutte le polemiche che ho dovuto leggere sui vari blog, forum qutidiano o tv. PER ME CONTA SOLO ADRIANO CELENTANO IN TV.

  • Elia apenta

    Sei Grande Adriano. La Rai, dal mio punto di vista, ? allo sbando. Anche se un tempo era comunque legata alla politica, vedi la Democrazia Cristiana in primis, vi era per lo meno molta ma molta professionalit?, dai conduttori ai registi agli scenografi ecc.., oggi non vi ? rimasto pi? niente in Rai, tranne la politica (che anche questa ? andata allo sfascio). Comunque mi fa molto piacere che vai a San Remo che sicuramente ne guadagner? con un personaggio come te.

    Elia Lapenta da Alba (CN)

  • daniele porro

    Ricordo una scena del film “miracolo nella 34ma strada” dove Babbo Natale consigliava ai bambini di rivolgersi ad altri centri commerciali dove i regali costavano meno: evidentemente i vertici rai non hanno mai visto questo meraviglioso film! Complimenti Adriano, sei semplicemente avanti… Grazie
    dp

  • amalia

    Per me lo spot ? geniale. Sfrutta a pieno il significato di quello che era definito anni fa “effetto boomerang”. Il suo uso, per?, assume, in questo caso, una connotazione positiva dettata dal messaggio, che cambia di segno attraverso la provocazione, e attira a s? il funzionamento del ricordo attraverso l’ironia.
    Celentano dice in quella vecchia sequenza di Fantastico:
    “E io voglio che stasera voi diciate a tutti quanti che amate la verit?” .
    Induce il pubblico a una scelta.
    Lo indirizza su Canale 5. Quanto di pi? effimero e opposto a quella che ? la logica di un servizio pubblico.
    Dichiara che tutto questo pu? essere dimostrato attraverso i dati degli analisti.

    Usa la tv nella tv: sfrutta il mezzo.
    Io da casa osservo. Il protagonista mi ? stato indicato nei primi 14?? . Lo seguo da uno schermo. Celentano a sua volta guarda noi e un monitor, ci invita – addirittura – a cambiare canale con una strategia semplicissima: il passaparola amplificato dalla potenza mediatica; spiegandoci, cos?, implicitamente, la funzione logica che ogni anno porta all’aumento dell’audience di san remo.
    Il passaparola, lo scandalo e caos.
    Infine mostra anche qual ? la programmazione (consueta) mandata in onda dalla concorrenza!
    Non amo San Remo, ma bravissimi. Spero che lo spot abbia lunga vita sui vari social media.

  • carelly

    scusa adriano ha tanto diritto di farsi propaganda como albano che asiste al festival como invitato fisso………. ed adriano a anche molto da dire in un festival internationale di tanto rating ….

  • SALVATORE LADDUCA

    Siamo alle solite, altro che carta bianca……a mio avviso e’ piu’ dannoso avere dei “big” come quest’anno tranne un paio di eccezzioni che uno spot che reputo “fantastico” !!!
    Saluti
    Salvatore

  • elena

    Oggi non esiste la democrazia,quella vera ,in cui ognuno puo’ esprimere veramente quello che pensa.Questo perche’,siamo schiavi di un governo che ci ha tolti la liberta’ di parola.Caro Adriano,io ti stimo da quando ero piccolissima.L’amore per le tue canzoni e il tuo modo di essere me lo ha trasmesso il mio papa’,quando tutte le domeniche,accendeva il suo giradischi ,con le tue canzoni e faceva svegliare tutti.Spero che riprendano in considerazione,il tuo vecchio spot,anche se,ormai tutti gli ok devono essere dati prima da il “divino”.ti saluto e’ ricordati che i GRANDI non muoiono mai.

  • William povia

    permettetemi di esprimere la mia opinione sulle polemiche che riguardano la presenza di Adriano Celentano al festival,penso che sia un complotto messo in piedi e divulgato da chi a paura di ci? che potrebbe dire LA VERIT? ,che fa paura ai politici attuali,io non ho abboccato se neanche tu copia incolla

  • luca

    Mamma mia , quando leggo queste cose non so cosa pensare e mi domando? ma l’intelligenza sta diventando proprio un opzional nell l’uomo, o a gestire ci mettono persone che non capiscono nulla. Forza Adriano vai avanti e insieme a Gianni fateci divertire un po’, sei un grande.

  • giuseppe cappelli

    Buongiorno. Ho letto e sentito con grande Gioia che donera’ Tutto il Suo Guadagno del Festival di Sanremo per le persone in difficolta’, vicine a farla finita con la vita . Io sarei uno di quelli , le Istituzioni mi anno abbandonato.Vivo in una lurida stanza , con topi che circolano passandomi pure addosso: Cosa potrebbe fare per Me?….Vorrei avere Piu dignita’ . Ho 60 anni , nessuno mi vuole oiu a lavorare : vado spesso nei cassonetti per potermi alimentare….Mi basterebbe poco , una misera casa , un pranzo caldo……..Mi puo’ aiutare.!!!!! Giuseppe Cappelli: vivo in Provincia di Pistoia . Toscana….Ho sentito dire che aiutera’ una famiglia di Firenze…Io sono vicino a Firenze…….Tel. 3284879341………..Grazie…..

  • giuseppe cappelli

    Lasciato scritto qualcosa per Adriano Celentato Contattatemi , vi prego……Cappelli Giuseppe….Tel. 3284879341…….

  • giuseppe cappelli

    Lasciato scritto qualcosa per Adriano Celentato Contattatemi , vi prego……Cappelli Giuseppe….Tel. 3284879341…….Non cambiero’ ma canale quando lui verra’ in Rai..

  • Irene

    Caro Adriano , bonne chance au festival de San Remo!! , malheureusement, je ne peux pas voir le festival vivre…Peu m’importe le festival. La seule chose importante pour moi c’est toi , mon cher Adriano. Chaque fois que je te vois je m’excite ?? Pour moi, tu es un artiste merveilleux, unique,mon artiste pr?f?r?, j’aime tes chansons, et tes films, en particulier Yuppi Du, …… Un jour, je vais vous voir en personne? c’est mon r?ve! Beaucoup de baisers pour toi, mon amour, d’une femme qui t’aime.

  • Giuseppe Cavallo

    Bellisima trovata ……. complimenti.

  • vincenzo

    ci sono troppi interessi,hanno tutti qual cosa da tutelare per i propri interessi,la publicit? dovrebbe sparire in tutti i programmi,sono loro che con i loro soldi riescono a distruggere tutto,sport,programmi televisivi e quant’altro
    Tornare come una volta con il CAROSELLO

  • Laura

    Adriano? Dami retta. Straccia il contratto e mandali tutti a quel paese.
    Chi si comporta cos? non merita nulla.

  • leva pasquale

    RICHIESTA DI AIUTO ad ADRIANO CELENTANO

    Caro ADRIANO ho saputo della tua nobile iniziativa di beneficenza e mi rivolgo a te con tanta umilta e speranza io sono stato sempre un tuo fans da quando ragazzo indossai i pantaloni a due colore tipici del clan ora sono una persona anziana e ancora mi delizio a sentirti .
    Voglio farti una supplica io ho 4 figlie 2 di esse riescono con sacrifici a sopravvivere con le loro famiglie ma purtroppo le altre 2 sono in condizioni drammatiche si chiamano rosaria e immacolata.
    ROSARIA ? vedova da circa un anno il fu marito e morto di infarto ed ? rimasta sola con tre figlioletti di 9 ,6 e 5 anni vive in BUDRIO (BO) lavora come infermiera e dallo stipendio che percepisce deve pagare oltre 900 euro fra mutuo e prestito. Non riesce a sopravvivere non pu? pagare le spese di scuola mensa, pulmino , vestiti e altro per i bambini. Ma devi sapere disgraziatamente la vecchia casa in cui vive gli st? crollando addosso perch? a causa di un cedimento del suolo sottostante si sono aperte numerose e pericolose crepe nei muri si dovrebbero fare dei lavori di consilodamento con iniezioni di resina o micropali non conosco il termine esatto ma comunque si tratta di una spesa che lei non potr? mai sostenere nessuno la pu? aiutare anzi c’? il pericolo che se lo viene a sapere il comune la sfratta e gli togliono i figli e noi preferiamo morire che sapere una cosa del genere ti invio delle foto delle crepe l’indirizzo ? leva rosaria via dugliolo 135 40054 budrio (bo).

    IMMACOLATA anche lei vive in una situazione drammatica ha tre figli di 10,8 e 2 anni lei non riesce ha trovare lavoro neppure partaime il marito lavora al mercato ortofruttifero di bologna ma vivono a COPPARO (ferrara) quindi deve percorrere circa 150 chilomtri al giono per andare al lavoro e di notte guadagna circa 1300 euro al mese con cui deve pagare il mutuo e finanziarie ed inoltre devono pagare cica 10000 euro di multe all’angenzia delle entrate perche non hanno portato la residenza nella prima ed unica casa nei termini dei 18 mesi ( cosa che non hanno potuto fare perch? la casa era un rudere e la stavano ristrutturano ed il comune per la licenza a impiegato pi? di un anno a nulla sono valsi i ricorsi sai lo stato e forte con i deboli )Sono disperati i lavori della casa non sono ultimati e questo e niente con questo gelo e neve devi sapere che non hanno il riscaldamento perch? e rotta la caldaia hanno l’auto guasta e impovvisamente si fermer? e non potra andare al lavoro non hanno la possibbilita di pagare la mensa e il pulmino alla scuola non hanno di che pagare il gas la luce e altro devi sapere che io e le altre mie figlie facciamo il possibile la settimana scorsa gli abbiamo comprato il latte per i bambini e qualche provvista perche soffrivano veramente la fame . Mia figlia e andata dall’assistenza sociale del comune a chiedere aiuto ma gli hanno detto che non avevano fondi e consigliato di non lamentarsi troppo perch? potrebbero toglierci i figli .I bambini vanno a scuola grazie all’aiuto di qualche mamma che li accompagnano perche abitano in posto quasi isolato.Caro ADRIANO mia figlia l’altro ieri aveva le scarpe rotte e per camminare si e messo delle scarpe vecchie di mia moglie i bambini hanno ai piedi delle scarpette da ginnastica e con quelle camminano nella neve ti dico questo non per annoiarti ma per spiegarti a parole mie la tragedia di queste due mamme .IO spero di morire presto perch? non sopporto pi? di vederle soffrire ti prego se puoi aiutale che la MADONNA DI POMPEI ti illumini . L’indirizzo e leva imma via camatte 39 44034 copparo (ferrara)
    Spero tanto che tu possa inviare qualcuno di tua fiducia a verificare la realt? che credimi e molto piu triste di quella che ti ho raccontato.
    Ti chiedo scusa per la perdita di tempo che ti ho causato e scusami per il modo confuso di esprimermi ma sono emotivamente teso, mi auguro che accogli la mia supplica comunque sei grande sempre.
    Ferrara 0822012 con gratidudine
    leva pasquale cell 3297907351

  • leva pasquale

    aiuto

  • Mirco

    Scommetto che quest’anno a Sanremo succeder? qcsa di grosso,percepisco nell’aria che hai in mente di stupire come nn mai tutti gli italiani;ci riuscirai di sicuro!Chissa’ magari canterai sul palco dell’Ariston acqua e sale con Mina?!Forse chiedo troppo…Senti Adriano almeno una sera presentati con il cappello e le maniche lunghe sotto una t-shirt con il crocifisso in bella vista ?!!Fallo x noi dai!!

  • Mirco

    La Rai proprio nn capisce le tue mosse…lo spot dannoso,x l’azienda..Incredibile!!

  • Cesario

    E’ dannoso ogni tipo d’ ispirazione e intuito alla macrobestia che comanda il mondo con omicidio e menzogna, la seconda a causa dei mass-media.
    Carissimo Adriano io sono con te, con Vecchioni e i pochi altri… che tanto vi conoscete fra voi. Ho solo da dirti grazie per aver fatto respirare un po di umanita’ attraverso gli schermi, “soprattutto in questi ultimi tempi” tempi n cui non riflette nemmeno la luce la tv, figuriamoci diffonderla. Ti lascio qui in pubblico, alla luce del sole, poich? sono ancora un misero 28enne e ci credo a questa luce, prima una lettera che ho mandato invano a ogni testata giornalistica o sito, (forse cos? tanto per stuzzicarli, sapevo della mancata risposta) e una mia poesia, per arrivare alla tua attenzione in quanto vorrei cantare anche io con la mia poesia qualcosa di pericoloso (per la mia incolumit?)… penso a Carmelo Bene, morto, e se lo dice la sorella… per mano altrui, penso a tanti, troppi… e io ho pubblicato in tutta Italia il mio libro, ho avuto ottime recensioni su giornali regionali, una eccezionale anche dal Brasile, ma non si sale qui, nemmeno se “appari alla Madonna” ormai… ti chiedo umilmente cinque minuti, in nome almeno dell’orgoglio muto dell’arte ingiuriata quasi quanto il Signore. Ecco, sotto ci sono una mia poesia, e la lettera spedita alle testate d’Italia (ossia agli psicofarmaci d’Italia) un abbraccio sincero, Cesario Milo.

    La fine del mondo

    Oh cimitero d’inverno, gioia sinistra dei bambini rossi dal bianco freddo,
    monumento all’oblio, in te oasi di segretissima cultura, nel tuo immutabile
    silenzio,
    cantano fra loro le immagini delle anime che non possono
    pi? essere, con nessun sentimento, provocate.

    Cesario Milo

    LETTERA

    Salve, mi chiamo Cesario Milo, ho 28 anni, sono un poeta, ho pubblicato un libro dal titolo “In cosa mai siamo mortali?” (niente di biblico, un tentativo di appuntare gli eventi magnifici di una vita per chiedersi se nella loro specificit? ci possono dimostrare come dice una poetessa polacca premio nobel: che la vita ha almeno un momento d’immortalit?). In pi? insegno poesia al CIM di Brindisi, per la riabilitazione dei malati mentali. Vi scrivo perch? ho avuto l’idea, leggendo spessissimo il vostro sito, di un approccio anche filosofico-poetico per il lettore, sempre sulle basi dei testi e della dimostrabilit?, poich? il maggiore attacco di questi “uomini d’oro” avviene sulla mente che la chimica non riesce ad uccidere, della gente. Hanno stravolto i testi poetici e filosofici come dei porci, e la gente non avendo tempo se non per lavorare in “schiavit?” ha preso per vero ad esempio che il male e il bene sono le due met? del mondo, o che il male, ossia ci? che ogni religione o morale allontana sia condiviso dal male, senza dire che il male nell’ambito umano, cosa ? se non un omicidio, un divoratore, ma mille altre idee potrei dire documentandole, ? assurdo ci?. E per citare qualcuno che potrebbe affrontare un tema cos? alto, dico che Alda Merini scrisse:”La verit? ? sempre quella, la cattiveria degli uomini che ti abbassa e ti costruisce un santuario di odio dietro la porta socchiusa. Ma l’amore della povera gente brilla pi? di una qualsiasi filosofia. Un povero ti d? tutto e non ti rinfaccia mai la tua vigliaccheria.”, e tutti i poeti che hanno una sedia come leggenda ne danno mille altre visioni magnifiche. Questo ? solo un esempio ma sarebbe fantasmagorico dimostrare con i fatti le baggiate dei sommi televisivi, almeno come temi di discussione, almeno per dimostrare con il passato che il gioco del male ? una vergogna che si ripete sempre allo stesso modo: uccidendo la verit?. In questi tempi armati contro la verit?, armati contro la vera scienza, armati contro il punto del discorso cosmico direi, tempi in cui quasi ogni uomo in divisa ? nella migliore delle ipotesi un pulcino bagnato, in cui non sono pi? i soldi la meta, poich? i “soliti” padroni del mondo hanno oro e qualunque altro bene materiale, in questi tempi la meta originale ritorna: la morte, l’omicidio, il potere sulla gente comune che da sempre con la loro innocenza ridicolizza ogni tentativo dei mezzi-uomini di farsi chiamare “Dei”, daltronde come potrebbero mai questi “rettili” vincere anche una partita ping pong contro un uomo normale vista la loro codardia e mancanza di ogni virt? dimostrata su ogni libro di storia che si rispetti da tempi biblici. Ecco in questi tempi in cui il mondo ? stato lascianto in pasto a falsi sapienti le cui teorie studiate in millenni di omicidi vengono cancellate in un lampo anche da un ragazzino vivace, indipendente: scienziati, artisti, uomini di diritto l’hanno lasciata a causa di questo regime della paura di decantare la verit? intesa nel senso pi? basso del termine, come la verit? che conoscono gli animali, anche su cosa fa male ed ? commestibile e cosa no, in cui i fiumi muoiono, i mari sono tra i pochi a ricordare del sentimento dell’orgoglio, e non voglio parlare di sentimenti pi? elevati, tempi in cui si mette in ridicolo la vergogna ed ogni buon sentimento con immolazioni della logica, o che rendono il popolo complice di morte con il “trucchetto” del colosseo, guardando i leoni che sbranano di tutto, e dico meno male che i leoni almeno loro sono coerenti. Dico, in questi tempi in cui la coerenza ? montata a tavolino e non segnata da un destino analizzato al passato, in questi tempi in cui i popoli sono domati come leoni con droghe volatili, studio del carbonio, macchine mediche usate al contrario imperdonabilmente, fino ad arrivare alle malattie mentali dei pi? piccoli, che ? abominevole e mai sentito prima nella storia, ecco detto ci? io credo profondamente che il motivo sia semplicemente soprattutto per i pi? giovani l’assenza di un genitore che sappia almeno rispondere a qualcuna delle mille domande che l’adolescenza si pone studiando seraficamente la realt? che lo circonda, sono come cani allo sbaraglio sulle autostrade, proprio i giovani che hanno il livello pi? alto di attenzione e quindi di studio critico della vita, stanno perdendo i doni della giovinezza, ma un genitroe esiste per ci? ed ? la Vera Cultura, mentre il mondo non si permette pi? una vita da comune mortale, lo obbligano alla bestialit? per sopravvivere, (argomenti trattati fra i tanti anche da William Blake, Jim Morrison ecc) lasciati in pasto ad una coscienza malvagia che non esiste nel popolo altrimenti se fossimo tutti uguali ai vari Barabba, Hitler e Putin il mondo sarebbe un ricordo, (infatti o popolo o cosa?) ma che ? solo un gioco psicologico che vuole abbattere le colonne che gli uomini saggi scoprirono sostenere l’uomo ma anche gli animali come ad esempio la salute mentale, la salute fisica e soprattutto nei pi? piccoli, e vi assicuro lavorandoci sempre con dei ragazzi con problemi mentali, le cause maggiori del loro stato sono l’essere testimoni di disastri morali che le masse recepiscono in maniera pi? anestetizzata osservando il mondo televisivo, del potere, e della scienza odierna, (perch? c’? anche chi comprende la tortura elettromagnetica o altre, siamo ancora dotati di intelletto) basterebbe riprenderci la scienza per togliere ogni potere a questi “illuminati” il resto lo farebbero le nostre spalle larghe. Insomma ho scritto ci? per presentarmi, avrei da scrivere per decenni per questo ho scelto la poesia alla prosa, vorrei proporvi con i dovuti passaggi uno spazio, filosofico-poetico sul vostro sito sotto la vostra supervisione ovviamente per non arrecare danni ai rarissimi siti di denucia forte in Italia.
    Con affetto sincero Cesario Milo

  • rossella

    che dire? partendo dal presupposto che io ti darei di tutto e di pi?…sei un mito come cantante ma soprattutto come UOMO adesso hanno paura di uno spot autolesionistico per la rai…se non ci fossi tu io il festival nemmeno lo guarderei…mi piace la tua intelligenza sopra la media mi piace la tua ironia….mi piace il tuo sguardo….mi piacciono i tuoi stivali beige….mi piace il fatto che scegli bordighera come luogo di vacanza piuttosto che montecarlo…mi piace che preghi e che credi in Dio..questo mi aiuta a credere che forse abbiamo ancora una speranza….spero infine tu decida di fare qualche concerto cos? da permettermi di regalarmi una volta nella vita la soddisfazione di dire io c’ero. Un grande abbraccio.

  • Lucilla

    Adriano Celentano, ho creato una pagina su facebook a te “Quelli che amano Adriano Celentano”, mi rendo conto del fatto che ce ne sono gi?, mi rendo conto che ce ne sono gi? tante di pagine simili a qella che ho creato io, rendere che la mia diventi pi? bella e interessante ci st? lavorando molto perch? voglio che sia speciale come lo sei TU MIO ADORATO ADRIANO.

    ciao da Lucilla

  • Andrea

    ora come allora… GENIALE… Adriano ? avanti anni luce…

  • leo

    ricordo bene quel fantastico. fu una cosa straordinaria solo lui poteva inventare una cosa simile. e il migliore

  • Magro Calogero

    Io non so dove approcciare Cementato questa e una piccola via che ho trovato spero leggi questo messaggio
    Carissimo?MOLLEGGIATO?
    Ti fa solo onore questa iniziativa per San Remo devolvere tutto in beneficenza, quella beneficenza vera senza veli. Io mi voglio solo complimentare, ma nello stesso tempo avrei dei piccoli suggerimenti. Mi chiedo come mai concentrare tutto su pochi comuni e non spalmare sia sul territorio magari dando meno ma a tanti, il mio esempio e come la lotteria rimane inutile darei miliardi al primo e non dare cinquecento mille premi pi? piccoli in maniera che un po? di ossigeno arriva a tutti . Approposito senza nessuna pretesa voglio segnalarti che a Delia in Provincia di Caltanissetta esiste un Centro diurno del nome ? ELPIPA ? si occupa di disabili e in un anno di esperienza sia nei ragazzi che nelle famiglie si sono raggiunti risultati ottimi, non sto qui ad elencare le iniziative e quant?altro voglio solo dire che questo progetto ? stato finanziato dalla regione assieme al comune, ma dopo un anno tutto si ferma per le solite ragioni dei vari governi non ci sono soldi, ma il centro va ancora avanti prendendo iniziative diverse , per questo mi permetto di dire che se si pu? rientrare in una piccola parte di solidariet? la molleggiato te ne sarei grato, approposito porto solo qualche piccolo particolare basta solo contattare il comune di Delia Provincia Caltanissetta nella persona di Nicola Milano quale assessore al ramo , questo e tutto una piccola storia ma se si realizza con il cuore un grande gesto Anonimo

  • PEPPE PICCICA

    sarebbe bello ricordare MARCO PANTANI il 14 febbraio a SANREMO. ciao

  • Roberto alabiso

    Ciao ho sentito e ho seguito la vicenda della donazione che vuole fare il mio mito il grande Adriano,qualcuno di questi signori non vuole capire che c’e della povera gente che non riesce piu ad andare avanti,sei stato,sei e sarai un grande sempre.
    Adriano se leggi questo commento vorrei scriverti un email come posso fare,puoi darmi questa piccolissima opportunit? grazie

  • cogo andrea

    CHIEDIAMO UFFICIALMENTE A GIANNI MORANDI E CELENTANO DI POTER CHIAMARE SUL PALCO DI SANREMO ( PER 5 MINUTI) BEPPE GRILLO PER ANNUNCIARE L’ AVVIO DI UN PROGETTO NORD AFRICANO DI SVILUPPO . CON IL 5% DEI SOLDI INGAGGIO DI ADRIANO CELENTANO + 5% DEI CONTRIBUTI PUBBLICI DEL MOVIMENTO 5 STELLE . maitruffe@hotmail.it 347 3076527 // MOVIMENTO 10 STELLE facebook http://www.facebook.com/events/268224236580878/

  • Lucilla

    Adriano Celentano tu sei UNICO! TU sei il pi? GRANDE artista che c’?. ma non sei solo il n?1 come artista, ma anche come UOMO! IO AMO TUTTO DI TE
    Sei un essere MERAVIGLIOSO! Io non riesco a trovare uno che sia pi? GRANDE di TE! TU sei IMMENSO perch? hai sempre portato avanti i tuoi ideali, le cose in qui credi perch? ci hai messo sempre la faccia e non ? facile in questo mondo ipocrita. Tu dai voce a chi non ce l’ha agli animali, alla natura, agli indifesi
    Mi ricordo quando nei tuoi programmi mostravi quelle immagini raccapriccianti di animali maltrattati o immagini di devastazione a causa delle guerre e la gente diceva che eri troppo catastrofista che quelle immagini non si potevano mostrare in tv.
    Ma tu hai solo cercato sempre di aprire gli occhi alla gente, hai voluto far vedere che il mondo non ? fatto solo di case accoglienti con salotti comodi e riscaldati, ma hai voluto far riflettere la gente che esistono realt? terribili dove ci sono persone che non hanno neanche una capanna dove vivere o l’acqua potabile.

    Ci sarebbero tantissime cosa da dire su di te mio adorato Celentano, ma questo commento diventerebbe troppo lungo.

    Come sempre ti dico GRAZIE DI ESISTERE! GRAZIE DI TUTTO
    TI VOGLIO TANTISSIMO BENE
    La tua superfan Lucilla

  • Reginaldo Falconi

    Adriano, ? inutile che Ti nascodi dietro un dito… Sei il pi? Grande!… Ciao, R.

  • Andrea Dario DAmioli Sosia di Adriano Celentano

    Adriano sei Forte!!!….Dario sosia di Celentano

  • Andrea Dario Damioli Sosia di Adriano Celentano

    Adriano ti voglio bene!!!!….Dario sosia di A.Celentano

  • IO

    MA AL FESTIVAL MANDATE IL PRONIPOTE DI ADRIANO? NON VORRETE MANDARCI UN COETANEO DI GARIBALDI SPERO!!!!

  • paolo

    Caro, Adriano,
    ti scrivo relativamente al fatto che come i media hanno riportato, donerai il compenso delle serate del festival di Sanremo.
    io sono l’organizzatore di una manifestazione a favore della donazione organi e cellulle Italiana , e all’interno di questa iniziativa chiedo di contribuire ad un secondo progetto denominato Chirurgia Pediatrica di BRESCIA , si tratta di racogliere fondi per allestire una sala chirurgica multimediale e il costo ? di 380 mila euro ,160 mila gi? sono arrivati grazie a donazione, ma mancano i rimanenti per definire il progetto, te la sentiresti di aiutarci? per info sono ha disposizione grazie.

  • Beppe Zani

    Di solito non parlo con le persone importanti, ma arrivato ad un certo punto della mia vita mi sono trovato di fronte ad un grosso problema. Non solo il solo.
    Se vorrai puoi leggere e/o capire guardando il blog. Se no fa niente. Io continuer? a seguire la tua saggia semplicit?. il tuo modo efficace di comunicare.
    Con stima.
    Beppe Zani 3384342534 -3771251000
    Via G. Di Vittorio, 3
    25040 Corte Franca – BS

  • Franco

    Credo che in Rai si facciano scelte in base a canoni di bilancio… Se chi influenza tali decisioni sia competente o meno personalmente non so (da telespettatore la mia realt? ? distante anni luce). Quello che sento ? che la poesia, la spontaneit?, il carisma prevalichino su ogni cosa. E a quando i mass-media attaccano, “perch? loro sovente attaccano” (almeno quei mass media che le notizie le diffondono seguendo freddi ma profiqui “canoni di bilancio”) basterebbe rispondrgli con la noncuranza dei fanciulli.

    con simpatia

    Franco

  • carlo

    Con la generosa offerta dei soldi della Rai dati in beneficenza sicuramente avrai fatto felice qualche centinaio di persone per? farai ancora pi? felice svariati milioni di telespettatori se non apparirai pi? in TV per i prossimi 30 anni. Sicuramente sar? censurato sto post.

  • Francesco

    C’? un’indirizzo e-mail in cui posso scrivere a Celentano o qualcuno dello staff…per una richiesta particolare…ho inserito la mia mail quindi vi chiedo solo un’atto di bont?…se potete contattarmi…GRAZIE

  • anna

    Stasera riprendete anche l’orchestra e i cantanti che da oltre un mese lavorano 8/10 ore al giorno per il tuo show..sarebbe deludente e poco carino non gratificare chi si fa il culo per te..una tua ammiratrice..

  • Mauro

    Buongiorno Adriano,

    vorrei parlarti in libert? un’attimo. Sicuramente molti lo faranno e sono nelle mie condizioni ma visto che tu sei e sarai visto da milioni di persone forse potrai portare in evidenza i problemi quotidiani.
    Ho 49 anni, sono separato, devo dare 1700 euro al mese a mia moglie e 2 figli, pago 500 euro di affitto al mese. 2 giorni fa ho saputo che fra 1 mese e mezzo sar? senza stipendio. Devo lavorare almeno fino ai 67anni, ma probabilmente oltre, ma alla mia et? sono considerato vecchio e opportunit? di lavoro non ce ne sono anche se ho una grande esperienza nel mio campo…..D’altra parte ho una persona al governo che si permette di dire che il posto fisso ? noioso…… Mi vuoi ospitare? Magari ne parliamo a questo signore? …. sono disperato…. hai mai visto un uomo piangere? cosa do da mangiare ai miei figli? grazie per la tua risposta

  • aurora

    vorrei chiedere a celentano perche non ha messo nell’elenco la regione calabria nella sua beneficenza, io ho 4 gemelle ,casa in affitto e marito in cassa integrazione a periodi -grazie

  • Francesco

    Oggi ho assistito ad uno spettacolo ridicolo: sig. Celentano Lei pensa di essere il padre eterno solo perch? qualcuno lo paga inutilmente per sentirlo.
    Ma chi si sente, Le ricordo che i soldi e la fama non fanno un grande uomo.
    Le consiglio di leggere attentamente il vangelo prima di predicare sciocchezze.

  • Davide

    Sei un coglione celentano! Sto guardando sanremo e mi viene voglia di mandarti a fare in culo! Stai facendo discorsi senza senso sperperando risorse dei contribuenti! Non sei nemmeno simpatico. Limitati a cantare per favore

  • antonio sini

    heil? signor celentano,

    ma hai anche rinunciato a tutti i diritti che derivano dalla tua apparizione televisiva?

    se si sei un gran signore
    altrimenti sei come tutti gli altri

    solo un piccolo che ha avuto il bisogno dell’ intervento
    di una Gigante della canzone per essere , forse, quello
    che non sei mai stato.
    Un cantante e un pensatore.

    non incanti nessuno e non canti.
    grazie
    antonio dalla Sardegna
    Terra di sostanza e non di parole.

  • Giuseppe Fumagalli

    Come azionista Rai (pagando il canone) protesto per la penosa presenza del sig. Celentano a Sanremo: io sarei stato per la cacciata a pedate, in diretta!!!

  • Don Tommaso Beltramelli

    Caro Adriano. Sono un prete che parla del paradiso. Non solo ne parlo.. Ma lo sento dentro di me in modo molto forte. ? l’unico motivo per cui vivo. Il paradiso e il destino eterno di ogni anima certamente, e volutamente forse, non son spiegati a dovere.. Si ? persa tanta speranza. Apprezzo di te il fatto che hai portato questa parola che troppo poco si sente nei mass media, in un palco come l’Ariston..
    Ma mentre parlavi mi sono chiesto: ” Ma questo qui che preti conosce??” Poi mi sono reso conto che io non mi ricordo pi? di certi viscidi e poveri preti non credenti solo perch? volutamente ho messo distanza tra me e loro…privi di Gioia e Stupore di fronte a Ges? Cristo! Noiosi e ingessati.
    Guarda Adriano… Sono un prete di 34 anni.. E per me Dio ? meraviglioso…
    Ti chiedo solo una cosa… Quando parli dei preti… Ricorda solo almeno di dire che non tutti sono spenti. Ma ce ne sono tanti… Tantissimi che sono meravigliosamente accesi di Gioia e di Paradiso! Ce ne sono tanti! Che parlano del Paradiso! Se vuoi te li presento! Fai un giretto dalle mie parti!
    Ah.. Un’ultima cosa…fammi un piacere…cos? forse riusciamo a collaborare un po’ e in modo pi? fantasioso ancora… Invita la gente ad andare a messa lo stesso anche se si trovano di fronte a preti sfigati… Perch? altrimenti il mondo perder? il senso del Mistero che c’? nella messa… ? un mistero grande. ? li che il Paradiso tocca la terra… Ges? ha scelto anche me…anche se confronto a lui sono uno sfigato, per arrivare quaggi?.
    Prova a farlo…sono sicuro che lo farai… Da qui partir? ogni giustizia.
    Con affetto…
    Don Tommaso Beltramelli

  • franca

    Adriano, io e mio marito (premetto che siamo una coppia di quarantenni) ti stiamo guardando al festival e ci chiedevamo perch? non fai un concerto….magari con tappa unica e trasmesso poi in TV…Tutta l’Italia ti guarderebbe!

  • antonella

    Adriano sei GRANDEEEEEEE, il mio mito dal 1971 (avevo solo 9 anni).
    Sanremo 1971 e “Sotto le lenzuola”
    da quel momento solo tu il RE della canzone italiana.
    Antonella

  • Giovanni

    Carissimo Adriano,
    sono le ore 23.10 del 14 feb. 2012 , Ti sto ascoltando e vedendo in TV.
    Prego il Signore Ges? che ti infonda il Suo Spirito per continuare a proclamare la sua esistenza. E’ ora che la gente rifletta sul fatto che pi? della carne vale lo spirito che ci anima. Uno spirito che ? eterno.
    Grazie
    Giovanni

  • Fratello Paul Emile Okoka

    Caro Adriano Celentano
    E Fratello in Cristo;

    Shalom!

    Vorrei conoscerTi per rilanciare un dialogo sincero ed costruttivo in vista di porre fine alle tragedie ed miserie del mio popolo africano(Gioele 2:18-32)

    L’Africa ? oggetto di sfruttamento-dominio dalle grande potenze occidentali, ogni giorno che passa vogliono pi? petrolio, pi? dell’oro, pi? diamanti e rame, pi? manganese, cobalto, e altro ancora platino e poich? il tesoro sembra inesauribile, come la rabbia di essere in possesso della ricchezza in Africa aumenta ogni giorno pi? avvincente, gli occidentali hanno deciso ormai di possedere definitivamente la terra africana!

    Per raggiungere questo obiettivo, debbono prima svuotare l’Africa della sua gente, specialmente a sud sahara attraverso il controllo della regione chiave che presto decider? il futuro del continente africano e forse anche il futuro del mondo.

    Questa regione chiave, altamente strategica, politicamente, economicamente e spiritualmente, ? il bacino del Congo a dire pi? chiaramente la regione occupata dai seguenti paesi: Congo – Kinshasa (ex Congo belga), il Congo (Angola portoghese ex-Congo), il Congo – Brazzaville, Congo-Gabon (ex Congo francese) come si riferiva il geniale visionario scrittore Frantz Fanon che ha scritto: “l’Africa ha la forma di un revolver laquale il grilletto ? in Congo RD in cui ? in corso un genocidio pianificato che ha costato sette milioni di morti fino oggi per lo sfrutamento del coltan”, il futuro del continente africano, secondo le parole del regista belga Thierry Michel ? giocato in tempo nel bacino del Congo RD.

    L’Africa in effetti, la culla dell’umanit?, la fonte della conoscenza scientifica e della tecnologia, patria dei faraoni, un luogo di esilio di Mos? e di Ges? Cristo, la terra delle Piramidi, il luogo d’incontro per eccellenza per le grandi religioni mondiali, la Terra dei veggenti, dei profeti e messaggeri del Divino Grande, Africa una terra dove il primo uomo ? stato creato a immagine e somiglianza di Dio, l’Africa ? oggi il teatro di guerre assurde e conflitti fra nazioni e popoli che tutto univa : tradizioni, cultura, senso del dialogo, il rispetto della sacralit? della persona umana, una credenza in un Essere supremo destino…
    Non voglio che sia nell’ignoranza riguardo l’imperialismo politico, economico, religioso culturale esercitato nei confronti dei neri cinque secoli fa fino ad oggi attraverso quello di risveglio panafricano in questi ultimi giorni, ? la causa principale di sottosviluppo spirituale, mentale, politico, sociale e economico del continente nero dell’Africa.

    Ci? dimostra la Bibbia, abinata dalla storia come disciplina scientifica, i neri sono i costruttori e pionieri della civilt? del mondo, a partire da Nimrod che ha costruito le prime citt? dell’umanit?, la stessa argomentazione ? stata sostenuta anche da alcuni dei nostri studiosi e dei profeti africani come il professore storico Cheick Anta Diop (Senegal), lo scrittore Jean Philippe Omotunde (Guadalupa), il profeta Simon Papa Kimbangu del Congo RD(1887-1921) ecc…

    Gli occidentali hanno solo recuperato la situazione mediante il cristianesimo organizzato, distorcendo la verit? per accusarci di fatalismo, e allo stesso tempo giustificare il loro sfruttamento-dominio dell’Africa, per il popolo nero deve riconnettersi con le proprie radici attraverso la padronanza della storia, un popolo senza passato o storia non ha futuro, dobbiamo recuperare il nostro valore etico e morale di Dio (? l’unico modo vero di vita che incontriamo solo in Ges? Cristo): un popolo senza etica e morale di Dio ? un popolo che ha venduto la sua anima e destinato a scomparire.

    Satana, il dio di questo mondo o l’anti-Cristo attraverso il cristianesimo organizzato ha accecato i pensieri dell’uomo nero cinque secoli fa ed fino d’oggi mediante quello di risveglio panafricano in modo che non brilla per vangelo della gloria di Cristo per il Restauro e la liberazione del popolo nero che ? l’imagine di Dio dalla schiavit? del cristianesimo organizzato che ? la causa del suo sottosviluppo.

    Le persone di colore hanno sempre ignorato e ignorano fino ad oggi che i suoi antenati, nelle condizioni materiali della valle del Nilo in egitto del faraone, sono i leader pi? vecchi spirituale di Dio e dell’umanit? nel senso di civilt?, che sono loro che hanno creato l’arte, la religione del monoteismo, della letteratura, i primi sistemi filosofici, la scrittura, le scienze: fisica, matematica, meccanica, astronomia, calendario, medicina, architettura, agricoltura, ecc. in un momento in cui il resto della Terra: Asia, Europa: Grecia, Roma … era immerso nella barbarie.

    Gli ebrei si considerano particolarmente benedetti da Dio, essi lo vivono, i bianchi del mito della razza ariana pensano di essere una razza superiore, essi lo sono; i giapponesi pensano di essere super-intelligenti, e lo sono, i cinesi credono di poter fare tutto e lo possono ; i neri pensano di essere inferiori agli altri e lo sono fino d’oggi.

    Tra gli popoli questa dinamica si basa su credenze religiose come gli ebrei dagli miti di atlantatide o una storia gloriosa come la psicologia cinese e giapponese alla base di questo pensiero positivo e ha permesso loro quando erano la schiena al muro di svegliarsi e ricostruire come la Cina come di Mao, il Giappone dopo la Seconda Guerra Mondiale.
    Oggi anche noi siamo chiamati ad unirci, ridefinire la nostra identit?, per dare ai nostri cittadini le ragioni nonostante la realt? di credere in Dio, credete in te stesso ? per me la base di ogni cambiamento duraturo.

    Ma come? Chi sar?? “Il cambiamento non ? mai stato il caso per la maggiore parte, anche Cristo non ha funzionato con la folla per cambiare il mondo.

    Il Dio onnipotente, creatore di tutte le cose solo in presenza di noi che cammina, colma il suo popolo attraverso il mondo delle sue benedizioni surabondate nel nome maestosa di Ges? Cristo, Salvatore e Redentore dell’umanit? Mondo.

    Fraternamente in Cristo Ges?,

    Fratello Paul Emile Okoka(Del Congo RD)

    Ministero profetico evangelizzazione mondiale
    Proclamazione del pieno evangelo degli ultimi giorni
    Via Marconi,21
    25020San Paolo(Brescia)
    ITALIA/TEL: 030-9979319 & 339-1792321
    http://www.penielcitymission.com

  • Mariano

    Adriano ? il nostro Re,Re di noi ignoranti,ignora che ogni volta che v? in Tv diventa una lama a doppio taglio.
    Da una parte fa piacere vederlo, e si s? le sue parole fanno alzare la testa anche al pi? basso, dall’altra, ti girano le palle perch? d? alla rai o ai giornali/riviste (tendenzialmente dinamici a secondo del vento) la possibilit? di parlare di ingaggi,che saranno pur fatti suoi, e nello stesso tempo di aumentare l’audience e le vendite.Consiglierei al nostro Sovrano di sfruttare pi? i canali del web che quelli Televisivi.

  • domenico

    PENSIERO DI UN RAGAZZO DI 26 ANNI,DOPO LA PRIMA SERATA DEL VESTIVAL: GRANDISSIMO ADRIANOOOOOOOOOOOOOOOO… CI SEI MANCATO TANTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • andrea marengoni

    Ciao Adriano! Anche se non ci conosciamo personalmente poich? anche io provo umilmente ogni giorno a vivere secondo il Vangelo e ti ho sempre considerato un amico (tuttora, ovviamente) mi permetto di darti del “tu”. Prima di tutto grazie per l’esempio che dai nel testimoniare sempre, con coerenza e coraggio la tua Fede. Riguardo al problema dell’assenza dei “novissima” nelle omelie ho letto spesso anche delle autocritiche da parte dei Sacerdoti su riviste cattoliche (probabilmente dipende tutto dalla tendenza ad esorcizzare la morte, a sua volta dovuta alla perdita del senso della vita; non a caso Halloween, che non c’entra nulla con la cultura e la Fede nella tradizione nostra ha sempre pi? successo). Forse per? se mi posso permettere con l’Avvenire e Famiglia Cristiana hai un pochino esagerato. Nel reagire ai loro eccessi nei tuoi confronti hai finito con il buttare via il bambino insieme all’acqua sporca. Se consideri per esempio le lettere dei lettori e tutte le rubriche di Famiglia Cristiana dire che non parla mai del Paradiso o che ? ipocrita ? forse troppo.di Fede all’epoca del tuo Fantastico leggendo un bellissimo articolo su di te e l’album “La Pubblica Ottusit?” che si intitolava “Celentano, uomo di Fede, prega Cantando”. D’altronde nessuno ? perfetto. Forse neppure Don Gallo. Mi guardo bene dal giudicarlo ma non riesco a condividere n? la liberalizzazione delle droghe leggere

  • Daniela V.

    sono molto contenta Adriano, cosi si fa , sei mio onore grande forza

  • andrea marengoni

    Ciao Adriano. Da cattolico praticante quale provo quotidianamente ad essere mi permetto di darti del “tu” anche perch? sebbene non ci conosciamo ti considero un amico. Grazie per il buon esempio nel testimoniare la Fede con coraggio e coerenza. Circa l’assenza di riferimenti ai “novissima” nelle omelie da alcuni anni mi capita di assistere ad autocritiche nella Chiesa. Purtroppo la societ? tende a perdere il senso della vita e ad esorcizzare la morte, fino a far propria non a caso la Festa di Halloween, estranea alle nostre tradizioni. Se mi posso permettere con Avvenire e Famiglia Cristiana, che da quanto ho capito hanno sbagliato per prime con te, hai buttato via il bambino con dei lettori non ? vero i Fede grazie ad un bellissimo articolo su te e l’album “La Pubblica

  • Alfio

    C’?, e s? che c’?, Adriano c’?. Nessuno avrebbe saputo dire meglio di hai, anzi ahi, perch? di ahi si tratta, ahi che dolori, nessuno avrebbe saputo dirlo meglio di come ahi detto tu.
    P.s. veramente Pupo ci arriva al metro e sessantacinque?

  • PATRIZIA

    Sig. celentano..sono rimasta profondamente delusa nel sentirla parlare…in quanto ritenevo che lei prima di essere un artista ? un uomo intelligente ma ora devo ricredermi. Mi sono chiesta come ha potuto parlare della chiesa in quel modo…accodandosi alle mille e tristi voci che ultimamente non fanno altro.
    Ma senza sciedere nei particolari….vorrei dire solo che non ? assolutamente vero che i preti non parlano della cosa piu importante….( forse non siamo in grado ancora di ascoltare) …i preti annunciano da sempre che il regno dei cieli ? vicino ….che significa che ? gi? qui, il paradiso ? qui sulla terra e Gesu ? la sua via, la verit? che ogni giorno attraverso la parola viva del vangelo..ci apre quel paradiso. Questo modo schifoso…? il risultato della nostra grade sordit? nel volerlo ascoltare ( lei ieri sera ne ? stato l’esempio lampante). Incorraggiamo ad ascoltare e preghiamo per i ns pastori…( uomini sempre piu soli e sempre piu provati dal male , che ? oggi sempre pi? visibile )…sia l’esempio per vedere questo paradiso e non la speranza di morire per vederlo. Si informi…cerchi la verit? e umilt? sopratutto ad accettare che lei ? un uomo e come tale ha bisogno di Dio come tutti.

  • Gianni Mereghetti

    E’ una domanda quella che hai espresso all’Ariston, la domanda di una fede autentica e una fede autentica ? quella che risponde alla esigenza di senso che ci caratterizza come uomini Io aquesta domanda ci sto, il resto ? fuffa! Ciao

  • Andrea

    buongiorno sig Celentano,
    Sono un ragazzo che ha ascoltato con molto piacere ci? che ieri sera ha detto a Sanremo. guardandola mi sembrava di vedere mio suocero che tra l’altro dice di averla conosciuta da ragazzo a milano perch? frequentavate gli stessi ambienti, anche lui ? un arista e lo ammiro molto e il vostro modo di prendere la vita ? molto simile.
    Detto questo volevo se permette metterla al corrente di una cosa che ci ? stata insegnata ma che non ? coerente con ci? che i vangeli e la bibbia dicono. Non esiste un mondo oltre a questo un’altra vita dopo la morte…. gli esseri umani sono stati cheati per vivere su questo pianeta e qui vivranno… come ha detto Lei Dio adempir? i suoi propositi porter? un paradiso eliminer? le sofferenze ma il tutto su questa Terra. Sicuramente Lei avr? una bibbia in casa e potr? confrontare quanto le ho detto in Isaia 65:21; Proverbi 2:21;Matteo 6:10; Salmo 37:11,29; Matteo 5:5 e molte altre scritture….. Del resto sig. Celentano che paradiso sarebbe essere in ‘un’altra dimensione o in cielo e vedere i nostri figli o nipoti soffrire per la crisi economica o di fame o per le guerre e non poter far nulla per loro. Io un paradiso del genere non lo voglio. Tanto dovevo perch? da buon Cristiano che penso di essere mi premeva farle notare una cosa che ? stata insegnata ma non ? corretta dal punto di vista scritturale o delle sacre scritture. Le auguro una buona continuazione.
    Cordiali saluti.

  • Gianni Mereghetti

    Carissimo Adriano,
    non ho sentito in diretta quello che hai detto all’Ariston, ma l’eco che ne ho avuto quasi subito mi ha portato ad andare a vedere quello che hai esternato e che ha tanto scandalizzato o ha avuto tanto compiaciuto consenso. Permettimi solo una cosa rispetto a quello che ci hai scaraventato addosso, permettimi solo di dirti di essere serio con te stesso e di cercare di capire da dove venga questa tua incazzatura indiscriminata contro tutti. Forse ? venuto il tempo di guardare dentro questa esigenza che altre volte hai conclamato di una fede pura, di una fede senza politica, di una fede che vorresti disincarnare dalla nostra povera umanit?, forse dovresti domandarti di che fede hai bisogno. Se di una fede che tocchi Dio senza riguardare l’umano o di una fede in Colui che ? entrato dentro la vita per salvarla tutta, dai piatti che si devono lavare dopo una cena alle scelte di come affrontare questa drammatica crisi. Chiediti di che fede hai bisogno, perch? tu pi? che di invettive da lanciare contro preti e quotidiani sei pieno di una domanda che devi prendere sul serio. Forse se farai questo lavoro arriverai a capire che non puoi parlarci di fede senza parlarci della domanda di senso di cui vibra il tuo cuore, forse capirai che hai bisogno di guardare a fondo nella tua umanit?, di cogliere tutte le domande che vibrano nel tuo cuore. Questo interessa anche a me, fare questo lavoro che va alle radici della religiosit? ? la questione seria della vita che io ho imparato in questi anni seguendo la Scuola di Comunit? che don Julian Carron sta facendo su Il Senso Religioso e All’origine della pretesa cristiana di don Luigi Giussani. Se vuoi prendere sul serio la domanda che hai portato in modo contraddittorio e all’inverso sul palco dell’Ariston ti propongo questo lavoro, ti propongo di guardare dentro l’umano che c’? in te per goderne della sua vibrazione.
    Grazie
    Gianni Mereghetti
    Insegnante

  • Lucilla

    Mio carissimo e mitico Adriano Celentano, al festival di Sanremo sei stato “Esplosivo” Magnifico e ancora una volta mi sono resa conto di quanto io sia in sintonia con TE! Con tutto quello che pensi e che dici di questo mondo in qui viviamo.
    E’ vero la gente pensa solo a questa vita e in questa vita cerca di accumulare soldi si circonda di beni materiali, la maggior parte dell’umanit? non crede in Dio Onnipotente o comunque lo esclude dalla propria vita perch? ? convinto con non ne abbiano bisogno. C’? qualcuno che si vuole mettere al posto di Dio addirittura e solo perch? ha il potere economico o istituzionale pensa bene di sfruttare tutto questo per manipolare il resto di questo pianeta Terra a proprio piacimento.
    Adesso ti saluto perch? non voglio fare un commento troppo lungo. ciao dalla tua sempre superfan Lucilla di Ancona

  • anna

    Caro Adrian sn una mamma disperata e se ? vero quello che ho letto di te..pensa anche alle povere dnne disperate del sud…Mi chiamo Cilenti Anna..e sn separata con tre figli.. senza lavoro vivo a Paola e il sindaco del mio comune e della sinistra e piu volte io stessa lo votai..bene diverse volte ho ricorso a lui mettendo sotto i piedi la mia “dignit?” di donna..ma lui non ha voluto prestare attenzione alla mia disperazione..ho fatto di tutto per poter mandare avanti la casa…affitto luce cibo e tanto ancora..ma ora mi ritrovo con due mesi di affitto indietro e la luce staccata..pensi non so come pagare la tassa scolastica per poter mia figlia accedere all’esami di maturit?..forse neanche l’ha ammetteranno..anche questa volta sto mettendo sotto i piedi la mia dignit?..ma sono una donna e mamma disperata..mi aiuti la prego…cordiali saluti
    Ps mi perdoni i vari errori..ma ho appena la terza media…

  • Emmanuele Oddi

    Caro Celentano,
    non so se leggerai questo messaggio ma ci provo lo stesso. Ieri sera dopo il tuo intervento a Sanremo mi sono sentito di scriverti queste righe. Mi ? piaciuto molto il tuo intervento soprattutto la parte sulla vita nell?aldil?. Spero che Le parole dette da te le abbia veramente depositate nel cuore, e mi fa molto piacere quando un grande personaggio dello spettacolo comprende il valore, il sacrificio meraviglioso che ha fatto GESU’ per l’ umanit?. Grazie che la verita’ di DIO ? stata ancora una volta annunziata!!!
    Vorrei solo precisare che solo Ges? ci apre le porte per fare parte nel vita del aldil?. Nel vangelo di Giovanni, Ges? stesso dice: Io sono la via, la verit? e la vita nessuno vera al Padre se non per me. Ti posso sembrare un fondamentalista o intollerante verso le altre fedi religiose, ma questa e la verit? assoluta detta da Ges?, questa verit? come dice Lui stesso che ci far? Liberi, liberi in un mondo di correttezze, immoralit? e senza principi.
    Dio ti benedica
    Emmanuele

  • Nazzareno

    Sig. Celentano, secondo me ? normale che non vi abbiano concesso una cosa del genere in quanto il loro interesse ? di tipo aziendale. Che importa a loro se voi dite la verit?… Io ho 17 anni ieri sera su rai1 vi aspettavo con ansia, e finch? non arrivavate cambiavo canale e mettevo rete4 per vedermi le comiche… quando siete arrivato mi sono stabilito su rai1 finch? ci siete stato, poi sono andato a dormire.
    Avete fatto veramente un Santo discorso, ci volevano personaggi come voi in televisione, altro che Morandi e altri pinguini!!

  • Nazzareno

    E volevo anche dirvi che nonostante nella mia famiglia siamo in disagio economico, io pagherei per vedervi in TV e dire la verit?!!! XD XD

  • luca

    La Madonna sempre dice: “Dio giudicher? loro com’erano come sacerdoti, ma giudicher? anche il nostro comportamento con i sacerdoti”.

    Lei dice: “Loro non hanno bisogno del vostro giudizio e delle vostre critiche.

    Loro hanno bisogno della vostra preghiera e del vostro amore!”.

    La Madonna dice: “Se voi perdete il rispetto per i vostri sacerdoti, piano piano perdete il rispetto per la Chiesa e dopo per il Signore?. Per questo io chiedo sempre ai pellegrini, quando arrivano qui a Medjugorje: “Per favore, quando tornate nelle vostre parrocchie, fate vedere agli altri come ci si deve comportare con i sacerdoti! Voi che siete stati qui alla scuola della Madonna, voi, dovete dare l’esempio del rispetto e dell’amore che dobbiamo ai nostri sacerdoti, assieme alle nostre preghiere”. Per questo vi prego con tutto il cuore
    Mi dispiace che non vi posso spiegare di pi?.
    ? molto importante in questo nostro tempo che torniamo al rispetto che c’era per i sacerdoti, e che avete dimenticato, e quell’amore alla preghiera. Perch? ? molto facile criticare qualcuno, ma un cristiano non critica! Uno che ama Ges?, non critica! Prende il rosario e prega per il suo fratello! Questo non ? facile! La Madonna vuole che noi torniamo a pregare il Rosario nelle famiglie.
    Lei dice che non c’? niente che pu? unire le famiglie, come quando si prega insieme! E Lei dice che i genitori hanno una grande responsabilit? di fronte ai loro figli. Perch? i genitori sono quelli che devono mettere l’alito della fede nei cuori dei loro figli! Questo lo possono fare solo se pregano insieme e se vanno alla Santa Messa insieme. Adriano ? questo il punto che devi correggere. La Chiesa ? piena di SANTI SACERDOTI CHE TESTIMONIANO CRISTO CON LA PROPRIA VITA e TU da Cattolico devi difendere la TUA Chiesa !!!

  • dalmazio

    Celentano sei grandeeeee

  • Enrico Costantini

    ? bello essere liberi di dire ci? che si pensa e ieri sera la libert? di Adriano ? stata ascoltata da tanta gente. Per? mi ? sembrato un po’ costretto a dire cose non vere, pu? dunque considerarsi libero? Certo quanto asserisco sembra folle, penserai: ma che dice questo qua? Eppure ti assicuro che quanto ho ascoltato da Adriano ? la prova che lui non ? libero, anzi ? schiavo inconsapevole di quel pensiero cattocomunista che tenta di denigrare la Chiesa Cattolica, verissimo che non tutti gli appartenenti al clero sono esempi di cristianit?, ma come fa una persona libera ed intelligente ad affermare come fossero assiomi indiscutibili, tali giudizi negativi cos? generalizzati, quando di fatto ? il contrario di quanto riscontrato e sostenuto da milioni di persone ogni giorno in tutto il mondo. Forse ? proprio la schiavit? psicologica imposta da decenni di ignorare la verit? che ha fatto costruire un discorso denigratorio di Cristo, perch? chi critica la Chiesa critica Ges?, ma non sta a me giudicare. Per? salta agli occhi che Adriano non legge Avvenire e neppure La famiglia cristiana, almeno non la legge ogni giorno e tutte le pagine, perch? in caso contrario mai avrebbe potuto affermare tali falsit?, basta prendere gli ultimi tre mesi e leggere bene sia la rivista che il quotidiano e il problema ? risolto. Inoltre dovrebbe prima guardare dentro casa propria e fare un profondo esame di coscienza sistemare ci? che trova e solo dopo dire cosa fare ad altri. Grazie e buona giornata

  • CRISTINA

    SEI UN MITO!!

  • giulio

    Sei un buffone.

  • caterina

    Stiamo scherzando?! ma quale realt? vivi?, vieni da me ti faccio stare al tavolo con 3 adolescenti e 2 bambini con i problemi di ogni giorno e con chi ci sta veramente aiutando…. e non sono predicatori spot, ma persone che con me si implicano non per un esercizio della propria personalit? ma per un vero interesse nei miei confronti…vieni, 24 ore, a vedere cosa significa la dura lotta dell”EDUCARE” costruendo, senza dover distruggere…vieni, vedi

  • cristina mazarachis - yorgos christinis - menelas siafakas

    adriano buongiorno d atene
    abbiamo seguito il tuo bellissimo monologo riguarda le parole dette per la grecia e per la crisi globale sia grecca che europea , noi lavoriamo in un tour operator e abbiamo subiti ultimanente del le cancellazione , putroppo il popolo manifesta pacificamente contro il governo e come in ogni manifestazione sia in grecia , italia , francia ecc s infiltrano i black block che creano casini

    grazie nuovamente di tutto cuore per le tue parole per la grecia
    un affetuoso saluto
    cristina yorgos menelas

  • Katia

    La puntata di ieriii ? stata meravigliosa, complimenti le tue parole sono state meravigliose, hai ragione sul fatto della chiesa e dei preti, ma anche su tutto il resto hai messo KO tutti! Ora sono sorte tante critiche su di te, ma non lasciarti intimidire sei un uomo perfetto perch? hai il coraggio di parlare e di nascondere nulla! Ci sono persone che credono in te, e anche io! Ho 15 anni e credimi per me sei il numero UNO, sei un esempio per noi tutti e ci fai riflettere su cose a cui noi non diamo mai importanza! Complimenti ancora Artista! 😀
    Katia.

  • tommaso d'aquino

    caro Adriano ,questa volta sei andato troppo oltre ,hai strumentalizzato l’onnipotente in uno show televisivo per promuovere la tua persona e il tuo album,non ? la prima volta ,ma questa volta hai attaccato la chiesa e i suoi membri,senza cognizione di causa ,cosi alla “cazzo” …………ma alla fine ? stato anche un bene ,perch? ti sei rivelato per quello che sei veramente ……………IL RE DEGLI IGNORANTI !! sei ritornato bingo-bongo di colpo…………..studiaaaaaaaaaaaaaaaa!!

  • Polumia

    Se crede che la Chiesa cattolica sia cos? carente nelle sue funzioni, forse potrebbe “lei” diventare Papa e parlare cos?, ogni domenica del Paradiso!
    Dubito molto che sia in grado di predicare bene e razzolare anche bene!

  • Stefano e Julia

    Ciao Adriano ho sentito il tuo commento su famiglia cristiana e altre riviste, hai fatto bene.. io e Julia abbiamo chiesto aiuto alla caritas ma ti assicuro che nessuno ci ha aiutato. Tu doni ai poveri ma i soldi non arrivano, io e julia siamo all’orlo del baratro la scorsa settimana siamo stati cinque giorni senza mangiare sotto gli occhi indifferenti della gente fredda e chiusa su se stessa. Io lavoro e prendo 450 euro al mese per pagare 450 euro di affitto, Julia ? disoccupata per la crisi… ? polacca e straniera… ma ha un cuore eccezionale. Praticamente siamo barboni di lusso… abbiamo un tetto ma senza cibo. E sar? ancora peggio quando non avr? pi? la forza tra qualche giorno di abbandonare il lavoro perch? non mangio. La caritas non aiuta!! I preti predicano vanno in giro con bianche vesti ma dentro sono lupi rapaci!! Io e Julia abbiamo ancora una cosa, una chitarra… che come ultima spiaggia di cantare una delle tue canzoni davanti alle porte delle chiese “Soli” e “Pregher?”. Le s? suonare bene e so anche le parole. Noi ti sosteniamo con il cuore sei veramente un grande!! A me e Julia ci piacerebbe conoscerti ti invio la mia mail… ancora le posso vedere, stefano.pierini@tiscali.it. Se vuoi aiutaci!! Fai presto…

  • Lorenzo

    A Sanremo, Adriano ricordi la figura di Pietro Germi, che con il suo cinema drammatico e divertente sognava di rigenerare gli italiani e li ammoniva a non chiudersi nella loro specifica identit? regionale e ad abbattere le barriere mentali e geografiche che rendevano contraddittorio il processo di modernizzazione del nostro Paese e ostacolavano la solidariet? sociale e l’emancipazione degli individui. Prima di Pasolini Germi aveva denunciato l’ipocrisia e la corruzione che caratterizzano la vita della societ? italiana. Un cordiale saluto.
    Lorenzo

  • Roberto

    Adriano,

    anche se non ho avuto modo di guardare la trasmissione e quindi anche il suo intervento, ho potuto leggere sulla stampa il contenuto del messaggio che ha esptresso.
    E’ per questo che volevo ringraziarla personalmente per le cose che ha detto, in quel momento le ha dette anche per me. Sono tutti concetti che condivido.

    Un cittadino.

  • franco

    penso che Ella abbia toccato il fondo

  • rossella

    dopo ieri c’? poco da dire…adriano…tanto profetico quanto fantastico…ha detto tutte verit?…in chiesa i preti non parlano mai del paradiso….anzi…tutto sembra una sofferenza…e non abbiamo bisogno di sentirci puniti anche da loro…che tutto sanno fare meno che il mea culpa…non posso dire che se rinascessi vorrei rinascere suora…non ? proprio nella mia indole…comunque caro adriano…tu proprio come me ti senti sovrano…e quindi libero di dire tutto quello che vuoi…non permetter? mai a nessuno di sottomettermi…vado avanti per la mia strada anche se spesso la strada ? tutta in salita ma chissenefrega..intanto la salute mi rimane..per fortuna..e con quella vado avanti bene…i vertici sanno che con te il rischio ? alto…potevano pensarci prima…dal momento che ti hanno chiamato non rompessero…sei sempre davvero il migliore. un abbraccio

  • Andrea Marengoni

    Ciao Adriano. Anche se non ci conosciamo ti ho sempre visto come un amico, anche io provo ad essere nella vita di tutti i giorni un cattolico praticante, quindi mi permetto di darti del tu. Ho visto ieri il tuo intervento a Sanremo ed il mio proposito ? solo quello di offrire qualche piccolo spunto di riflessione. Per quanto concerne l’assenza dei “novissima” nelle omelie, mi sembra che da qualche tempo la Chiesa fortunatamente stia facendo autocritica (? un tema che ho sentito affrontare pi? di una volta anche nelle omelie stesse); ? vero che la societ? tende a perdere il senso della vita ed a esorcizzare la morte (proprio per questo prende piede anche in Italia Halloween, che non ha nulla a che fare con la Festa dei Santi o con la celebrazione del ricordo dei defunti e quindi con le nostre tradizioni cattoliche). Secondo il mio modestissimo parere con Famiglia Cristiana e l’Avvenire hai un pochino esagerato. D’accordo, probabilmente loro hanno prima forse sbagliato con te, non hanno probabilmente creduto fino in fondo alla tua buona fede nel donare tutto in beneficienza e farlo sapere solo come testimonianza autentica e posso capire che ci? possa dare un grandissimo fastidio; tuttavia non bisogna mai buttare via il bambino insieme all’acqua sporca (mi sembra anche questo un insegnamento che viene dal Vangelo). Le generalizzazioni sono sempre da evitare, in tutti i giornali scrivono molte persone, tutte diverse ed inoltre se consideri tutte le rubriche, le lettere dei lettori e le risposte e cos? via, dire che non si parla mai del Paradiso o che c’? sempre ipocrisia ? davvero troppo. E’ facile nel rispondere ad un’esagerazione (quanto meno dal tuo punto di vista) cadere in quella opposta (quante volte ? successo anche nella storia, dalla quale mai nessuno sembra voler imparare), ma proprio per questo ? meglio stare attenti a non cadere in questa tentazione. Capisco in ogni caso che tutti possono sbagliare. Io per esempio ti ho scoperto come uomo di Fede e ti ho sempre seguito con attenzione, stima e fiducia proprio grazie ad un articolo di Famiglia Cristiana all’epoca dell’indimenticabile tuo Fantastico (che mi ? rimasto nel cuore e non ho mai capito perch? nei vari programmi in cui fanno vedere spezzoni di trasmissioni del passato non lo fanno mai vedere) e dell’album “La Pubblica Ottusit?”. Ricordo ancora il titolo dell’articolo, “Celentano, uomo di Fede, prega cantando” in cui si parlava benissimo di tutte le canzoni ed in particolare (spero di ricordare bene il titolo) della “Luce del Sole”.
    Forse anche Don Gallo, che hai nominato, non ? perfetto. E’ sicuramente vera la sua predilezione per i poveri e gli ultimi, ma non riesco ad approvare il suo favore per la liberalizzazione delle droghe leggere (che sono una porta spalancata verso quelle pesanti, ammesso che sia legittima questa distinzione), anche se sono certo che ? in buona fede e che intende combattere la droga, non di certo agevolarne la diffusione. Faccio fatica anche a capire la sua amicizia con Vasco Rossi (forse spera di convertirlo?); penso che conoscerai il testo della canzone “Siamo Solo Noi” (si commenta da sola e fa proprio a pugni con la lotta contro la droga). Mi ? stato insegnato in ogni caso a non giudicare (ma questo non vale anche per i giornali cattolici)? Forse ci vorrebbe, da parte tua, un pizzico di moderazione in pi? (non ? facile, intendiamoci, questo lo capisco bene; provocare alla riflessione restando moderati sembra quasi un controsenso).
    In ogni caso ammiro molte tue qualit?, quali la sincerit?, la schiettezza ed ? bello vedere come sei rimasto sempre giovane e vitale dentro (pi? di qualcuno sicuramente che ? giovane solo dal punto di vista anagrafico). Penso che in fondo tu sia anche una persona umile, anche se questa caratteristica si vede meno (probabilmente ? la pi? difficile da far emergere nella tua posizione, ma la vedo, ad esempio, nella scelta, giusta, di bilanciare quanto dici con le contro argomentazioni di qualcun altro, come ? successo ieri con Pupo, che sicuramente era d’accordo e come ? avvenuto con la questione dei trapianti e del silenzio assenso). Ti consiglio a questo proposito di leggere i Fioretti del Beato Innocenzo da Berzo (da pochi giorni si ? concluso il periodo del suo ricordo ad un secolo dalla sua nascita al cielo), un santo delle mie parti che di umilt? se ne intendeva assai (? una virt? completamente fuori moda, ma proprio per questo tutta da riscoprire). Qualcuno ha osservato giustamente che al momento ? solo Beato e non Santo perch? anche Lass?, dove si trova ora, se ne sta in angolino e si fa riguardo a intercedere per quelle grazie che potrebbero comportare il completamento del suo procedimento di canonizzazione.
    Certamente in ogni caso ? meglio avere il coraggio di testimoniare la propria Fede andando contro corrente, con il rischio, forse, qualche volta, di sbagliare, piuttosto che l’indifferenza o, peggio, la vergogna (quasi) di essere Cristiani in un Mondo che sempre pi? sembra volersi allontanare da Dio, ma proprio per questo sempre pi? ne ha bisogno estremo. Andrea Marengoni di Rezzato (BS)

  • emanuele

    Caro Sig. Celentano,
    Le scrivo per esprimerLe sinceramente il mio parere su sua partecipazione di ieri al Festival. il Suo intervento di ieri a Sanremo ? stato, a mio avviso, incisivo, fin troppo. Anzi..oserei dire fuori luogo.
    Mi spiace doverLe esprimere il mio dissenso in modo cos? categorico. L?apprezzo come professionista del canto, non come ?predicatore?.
    I suoi ?assiomi? sono a mio avviso fallaci.
    Fa bene a sottolineare il fatto che questa vita ? ?nulla? rispetto a quello che ci attende nell? aldil? e Le do pure atto che vi siano preti e frati che non sono convincenti nel loro predicare, ma ve ne sono parecchi che, con convinzione, senza essere nemmeno troppo bacchettoni, ma perch? ispirati da vera fede, predicano il Regno dei Cieli gi? su questa terra.
    Mi stupiscono le sue asserzioni sulle prediche in duomo, dai frati etc. soprattutto perch? anche io vivo in terra di Brianza (Cabiate) , diocesi ambrosiana ed ho avuto modo di partecipare a validi incontri presieduti in Duomo da Cardinal Martini prima, Tettamanti poi, e formativi c/o frati di Monza e non li ho trovati cos? lontani dai discorsi escatologici.
    Trovo, poi, stucchevole la commistione tra fede e politica, tra svago e politica, etc. , soprattutto se trattasi di politica schierata da una sola parte. Io amo il contraddittorio, lo scambio pacato di opinioni, nel rispetto dell? umanit? della persona con la quale instauro un dialogo.
    Mi spiace poi che abbia definito inutili giornali quali Famiglia Cristiana e L?avvenire. Le mancava di sparare a zero sulla Croce Rossa e sulle Onlus?.
    Cordiali saluti.

    Emanuele

  • vincenzo

    …….caro Adriano…..credo che ci sei andato troppo….” molleggiato ” contro il Vaticano…..considerato che e’ proprietario al 100% di una casa editrice tedesca che pubblica giornali ”hard” ….tanto e’ vero che la germania ha denunciato il Vaticano per questo…….in secondo luogo…..il Vaticano e’ proprietario anche del piu’ grande telescopio del mondo….chiamato LUCIFER (portatore di luce)….situato in Arizona…per il quale spende ogni anno oltre 10 milioni di euro per la gestione…….quanti bambini si potrebbero salvare con tale cifra?…….altro che chiudere famiglia cristiana o altro…..mi fermo qui perche’ la lista e’ infinita…..con simpatia……..da Villa Littorio ….Vincenzo Arcaro.

  • silvana

    vORREI ESSERE CONTATTATA SE ? POSSIBILE DAL sIG. cELENTANO O MEGLIO AVERE UN’INDIRIZZO DOVE POTER SCRIVERGLI. sONO UNA MAMMA IN DIFFICOLT? E VORREI CHIEDERE AIUTO A LUI IL SOMMO. HO SEGUITO IERI SERA SANREMO ? STATO BELLISSSIMO ATTENDO CON FREMITO IL SUO RITORNO STASERA. VI PREGO AIUTATEMI SONO DAVVERO IN UNA SITUAZIONE GRAVE UNA MAMMA DI TRE FIGLI. LOGICAMENTE LA COSA VORREI SI FACESSE IN PRIVATO PERCH? MI VERGOGNO. GRAZIE DI CUORE

  • Uosdwis F. Jewoh

    ammetto che l’intervento di ieri sera non mi aveva convinto.
    ma rivendendolo e soprattutto sentendo le reazioni isteriche che arrivano da ogni dove, ti faccio i complimenti.

    ma pensa te se ogni volta dobbiamo sorbirci gli anatemi della chiesa e dell’intero arco costituzionale.

  • andrea

    ? vero che sei il re degli ignoranti
    ma anche che con loro ti sei arricchito
    sei comunque quindi un re

  • mary moscaliova

    E che scemata dire: ecco, della Chiesa si parla in chiesa… Dio e` roba da preti… eh no, noi gente siamo abituati a tutto, non ascoltiamo in chiesa… siamo abituati a NON ASCOLTARE IN CHIESA!! Non ascoltiamo in chiesa perche’ la chiesa non ci dice niente! Purtroppo, bisogna essere QUALCUNO per dire qualcosa!! Ed eccoci, finalmente, qualcuno. E dove – a San Remo! Ma quale e` il posto piu` adatto? QUALE? abbiamo bisogno di contrasto per rompere l’abitudine, e quindi possiamo sentire qualcosa solo quando non la aspettiamo. Il problema eterno di tutte le prediche e di tutti i predicatori. DI DIO SI PARLA D’IMPROVVISO! Per farsi sentire veramente, per arrivare all’anima. Era ora, finalmente, di parlare di Dio a San Remo. E del Paradiso, accidenti. Perche’ non sono “loro” la Chiesa, siamo noi la Chiesa, ma solo quando pensiamo, capiamo, ascoltiamo, e allora viva chi ci fa pensare e chi ci ricorda L’ESISTENZA DEL PARADISO. Era ora.. era ora. Perche’ esiste. Si`, esiste.

  • Fabio Labruna

    Adriano sei un grande praticamente unico, lascia perdere e non te la prendere per le critiche sono sempre state la tua forza ,spiega vista che hai la possibilit? di farlo ,che la vita a te ha dato ragione, mentre chi ti critica forse davvero non ? nessuno.
    Continua cosi, avremmo bisogno di 60.000,000 di Italiani come te !
    Cari Saluti .
    Labruna Fabio
    Cornaredo

  • arturo lo duro

    caro adriano che sei una gran testa di cazzo in cerca dello scandalo lo sapevamo tutti, ma che rompi il cazzo anche su mamma rai ce lo potevi risparmiare. Pure un sacco di soldi per dire tutte ste stronzate? a te scrivo cosi’ in modo informale ma aspetta che scriva anche alla rai…poi chiedono il canone x finanziare sti pagliacci. hai un eta’ ritirati a vita privata. coglione!!

  • Nicol? Paesano

    Caro Adriano,
    non so se questo ? il luogo migliore per scriverti e per scriverti quello che in particolare adesso voglio dirti. Adesso… dopo che, avendo visto il putiferio scatenato nei TG e in varie trasmissioni di oggi, ho visto su YouTube il tuo pezzo a Sanremo, che non ero riuscito a vedere ieri sera.

    Quello che io ho da dirti ? Grazie. Grazie perch? secondo me ? un bel pezzo, artisticamente molto valido, forte e comunicativo.
    Hai detto la tua. La tua opinione, la tua idea. La tua idea di cittadino e cristiano che vive pienamente da tale. Per quanto mi riguarda le cose che hai detto sono belle e tante anche giuste.
    Purtroppo viviamo in un mondo strapieno di vipere e di ipocriti! Viviamo ancora in un mondo in cui quando si toccano i tentacoli troppo lunghi e tortuosi del potere si scatena l’inferno, perch? ? l? che vivono!
    Vescovi, preti, giornali cattolici, e tanti altri peggiori che tu ieri sera non hai toccato e che tremano di paura per la possibilit? di poterlo essere domani da te o da qualcun altro… Non vogliono essere neppure sfiorati nelle loro roccaforti di difesa!!!
    Per quanto mi riguarda invece hai fatto benissimo. E non perch? io abbia rabbie represse e desideri vendicativi contro qualcuno. Tante cose, le stesse che vedi tu o diverse, le sento oggi diversamente e ho fatto un p? pace dentro.
    Hai dimenticato di annoverare Italia sul 2 e quella venduta di Lorena Bianchetti, serva tra le serve del potere, che anche oggi ha imbastito una meravigliosa trasmissione con interviste assurde per correre ai ripari… per accontentare subito e in fretta i vecchi del potere, i ‘sacerdoti del nostro Tempio’!
    Per non parlare poi di Radio Maria!!! Ma l? sarebbero tuonati i tuoni!!!!

    Ti abbraccio Adriano, esprimendoti la mia vicinanza in questo momento e il mio apprezzamento per l’artista (ma quale profeta!) che sei!
    Nick

  • Giuseppe Bitetti

    La verita a molti fa male. Vai Forte ADRIANO….
    Se i cittadini si illuminano ? grazie a persone come TE.

  • Arcangela Cangelosi

    Buongiorno, mi chiamo Angela e rappresento un nutrito numero di cittadini, che hanno creato gruppi in merito alle questioni da te sollevate al Festival di Sanremo.
    Non sappiamo come svegliare gli altri cittadini che addormentati dalla “censura” non sanno in che guaio siamo caduti. Saresti disponibile ad aiutarci? Sicuramente sarebbe un modo meraviglioso, se altri artisti, amati dal pubblico, si unissero a te e a boi, per svegliare le coscenze.Attendo fiduciosa una tua risposta Ciao Angela

  • cogo andrea

    CELENTANO ANCHE SE UN PO PESANTE E’ STATO IL SIMBOLO DI UN POPOLO STANCO DI ESSERE PRESO PER I FONDELLI . UN POPOLO STANCO DI ABUSI E RIABUSI . UN POPOLO STANCO DI CHI PREDICA BENE E RAZZOLA MALE . UN POPOLO STANCO DI BANCHIERI CHE DISFANO IL FUTURO . PARMALAT , USURA , DERIVATI , ECC ECC SPERIAMO CHE LE SUE PAROLE INDIGNINO LA GENTE . PER TROPPO TEMPO TUTTI VEDEVANO E TENEVANO IL SACCO DI UN CONTINUO DEPREDARE IL POPOLO BASTONATO . GRANDE RAI PER AVER FATTO UNA GRANDE “OPERAZIONE CELENTANO ” DI CORAGGIO.// MOVIMENTO GIUSTIZIA facebook 347 3076527 maitruffe@hotmail.it comitati parmalat // UN GRANDE BRAVI A LUCA e PAOLO . INUMERO UNO . http://www.facebook.com/photo.php?fbid=2761383917276&set=a.2651229443483.2111771.1338171049&type=1&theater

  • Ubbidiente precaria

    Ragazzaccio, ieri sera ti sei trasformato nel bambino della favola “Gli abiti nuovi dell’imperatore” e hai gridato agli italiani che il re ? nudo!
    Ora siamo in attesa del Tribunale dell’Inquisizione….
    E pur ti sei mosso!

  • Rossella

    Complimenti per il Festival… Dice sempre la verit? e, come Tutti sanno, la verit? ? scomoda e f? paura…..Non ? Celentano a doversi scusare ma la chiesa perch? non f? il suo dovere….Sono con te….6 un Grandeee….

  • rosalba ortu

    Commento la partecipazione a sanremo.
    Non sono una tua fans come parlatore…ieri sei stato fantastico, chiaro e diretto. Il tuo messaggio su dio ? quello che proviamo anche noi…vogliamo preti che parlino di ges? a voce alta, che ci raccontino l’amore della vita di ges? che ci facciano sentire i brividi quando dicono l’omelia…come faceva un grande gesuita Padre Francesco Botta…grazie a lui ho capito il vero vangelo…eppure tante volte l’avevo sentito…ora ? morto e da tre anni non troviamo nessun prete che ami davvero ges?.. Non ascoltare le critiche…non hanno ascoltato e non hanno capitro niente…grazie per l’emozione

  • Marco

    Per una volta negli ultimi trent’anni sono pienamente d’accordo con celentano: ha parlato da cristiano.
    Trasecolo: sar? vera materia grigia?

  • roberto galesso e maria danieli

    GRAZIE ADRIANO

  • Robert Clementi

    Devo dire Adriano non ha tutti i torti.
    Ha solo detto il suo pensiero della triste realt? che ci circonda.
    Cosa non vi scende?
    Non si vive di Bugie, vuoi o non vuoi questa ? la realt? molto molto triste.
    Se pensiamo che in Italia per trovare il lavoro, un ragazzo deve andare uscire dal suo paese, questo ? una cosa allucinante.
    Ma concordo totalmente con Adriano, non ? l’ultima persona arrivata.
    Tanto ? vero che il pubblico in sala dell’Ariston, applaudiva.
    Per poi non parlare della beneficenza, la Rai con i giornalisti hanno alzato un polverone inutile.
    Adriano fa beneficenza da una vita ? non si ? mai saputo.
    Quindi non vedo il problema!
    Grande Adriano, sei Forte!

  • lovesurf

    caro Adriano
    infonder il solco dell’esser ora ha il suo tempo …
    da falegname ad artigiano
    da tempo al tempo
    …..eccomi,
    che sia silenzio o lo sgocciolar dell’animo
    caro Adriano l’innesco ? avvenuto ed ora continuiamo …
    ….villaggio francescano ….
    da quel piccolo sogno
    edifica adesso ,
    or sogna sereno senza grondar d’affanno le notti
    ….caro adriano , vai …..

    lovesurf

  • "L'americana Che Ama Celentano"

    Bravo! Bravo! Grande e fantastico! You will always be number 1 in our hearts! We were so glad to hear you defend the truth about religion! May you find the strength to continue speaking the truth. Matteo 5:10, 11 and Matteo 23:13, Matteo 7:6 and Matteo 10: 16 -19, 26.

  • Maurizio Mesiti

    Egregio Mr. Celentano, spero che possa leggere questa mia nota, sono un suo fan sin dai primissimi giorni della sua carriera, ed oggi l’apprezzo ancora di piu’ per le iniziative prese nel sociale e politico, quanto per la sua profonda interpretazione religiosa, molte delle cose dette a Sanremo corrispondono alla verita’, pero’ c’e’ molto di piu’ in cio’ che e’ stato detto, Gesu’ non era un socialista che voleva cambiare il mondo, ma la prima creazione di Dio, che avrebbe riportato l’umanita’ allo splendore dei sui inizi, so che Lei e’ molto Sovrano (sta molto in alto) ed io sono solo un pensionato che se ne e’ andato dall’Italia in previsione di quanto sarebbe poi accaduto, ma sarebbe molto costruttivo se potessimo scambiare qualche opinione, non solo su quanto sta accadendo ma anche sul significato della nostra vita.
    Maurizio Mesiti

  • ILIAS

    Adrianno sono greco.Si!sono greco di atene.Ho studiato a roma medicina e sono specialista in ginecologia.Ho molti amici a foggia,sono stato molte volte a foggia cita bellisima!Vorrei dire solo cinque parole.La grecia si sta affondanto perche l hanno venduta i politici.Ogni uno che faceva politica voleva solamente i soldi.Politici, impigati pubblici ,per diversi anni guardavano solo come rumpare lo stato.Germania ,frania vedevano armi continuamente e cosi le loro tasche erano piene invece le nostre sempre vuote.La gente ,la maggioranza lavorava dalla mattina fino alla sera e alla fine non poteva vivere perhe le tasse erano trope!Sono convinto che la grecia e molto vicina all krax economiko perche merchel lo desidera molto.La vendeta dell 1940 non la hanno dimenticato i tedesci.Ricordadi solo che il giorno che finira la grecia,finira tutto il sistema economico universale perche,il nostro sistema e collegato con tutto il mondo!Tutti tremano questa versione! La prima canzone che ho imparato in italiani e AZZURO…!Sarremo fortunati perche vedremo tutti insiemme il bingo bongo economico.La grecia sta in piedi e rimaneremo in piedi perche lo vogliamo noi!

  • Bella

    Adriano non deve ascoltare a nessuno e non devi dire scussa a nessuno per le bellissime parole che hai detto ieri a saremo. Questa vita e una vita di merda e meno male che abbiamo una speranza nel nuovo mondo che Dio ci provede e spiega nel…la sua parola la bibbia. Quello che ha detto Adriano ieri sera era la verita nessuno e piu grande e piu migliore di Dio e suo figlio Gesu. Speriamo che Adriano continuo a parlare e a toccare i cuori di quelli che sono degno di conoscere la verita.

  • Rocco Tiranno

    dal Cavaliere
    Rocco Tiranno
    Sei da ammirare purtroppo la rovina di questo, ormai stupido pianeta dominato da immondizia di giornali dove in alcuni proprio di quelli che hai nominato dove cercano offerte per gli uccelli dei preti, ma non per bisognosi ormai gi? morti, secondo me esistono parassiti immortali politici con le palle rovinate a spese degli Italiani, e tanti imbecilli a sostenere i loro piaceri sessuali, ville, auto ecc…. credo che un giorno si andr? ad urlare sopra le montagne per scatenare una frana allo stesso Stato Italiano, Cordialit

  • francesco

    Non s? dove scriverlo, pertanto lo scrivo qui in modo che lo leggiate e ci fate un articolo, poi potete anche cancellarlo questo commento. E’ vero che Celentano non ha lasciato la liberatoria per la pubblicazione sul sito della rai.tv del suo monologo a Sanremo?

  • giancarlo

    Celentano…. non ho certo perso tempo a guardare il Festival…. ma gli spezozni uditi per TG e gli articoli letti sul tuo demenziale attacco alla Chiesa e a due quotidiani … per il semplice fatto che ti avevano criticato il compenso da nababbi, mi spinge a farti un semplice predicozzo: “Va a cagher”!

  • Alberto Di Cuonzo

    http://www.famigliacristiana.it/famiglia/un-prete-in-rete/blog/un-prete-in-rete_180211084434/caro-celentano-che-preti-conosci.aspx

    Caro Celentano, di quali preti parli?

    Caro Celentano,
    mi sento autorizzato a risponderti perch? ieri sera mi hai interpellato direttamente parlando alla ?camera dove son dentro i preti?. Sono uno di quei preti che la predica la preparano, cercano di curarla facendo attenzione al senso, alla concretezza della vita, al ritmo e anche al volume ottimale per coloro che stanno in fondo alla chiesa e, secondo te, sentono male. Nelle mie prediche, pi? che parlare di paradiso, parlo della Risurrezione di Cristo che ? il vero e proprio centro della mia fede e anche della tua, se ti professi cattolico. Racconto della salvezza che Lui ci ha portato.

    Forse c?? da fare qualche passo anche a livello teologico. Ci ? stata promessa la risurrezione della carne (lo dico ogni domenica nel “Credo”), la vita piena, nel giorno del nostro battesimo: di questo parlo io come centinaia di altri preti e frati che ho conosciuto nella mia vita.
    Ma non posso tacere di altri argomenti che riguardano il quotidiano della gente e che, talvolta, hanno bisogno di essere illuminati dal Vangelo per diventare segnali indicatori dell’altra dimensione che sembra starti tanto a cuore.
    E per farla completa collaboro anche con Famiglia Cristiana, un giornale di cui tu auspichi la chiusura ma che in realt? io trovo estremamente coraggioso, onesto e libero, tanto da dire pane al pane e vino al vino, anche quando si tratta del tuo modo singolare di destinare parte del cachet ai poveri. Non ? una rivista nata per dare consolazione ai malati ma per aiutare le persone a collegare la logica del Vangelo con la concretezza della vita. Ovviamente per capirlo bisognerebbe leggerla.

    Proprio per il fatto che Ges? Cristo si ? incarnato, parlare di ogni ambito della vita dell?uomo alla luce del Vangelo pu? orientare alla condizione ultima che, ribadisco, ? la risurrezione della carne, la vita che continua.
    Se una rivista molto popolare fa questo, a mio parere, ha gi? dato un aiuto grande alla mia azione pastorale nella quale, tra l?altro, suggerisco sempre che la carit? dovrebbe essere discreta e non strombazzata per essere pi? vera.
    Me lo insegna il Vangelo. Peccato che per alzare l?audience si debba ricorrere ad un lanciatore di coltelli che, per?, non ? proprio di mestiere. Forse basterebbe cantare bene e parlare di meno.

    Qualcuno in Rete ha ipotizzato che si potrebbe chiudere anche un Festival dalle spese cos? esorbitanti in un periodo in cui molte famiglie non arrivano a fine mese costi che, tra l?altro, rendono scandaloso il fatto che si inceppi il sistema di votazione e la gara si debba ripetere. Ma io non arrivo a tanto.
    Mi limito a suggerire che una infinitesima parte del tuo cachet tu la possa destinare a migliorare i problemi tecnici che ci rendono pi? difficile la vita, a cominciare dall?impianto audio delle chiese che frequenti tu e dal sistema di votazione della giuria dell?Ariston. E magari anche a qualche buon libro di teologia.

  • Alberto Di Cuonzo

    don Marco Sanavio su Famiglia Cristiana
    http://www.famigliacristiana.it/famiglia/un-prete-in-rete/blog/un-prete-in-rete_180211084434/caro-celentano-che-preti-conosci.aspx

    Caro Celentano, di quali preti parli?

    Caro Celentano,
    mi sento autorizzato a risponderti perch? ieri sera mi hai interpellato direttamente parlando alla ?camera dove son dentro i preti?. Sono uno di quei preti che la predica la preparano, cercano di curarla facendo attenzione al senso, alla concretezza della vita, al ritmo e anche al volume ottimale per coloro che stanno in fondo alla chiesa e, secondo te, sentono male. Nelle mie prediche, pi? che parlare di paradiso, parlo della Risurrezione di Cristo che ? il vero e proprio centro della mia fede e anche della tua, se ti professi cattolico. Racconto della salvezza che Lui ci ha portato.

    Forse c?? da fare qualche passo anche a livello teologico. Ci ? stata promessa la risurrezione della carne (lo dico ogni domenica nel “Credo”), la vita piena, nel giorno del nostro battesimo: di questo parlo io come centinaia di altri preti e frati che ho conosciuto nella mia vita.
    Ma non posso tacere di altri argomenti che riguardano il quotidiano della gente e che, talvolta, hanno bisogno di essere illuminati dal Vangelo per diventare segnali indicatori dell’altra dimensione che sembra starti tanto a cuore.
    E per farla completa collaboro anche con Famiglia Cristiana, un giornale di cui tu auspichi la chiusura ma che in realt? io trovo estremamente coraggioso, onesto e libero, tanto da dire pane al pane e vino al vino, anche quando si tratta del tuo modo singolare di destinare parte del cachet ai poveri. Non ? una rivista nata per dare consolazione ai malati ma per aiutare le persone a collegare la logica del Vangelo con la concretezza della vita. Ovviamente per capirlo bisognerebbe leggerla.

    Proprio per il fatto che Ges? Cristo si ? incarnato, parlare di ogni ambito della vita dell?uomo alla luce del Vangelo pu? orientare alla condizione ultima che, ribadisco, ? la risurrezione della carne, la vita che continua.
    Se una rivista molto popolare fa questo, a mio parere, ha gi? dato un aiuto grande alla mia azione pastorale nella quale, tra l?altro, suggerisco sempre che la carit? dovrebbe essere discreta e non strombazzata per essere pi? vera.
    Me lo insegna il Vangelo. Peccato che per alzare l?audience si debba ricorrere ad un lanciatore di coltelli che, per?, non ? proprio di mestiere. Forse basterebbe cantare bene e parlare di meno.

    Qualcuno in Rete ha ipotizzato che si potrebbe chiudere anche un Festival dalle spese cos? esorbitanti in un periodo in cui molte famiglie non arrivano a fine mese costi che, tra l?altro, rendono scandaloso il fatto che si inceppi il sistema di votazione e la gara si debba ripetere. Ma io non arrivo a tanto.
    Mi limito a suggerire che una infinitesima parte del tuo cachet tu la possa destinare a migliorare i problemi tecnici che ci rendono pi? difficile la vita, a cominciare dall?impianto audio delle chiese che frequenti tu e dal sistema di votazione della giuria dell?Ariston. E magari anche a qualche buon libro di teologia.

  • Giovanni

    Caro Adriano, non ho mai scritto su un Blog, ma lo voglio fare perch? necessario.
    SOLIDARIETA’ a Te, ho visto la Tua partecipazione a Sanremo.
    Forse capiranno fra vent’anni che cosa volevi dire. come: “L’albero di trenta piani”
    la Canzone “Il Forestiero” ? la mia preferita.
    Mi parlava di Te, spesso Ivano Davoli.
    Un sincero saluto, Gianni

  • Eva

    Adriano hai fatto la cosa giusta !! Sei il num 1 ! Sono d’accordo con te !!

  • mimaz

    Non ? un commento all’articolo, ma solo l’approvazione alla tua affermazione sui treni nella prima puntata di San Remo. Non servono soltanto i super treni, ma anche i treni “lenti” che ci consentono di ammirare le bellezze del paesaggio.
    Associazione Ferrovia Valle Metauro http://www.ferroviafvm.it
    Oltre 10 anni di lotte: manifestazioni, convegni, raccolte firme e soprattutto lavoro per non far sommergere i binari dalla vegetazione.
    Il “treno dei desideri” ? ripristinare la ferrovia Fano Urbino.

  • nella

    Carissimo Adriano Celentano, non ? vero che i preti non parlano mai di speranza e della vita eterna che attende ognuno di noi, ti invito a venire ed ascoltare attentamente qualche predica del nostro sensibile, colto e profondo pievano, che si chiama come te, ma di cui tu non hai purtroppo niente.

  • Lucilla

    Carissimo Adriano Celentano,
    finalmente ti ho rivisto in tv si ? realizzato il mio sogno che aspettavo da tanto tempo, per? vogliamo parlare della valanga di polemiche che si ? abbattuta come un uragano il giorno dopo la 1? serata? Cosa dici Adriano ne parliamo o forse meglio lasciar perdere, tanto ogni volta che tu vai in tv succede sempre la stessa cosa. Ma tu lo sai che io TI ADORO e TI AMO IMMENSAMENTE! quanlunque cosa tu faccia o dica l’ammirazione per te rimarr? sempre e comunque. Ciao dalla tua sempre super fan Lucilla di Ancona

  • Guido Musco

    Ciao Adriano,
    entra nel mio sito (guido musco.it), potresti trovare qualcosa di interessante, come ad esempio l’articolo sulla “Crisi” o l’articolo sulla “Morte”.
    Guido

  • ANDREA

    Ha avuto davvero senso fare e soprattutto dire tutto ci? che hai detto ieri???Io per te ho sempre nutrito un profondo interesse, ho quasi sempre condiviso le tue idee ma ieri no. Era necessario attaccare tutti i preti, generalizzando, criticando prediche, messaggi, libere opinioni??? Tu, primo difensore della libert?, usi il tuo spazio di celebrit? per andar contro tutto e tutti. Sei arrivato a sostenere la chiusura di Avvvenire e Famiglia Cristiana. Dov’? il rispetto in tutto ci?? Dove la libert? per cui ti batti? Giornali e riviste che, atuo dire, si occupano delle beghe del mondo e non del messaggio autentico di cui dovrebbero farsi promotori. No, non posso accettarlo. Non posso credere che la fede ti abbia portato a questo. Famiglia Cristiana a mio parere trasmette tutti quei messaggi cristiani affermando che il credente non vive in suo modo a parte ma guarda con interesse anche alle “beghe” del mondo. Ovviamente egli le interpreta a suo modo. Ma non vive in un’altra dimensione…Ho letto l’articolo della Zambonini. Le sue erano semplici idee, sotto certi aspetti condivisibili.Perch? una compensa cos? alta in tale momento di sobriet??Perch? una generosit? cos? pubblicizzata e non meditata all’oscuro dalle telecamere? Perch? dividere il cachet tra quelle sette citt?? Perch? trasformare tutto in una lotteria?Semplici quesiti. Avresti potuto rispondere con stile, nel reciproco rispetto. Avresti potuto ribattere ma non offendere in quel modo. . Avrai preso un applauso in pi?, magari ti sarai tolto una soddisfazione. Ma credo che molti davanti al televisore, increduli, abbiano pensato…adesso ci si mette pure lui. Hai perso un’occasione. Buona continuazione e ti auguro ancora una vita piena di soddisfazioni e di nuove scoperte.

  • Cesario

    Vorrei essere aiutato a farmi fare fuori, vorrei un bel pedinamento pericoloso, veleno nelle gomme, e piloti e taxisti inesistenti, ologrammi che mi scarnificano… Celent?, iutimi… ho pressapoco queste idee…

    http://www.youtube.com/watch?v=b9bhyHDCt04&noredirect=1

  • Claudio

    Ciao Adriano vuoi volare alto o basso?

    Parli di Paradiso Ok
    A tal prosito dal Canto 11 (XI) del Paradiso dell a DIVINA COMMEDIA di Dante Alighieri. San Francesco, San Domenico e la ricchezza spirituale.

    canto d el 1300 ma attualissimo!

    Se allora vuoi volare alto e comunica su tutti i media che rinunci al tuo compenso per Sanremo e vuoi continuare il tuo impegno e allora si che sari ricordato da tutti come il grandissi ADRIANO CELENTANO che vola alto.

    Claudio

  • carmelo

    Signor Celentano Adriano, Buonasera, ieri sera 14 febbraio 2012 ho seguito Sanremo; Le do un consiglio! Si limiti a cantare, Lei canta bene, al pubblico piace come canta!

  • domenico

    CELENTANO DEVE CHIEDERE SCUSA ? FORSE FINO A IERI LE AVREI PRETESE ANCH’IO DAL RE DEGLI IGNORANTI CHE, DA OGGI, NON CHIEDO PIU’…LA CHIESA DEVE CHIEDERE SCUSA PER L’ELETTROSMOG DI RADIO VATICANA…RADIO MARIA DEVE CHIEDERE SCUSA PER L’ELETTROSMOG DEI RIPETITORI AD ALTA POTENZA: REATI SEMPRE IN CORSO DI ESECUZIONE E NESSUNO DICE NIENTE…SENZA CONTARE LA VICENDA PERSONALE CHE DIRE VERGOGNOSA E’ UN COMPLIMENTO, CREDETEMII NON E’ LA FARNETICAZIONE DI UN VISIONARIO: DAL 1986 CHE CHIEDO AL MINISTERO PREPOSTO ( PRIMA DELLE COMUNICAZIONI E POI DELLO SVILUPPO ECONOMICO) DI POTER FAR UNA MODESTISSIMA EMITTENTE LOCALE…DAL 1986, ALTRO CHE BAVAGLIO E CENSURA…E SE PROPRIO CELENTANO VUOL FARE VERAMENTE IL BOTTO: IL PROBLEMA IN ITALIA SONO LE ANTENNE RADIO TELEVISIVE…ATTACCANDO QUELLE SI ATTACCA VERAMENTE IL POTERE…DA NON DIMENTICARE IL GOLPE DI BERLUSCONI CON LA LEGGE 223/90 (LEGGE MAMM?) IL VERO E UNICO GOLPE ITALIANO…AUGURI ADRIANO E LUNGA VITA

  • federico

    La Madonna sempre dice: “Dio giudicher? loro com’erano come sacerdoti, ma giudicher? anche il nostro comportamento con i sacerdoti”.
    Lei dice: “Loro non hanno bisogno del vostro giudizio e delle vostre critiche.
    Loro hanno bisogno della vostra preghiera e del vostro amore!”.
    La Madonna dice: “Se voi perdete il rispetto per i vostri sacerdoti, piano piano perdete il rispetto per la Chiesa e dopo p…er il Signore?. Per questo io chiedo sempre ai pellegrini, quando arrivano qui a Medjugorje: “Per favore, quando tornate nelle vostre parrocchie, fate vedere agli altri come ci si deve comportare con i sacerdoti! Voi che siete stati qui alla scuola della Madonna, voi, dovete dare l’esempio del rispetto e dell’amore che dobbiamo ai nostri sacerdoti, assieme alle nostre preghiere”. Per questo vi prego con tutto il cuore
    Mi dispiace che non vi posso spiegare di pi?.
    ? molto importante in questo nostro tempo che torniamo al rispetto che c’era per i sacerdoti, e che avete dimenticato, e quell’amore alla preghiera. Perch? ? molto facile criticare qualcuno, ma un cristiano non critica! Uno che ama Ges?, non critica! Prende il rosario e prega per il suo fratello! Questo non ? facile! La Madonna vuole che noi torniamo a pregare il Rosario nelle famiglie.
    Lei dice che non c’? niente che pu? unire le famiglie, come quando si prega insieme! E Lei dice che i genitori hanno una grande responsabilit? di fronte ai loro figli. Perch? i genitori sono quelli che devono mettere l’alito della fede nei cuori dei loro figli! Questo lo possono fare solo se pregano insieme e se vanno alla Santa Messa insieme. ” (Mirjana)
    E’ questo il punto che Celentano ha sbagliato e deve correggere e precisare. La Chiesa ? Santa, fondata su Pietro e ricolma di SANTI SACERDOTI che necessitano il nostro rispetto e il nostro supporto oltre che la nostra preghiera. La nostra Chiesa ? la nostra casa, la nostra fmiglia, noi siamo la Chiesa,noi, membra del corpo Mistico di Cristo. Celentano ha abbastanza fede, inteligenza e sensibilit? per correggere questo punto. E’ doveroso ! Su tutto il resto Adriano sei stato GRANDE !!! TI VOGLIO BENE !!!

  • luca

    Carissimo Adriano, due righe veloci veloci che potrebbero essere un suggerimento… per rispondere a tutti i critici e alle critiche che molta gente comune ti ha fatto in relazione ai soldi pubblici che hai giustamente guadagnato e che per tua morale hai voluto dare per met? a chi ne ha bisogno…perch? non proponi che tutti coloro che “guadagnano”soldi pubblici (testate giornalistiche, partiti politici, politici, dirigenti comunali ultrapagati, dirigenti statali ultrapagati..non proseguo ma la lista ? lunga) non danno i loro “introiti” in beneficenza per met? come hai fatto te… sarebbe giusto equipararci al resto d’europa con questi stipendi?
    Saluti

  • Alex

    L’Italia non ? un paese povero, ma un povero paese
    (C. Degaulle)

  • Leonardo

    “questo spot pu? essere dannoso solo per chi guarda in televisione le performance di celentano senza cognizione di causa…. io personalmente sono convinto che al massimo questo spot potrebbe essere pi? dannoso se inserito nel vivo del festival durante lo spettacolo di celentano quando l’ audience ? presa dallo spettacolo lo share percui potrebbe diminuire…tuttavia io non credo che questo possa in alcun modo lesionare l’ azienda. L’ idea forse non piace alla rai ma dopotutto personaggi come celentano sono sempre per certi versi scomodi a queste grandi aziende perch? sollevano sempre grandi polveroni di polemiche che a mio avviso smuovono i telespettatori dal divano facendogli cogliere ci? che giace dietro il falso e futile nozionismo offerto da tanti programmi tele. e da “alcune” reti televisive.

  • Leonardo

    Qualcuno risponda (esprimendo una propria opinione) al mio commento sotto, perfavore, sempre che secondo chi lo legger? sia degno di una qualche risposta

  • giorgio catellani

    Adriano volevo dirti che sono pienamente d’accordo su quello che hai detto a san remo.Solo gli ipocriti possono contestarti ma a loro rispondo di leggersi il volume di gianluigi nuzzi VATICANO SPA CIAO CONTINUA COSI’ SEI GRANDE

  • RICCARDO

    NON SO’ SE CELENTANO RIESCE A LEGGERE QUESTA COMUNICAZIONE
    IO SONO UN GRANDE AMMIRATORE DI CELENTANO A LIVELLO ARTISTICO E UMANO MA LA PRIMA SERATA DEL FESTIVAL NON SO’ SE CELENTANO E’ ARRIVATO ALLA SUA SANTITA’ OPPURE ERA UN FALSO PROFETA CERTO FORSE A DETTO DELLE VERITA’ MA CON LA DIVERSITA’ DI PUBBLICO CHE SEGUE IL FESTIVAL QUELLE PAROLE SONO PERICOLOSISSIME ADESSO UN CONSIGLIO PER CELENTANO IO CREDO CHE PER SALVARE LA SUA ALTISSIMA E INFINITA VENA ARTISTICA E LASCIARE CHE OGNUNO SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITA’ SOCIALI CREDO CHE IL SUO INTERVENTO LO FACCIA ALL’ULTIMA SERATA SOLO CON UNA CANZONE E CHIEDE COME UN SOFFIO DI VENTO SCUSA A PUPO A MORANDI E ALLA PLATEA SOCIALE E CREDO CHE IL SUO NOME RIMARRA’ SEMPRE GRANDE NEL SENSO POSITIVO PER CHI RIMANE

  • mary moscaliova

    Immensita`.
    Ecco, Adriano ha finalmente svelato il suo vero nome.
    E` spettacolo, questo. Questo e` il vero spettacolo. Cosi` dovrebbe essere tutta la tv: un capolavoro di verita` e maestria. L’arte piu` antica e la tecnica piu` moderna. E la rockpolitik in azione: si`, tutto fa show, anche la politica, tutto ha senso e tutto fa show se c’e` di mezzo un genio. Tutto curato nei minimi particolari – la luce, la scenografia, la regia, il balletto (si`, quel mucchio umano era il balletto, ed era di prima classe, e l’apparizione di Adriano il Sopravvissuto era proprio fantastica). Quella guerra cosi` vera e poi cosi` spettacolare. Quei Pupo e Morandi rivelatisi ottimi attori (attorno ad Adriano diventano tutti geni). Gli sguardi di Pupo e la faccia di Morandi: azzeccatissimi. Tutto permeato di celentanita` (qualcuno lo aveva detto a proposito di Fantastico e qui lo ripeto). Ma e` cosi` che si parla di problemi, cosi`, con le luci (divine!), la tavola del Re degli ignoranti (i libri ci sono ma stanno per cascare – tutto il sapere e` un po’ storto), con Pupo (sempre piu` piccolo – e poi cosa avranno da dire i critici se ha gia` detto tutto lui? – e infatti ripetono quello che ha detto lui, si` si`), – ma soprattutto con qualcosa di veramente vero in mezzo a tutto questo, con qualcuno che unisce il tutto, che e` il centro.
    Sua Immensita`.
    Con quegli occhi da bambino, quella faccia che fa tic, quel ridere che gli scappa proprio quando viene chiamato Immensita`. Quell’anima vibrante, che ascolta, che sente, che sta cercando, che ha trovato e vuole condividere con gli altri quello che ha trovato, anche se condividere qualcosa con qualcuno e` sempre difficilissimo.
    E sempre l’immensita` rimane.
    Ottimo lavoro. Ottima arte. Ottima tv.

    E ricordiamoci che tutta la vita e` un gioco anche se vengono guerre e terremoti. Che e` soltanto un’anticamera della vita vera.

    E poi – le reazioni della gente? Si`, le reazioni ci saranno. Perche’ se qualcuno stava sonnecchiando e si sveglia perche’ gli hanno rovesciato un secchio d’acqua fredda in testa, – ecco, quel qualcuno reagira` eccome, e non importa se c’era il genio a svegliarlo oppure no. In ogni caso rimarra` sgradito.

    E non dimentichiamoci che Gesu` non era soltanto PER tutti. Era anche un po’ CONTRO tutti.

    PS. E che colori! E che vestiti!! No, quel capolavoro e` degno di ben altra recensione, curata nei minimi particolari come il capolavoro stesso. Trasmissione nella trasmissione. Abbiamo un genio, ragazzi. Siete pro o contro, ma abbiamo un genio. E… e chi altro sarebbe cosi` forte e cosi` giovane?

    E poi. Siamo tutti vivi. Diventeremo tutti vecchi – eh, forse no, ma in ogni caso abbiamo sempre delle debolezze da affrontare. Tutti abbiamo l’aldila` davanti – la morte davanti e l’aldila` davanti. E allora, caspita, e` questo il piu` importante. E` questo che vogliamo capire, che vogliamo arrangiare, avere un po’ di sicurezza, vogliamo – eh, vogliamo informarsi. Domande da bambini? Ma sono sempre le piu` importanti, domande da bambini. Ecco, avendolo davanti, avendo Adriano davanti, possiamo capire qualcosa, possiamo informarsi. Abbiamo questa possibilita`. E informiamoci, allora, informiamoci finche’ non sia troppo tardi.

  • Luciano

    Buongiorno Sig. Celentano.
    Vorrei lasciare un commento riguardo alle sue dichiarazioni nella prima serata del Festival di Sanremo.
    Apprezzo molto le cose che ha detto anche con le sue canzoni. Leggo la Bibbia e non posso che essere d’accordo sul fatto che bisogna dire le cose che in Essa sono scritte. Soprattutto da parte di chi dice di esserne il portavoce.
    Ho notato che ha buona conoscenza delle scritture credo anche che essendo una persona molto intelligente e riflessiva potrebbe voler riflettere su questo: Alla prima coppia umana Dio disse: ?Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite la terra?. (Genesi 1:28; Atti 17:26) Adamo fu il primo di una nuova specie, una forma di vita terrena in grado di conoscere Dio e servirlo fedelmente. Doveva generare una razza di esseri umani la cui dimora sarebbe stata la terra. ?Riguardo ai cieli, i cieli appartengono a Geova, ma la terra l?ha data ai figli degli uomini?. ??Salmo 115:16.
    Normalmente le persone non vogliono morire; la morte non ? una cosa naturale per gli esseri umani. Dio menzion? la morte ad Adamo solo per dire che quella era la punizione in caso di disubbidienza. Se Adamo avesse ubbidito non sarebbe mai morto. ??Genesi 2:17; Romani 5:12.
    Non sorprende quindi che Dio non dicesse ad Adamo che sarebbe andato in cielo. Perci? la terra non doveva essere un banco di prova per stabilire chi era adatto per il cielo. L?uomo fu creato per vivere per sempre sulla terra: questo ? il proposito di Dio e si adempir?. La Bibbia promette che ?i giusti stessi possederanno la terra, e risiederanno su di essa per sempre?. (Salmo 37:29)
    La incoraggio a prendere in esame i passi Biblici citati, e ad ascoltare i prossimi testimoni di Geova che busseranno alla sua porta.
    La ringrazio per l’attenzione.
    Cordiali saluti.

  • maddalena

    Carissimo Adriano, in mezzo a questo enorme polverone che si ? scatenato a Sanremo, vorrei che il mio affettuoso pensiero ti arrivi e spero che tu possa leggerlo.Il prezzo che si paga quando si dice la verit?, in qualsiasi ambiente, ? sempre alto.La prima serata all’Ariston sei stato insuperabile, come sempre, perch? rimani fra quei pochissimi che non si piegano al conformismo, all’ipocrisia generale che vuole disegnare un mondo “falsamente pulito”, quando invece ovunque guardiamo, troviamo sporcizia e buio.Vorrei che sapessi che anni fa mandai una mail proprio a Famiglia Cristiana, poich?, leggendo il loro giornale ho riscontrato che di tutto parlano tranne che di fede, di Ges?, ma si occupano di politica, economia, attualit? e ci? che mi indign?, da cattolica praticante, fu che con un articolo da basso gossip, commentarono le vicende personali di Berlusconi, tacciandolo di essere “un malato irrecuperabile”. Io non appartengo ad alcun schieramento politico, gli scrissi, ma, umilmente, a quel “partito di nostro Signore”, che ci insegna a non giudicare nessuno.E per giunta, un giornale che si definisce cattolico, usa questi epiteti forti, ergendosi anche a psicanalisti.Gli dissi piuttosto di alzare la voce contro l’aborto o contro quei preti che si macchiano dell’atrocit? della pedofilia.Hai anche ragione, ahim?, quando dici che molti sacerdoti non parlano alla gente del vero traguardo che ci attende dopo questo passaggio sulla terra.Mi hanno molto colpito queste tue parole…Se il proprio cuore ? pulito ed umile, non dovrebbe nessuno sentirsi offeso,anzi, sentire un tuffo al cuore e meditare su questo bellissimo messaggio che hai dato, ma che i miseri e duri di cuore non hanno accolto come va fatto.Grazie immensamente e vai avanti.
    Che Dio ti benedica.

  • lucia

    Guardi Celentano…io condivido tutto quello che lei ha detto…? quello che pensiamo e diciamo tutti ogni giorno…tutto questo casino ? solo pura ipocrisia…la volgarit? di Belen per? non viene stigmatizzata da nessuno…w la sobriet? della canalisdove sono i vescovi e i vertici delle rai?

  • Nico

    Caro, anzi carissimo Adriano,
    Scusa se posto il mio commento in questa parte del sito….non sapevo come contattarTi.
    Riprendo:
    Caro, anzi carissimo Adriano,
    ma che cosa ti st? succedendo?

    L?altra sera ho visto in tv la prima del Festival di Sanremo.

    Francamente, la prima impressione che ho avuto (ne faccio ammenda!) ? stata quella di pensare che si trattava di una deliberata manovra per aumentare l?audience del programma.

    Se cos? fosse? non proseguire nella lettura: le cose che vorrei dirTi ?. non Ti interesserebbero.

    Quando – all?inizio dello show – Ti hanno inquadrato in primissimo piamo, ho avuto modo di osser-vare le tante rughe che solcano il Tuo volto. In quel viso ho rivisto quello di mio padre (lui, in real-t?, ? del 1936, quindi un po? pi? anziano!) ed esattamente come quando guardo il suo viso ho prova-to grande ammirazione, rispetto ed un pizzico di tenerezza. Pertanto mi rivolgo a Te con il medesi-mo affetto con il quale mi rivolgerei a lui, mio padre.

    Lo show ? iniziato con immagini molto dure: guerre, devastazioni, umana scelleratezza, insomma dolore. Dolore che sono sicuro Tu provi quotidianamente e che sono altrettanto sicuro provocano in Te tanta angoscia ma, a quanto pare, anche tanta confusione. Confusione ? vero, ma anche deside-rio, desiderio quasi incontenibile di rivalsa verso coloro che quel dolore lo hanno voluto e continua-no – per bieco interesse – a volerlo, deliberatamente.

    Quello stesso dolore che vedo nel volto di mio padre che, quando vede immagini di quel tipo china il capo squotendolo amareggiato come se si chiedesse il perch? di tanto odio e di tanto cinismo e non riuscisse a dare a quella domanda una risposta appagante.

    Io la penso come Te: le guerre (pi? o meno pubblicizzate dai media) che oggi (come in passato) di-laniano questo nostro Pianeta, dovrebbero cessare. Le persone e le genti che oggi abitano questo no-stro Pianeta dovrebbero smettere di provocare tanta reciproca sofferenza. I grandi ed i potenti do-vrebbero farsi portatori di Pace, non di interessi economici. Non basta e non baster? mai, ogni tanto, conferire quei pochi, pochissimi coraggiosi (come, da ultimo, Sirleaf, Gbowee e Karman) che sono riusciti a perseguire nobili ideali (di Pace, di Fratellanza) pubblici riconoscimenti.

    Ebbene, ritengo che Tu (che puoi, e che hai gli strumenti per farlo) faccia benissimo a denunciare queste perverse empiet?.
    Ma allo stesso modo mi chiedo: la Chiesa ? davvero corresponsabile di tanto dolore?
    Lo chiedo perch? guardando il Tuo show dell?altra sera pareva quasi che Tu attribuissi alla Chiesa gran parte della responsabilit?. Probabilmente il vero significato del Tuo intervento al Festival non l?ho capito come ? probabile che di tante altre cose che oggi accadano non ci abbia capito niente.
    Ritengo tuttavia di essere una persona dotata di una media intelligenza, di media capacit? di inter-pretare queste inconsuete forme d?arte. Ma quante tra le persone che hanno visto la prima serata del festival hanno avuto le mie medesime perplessit?? E mi riferisco soprattutto a quelli pi? giovani, a-gli adolescenti (che hanno gi? i loro problemi) e che vedendo il Tuo sfogo dell?altra sera potrebbero non comprendere fino in fondo il significato delle Tue denunce.
    Ti invito a riflettere su questo.
    Ho sentito numerose interviste fatte a persone incontrate sulla strada e molte di queste erano rivolte a ragazzi e ragazze molto giovani. Ebbene molti di questi ragazzi hanno apprezzato il Tuo show ma mi ? parso che il loro apprezzamento derivasse soltanto dal turbinio di emozioni che hai loro susci-tato e non da una lucida analisi del vero significato delle Tue parole. Molti di quei ragazzi potrebbe-ro essere Tuoi figli (alcuni addirittura nipoti). Ebbene ? questo che vogliamo insegnare loro?

    Vogliamo davvero convincerli a detestare la Chiesa ed i suoi sacerdoti?
    L?italiano, lo sai bene, purtroppo spesso fa di ?tutta l?erba un fascio? ed i giovani (italiani anche lo-ro) confusi e strapazzati dalla contradditoriet? dei messaggi televisivi non possono non rimanere colpiti dal Tuo messaggio. Ma devi chiederTi: lo hanno capito fino in fondo? oppure la crudezza del tuo monologo, l?asprezza delle Tue affermazioni hanno contribuito a confonderli ancora di pi??
    Andare in tv implica, in personaggi del Tuo calibro, una grande responsabilit? cio? quella di infon-dere nella gente, nel popolo (al quale sono sicuro sei tanto affezionato) idee e atteggiamenti che non possono non riverberarsi nel loro quotidiano.
    Ebbene il messaggio che l?altra sera per molti di questi giovani ? passato ? sbagliato!!
    La Chiesa non ? (e lo sai bene) un mostro che contribuisce a rendere la nostra civilt? ancora peggio-re di quanto gi? non sia.
    Non sono un ingenuo, so che molti sacerdoti hanno sbagliato e continuano ogni giorno a sbagliare ma?.chiediti: sono sbagli della Chiesa o soltanto di alcune perone che in essa operano? Non ritieni pi? coerente alla verit? spiegare a tutti (ma, soprattutto ai pi? giovani) che nella vita si deve impara-re a distinguere l?errore di pochi sacerdoti dal complessivo messaggio di bene che muove oggi la Chiesa nel mondo?
    Alcuni preti – hai detto – non parlano (immagino ti riferissi alle omelie durante la messa) del Paradi-so. Non parlano della promessa di vita (eterna) che ? contenuta nel Vangelo.
    Mi chiedo: ma quali parrocchie frequenti? Il mio parroco e tutti i miei amici sacerdoti praticamente non parlano d?altro.
    Qualche tempo fa dopo aver redarguito un mio caro amico sacerdote sulle conseguenze per la poca cura per la propria salute (non voleva andare a comprarsi un cappotto che lo difendesse dal freddo di questi giorni) mi ha risposto: Non ho tempo! E poi la Vita vera ? da un?altra parte (si riferiva certamente a quella promessa del Vangelo!) quindi lasciami fare e non farmi perdere tempo: ho mille cose pi? importanti da fare prima di sera! Un prete di provincia come tantissimi altri.

    Tu che puoi, spiega al mondo che di queste persone ci sono??.e sono la maggior parte.

    I vescovi (e concludo) Ti hanno chiesto di scusarTI pubblicamente per il tuo monologo dell?altra se-ra. Ebbene Ti dico: Non scusarTi con i vescovi?loro come me Ti hanno gi? perdonato!
    ScusaTi invece con i giovani che dalle Tue parole potrebbero aver colto un messaggio sbagliato.
    Adriano, loro hanno diritto a conoscere tutti gli aspetti della verit? e noi non dobbiamo confonder loro le idee con analisi solo parziali dei fatti che accadono e che sempre pi? li riguardano.

    Ho infine apprezzato la tua volont? di dare in beneficienza il tuo compenso per la partecipazione a Sanremo. Ma mi chiedo: non sarebbe stato meglio tenere solo per Te questo intendimento. Qualche malizioso potrebbe assimiliarTi a certi ?sepolcri imbiancati? (vedi Matteo 23,27) !!
    Un affettuoso saluto.
    Nico.

  • giovanni iannacone

    Mi chiamo GIOVANNI IANNACONE, nato il 25-01-1952, invalido civile al 60%, affetto da Displasia fibrosa. Ho lavorato come custode notturno presso la S.G.A.M. LETE E PRATA, dal 14-10-1993 al 06-08-2003, con contratto a tempo indeterminato con inquadramento riferito alla categoria dei lavoratori del settore alimentare. Ricordo bene la data del primo giorno di lavoro: un maledetto venerd?!
    Fin dall?inizio ? stata molto dura! Lavoravo dalle 23,30 alle 7,30, dal luned? al gioved? con riposo il venerd?, rientrando il sabato alle 17,30 e rimanendo da solo, recluso in azienda, senza uscire per 48 ore consecutive, fino alle 8,00 del luned? mattina. Tornavo a casa dopo 2 giorni e 2 notti, ed addirittura alcune volte ho visto la mia famiglia dopo 5 giorni e 5 notti consecutive sempre da solo in azienda! In tali circostanze, mia moglie ed i miei figli mi portavano del cibo fuori il cancello d?ingresso, sostando per poco attimi, quasi come fossi un detenuto! Il mio datore di lavoro, mi considerava come una bestia selvatica, non preoccupandosi di nulla, facendomi lavorare alle intemperie in una zona come Pratella (CE), dove in inverno la temperatura ? pari a -0?C circa! Questi turni massacranti sono durati dall?ottobre del 1993, fino alla fine del 1994!
    Nel 1995 l?azienda ha assunto un altro guardiano non notturno: ALESSANDRO PATERNOSTRO. Tale assunzione non ha modificato i miei turni notturni dal 1995 al 2001, ma il sabato lavoravo dalle 17,30 alle 7,30 della domenica mattina (14 ore!), e rientrando a lavoro la domenica stessa alle 19,30 smontando il luned? mattina alle 7,30 (12 ore!).Devo sottolineare che dal 1993 al 2001 in busta paga non venivano contabilizzate tutte le ore di straordinario, le ferie, i giorni festivi, e le indennit? notturne!
    Le mansioni che svolgevo non erano solo quelle di custode notturno. Esse, infatti, erano:
    1) Custode notturno (alle intemperie )
    2) Addetto alla macinazione delle bottiglie di scarto Pet( alle intemperie )
    3) Addetto alla gestione dei bruciatori delle cosiddette ? Lavatrici da imbottigliamento ? (nel capannone aziendale)
    4) Addetto all?accensione ? Quadri colla ? delle linee Pet e dei forni relativi alla produzioni dei pacchi plastificati
    5) Addetto al carico dei serbatoi per la produzione di Cip
    6) Custodia e cura (nei primi 3 anni di lavoro), dei cavalli di propriet? del datore di lavoro
    7) Custodia e cura dei cani di propriet? del datore di lavoro
    8) Estrazione di chiodi da pedane da riciclare, con l?obbligo di raddrizzare i chiodi per la loro riutilizzazione
    9) Addetto all?innaffiamento di alcune aree verdi
    10) Addetto alla vigilanza notturna delle talpe da giardino (ogni primavera )
    Dal 2001 al 2003 i turni hanno subito variazioni di ogni tipo: ecco perch? mi risulta difficile ricordare precisamente le ore in cui svolgevo tutte le mansioni suddette!
    Tre annotazioni: dal 2001 sono iscritto al sindacato di categoria FLAI CGIL; il medico dell?azienda, nonostante la mia certificata invalidit? richiestami dall?azienda stessa, mi ha ritenuto idoneo alle mansioni che svolgevo; dal novembre del 2003 ? in corso una vertenza sindacale per le ore di straordinario, le ferie, i giorni festivi, e le indennit? notturne non versate,grazie alla quale ho scoperto con l?ausilio dell?Ispettorato del Lavoro da me contattato, che il mio datore di lavoro non ha versato all?Inps ?104.000,00 di contributi!
    Ciliegina sulla torta, lo stress accumulato in questo periodo infernale di lavoro, mi ha provocato un grave infarto nell?estate del 2002, aumentando la mia percentuale di invalidit? al 74%!
    Durante la degenza successiva all?infarto, per un mese consecutivo, ogni giorno il mio datore di lavoro mi inviava a casa il medico fiscale! Dopo la suddetta degenza post-infarto e fino al luglio 2003, ho ripreso a lavorare senza nessuna variazione ne di turno, ne di mansioni!
    In data 26-07-2003 la S.G.A.M. mi comunicava una missiva nella quale per motivi di ristrutturazione aziendale, il nuovo ciclo di lavoro continuo escludeva la mia prestazione di lavoro dal luned? al venerd?. Pertanto l?azienda mi offriva un contratto part-time senza variazione di mansioni, da espletare esclusivamente il sabato e la domenica! Dopo il mio rifiuto il 06-08-2003, l?azienda mi inviava la lettera di licenziamento per giustificato motivo oggettivo (art. 18 Ccnl)!
    Il 05-09-2003 li mio avvocato sindacale FLAI CGIL, fallito il tentativo di conciliazione, impugnava il licenziamento, ritenendolo discriminatorio ed illegittimo, per violazione delle leggi in materia, e privo dei principi di correttezza e buona fede. Non sussisteva,difatti, nessun motivo oggettivo che giustificasse il mio licenziamento, visto che l?azienda non aveva operato altri licenziamenti o riduzioni dell?orario di lavoro, avendo invece provveduto ad assumere ulteriore personale, facendo quotidianamente ricorso al lavoro straordinario dei dipendenti!
    Il giudice del lavoro, dott. ANNA RITA MOTTI, in data 26-04-2005, promulgava la seguente sentenza:
    Accoglie il ricorso ed annulla il licenziamento del sign. GIOVANNI IANNACONE
    Ordina all?azienda S.G.A.M. LETE E PRATA, di reintegrare nel posto di lavoro il ricorrente
    Condanna la S.G.A.M. LETE E PRATA al risarcimento per danno subito dal lavoratore stabilendo un?indennit? commisurata alla retribuzione globale di fatto percepita mensilmente dal ricorrente all?epoca del licenziamento ? pari a ? 1232,44, come da busta paga del mese di luglio 2003 ? e calcolata dal giorno del licenziamento sino all?effettiva reintegra, nonch? al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dalla data di risoluzione sino al ripristino del rapporto
    Condanna la S.G.A.M. LETE E PRATA al pagamento degli interessi sulle suddette somme via via rivalutate dalla data di maturazione delle singole rate di credito al soddisfo
    Condanna la S.G.A.M. LETE E PRATA al pagamento delle spese processuali.

    Dopo tale sentenza il mio datore di lavoro sign. NICOLA ARNONE, non mi ha permesso di rientrare a lavoro, versandomi per? tutti gli stipendi sul mio c/c ogni mese, senza che io lavorassi!
    Ricordo che dopo la mia iscrizione al sindacato, durante un colloquio privato tra me ed il mio datore di lavoro, egli mi ricattava spiegandomi che prima o poi mi avrebbe licenziato, grazie al suo potere economico capace di corrompere chiunque, anche la magistratura!
    Aveva ragione! Nonostante una sentenza di 1?grado schiacciante a mio favore,in appello il 03-12-2008 la suddetta sentenza ? sta del tutto capovolta! Il licenziamento era stato ritenuto come atto oggettivo di giusta causa, in piena rispondenza dell?art. 18 del Ccnl!!!
    Durante tutte le udienze precedenti alla sentenza d?appello, anche il mio legale della FLAI CGIL, notava atteggiamenti a dir poco strani della commissione dei giudici dell?appello! Addirittura uno dei giudici in maniera poco seria e trasparente , durante un?udienza interveniva personalmente affinch? io accettassi un?offerta monetaria irrisoria dell?azienda, in modo da definire un? accordo tra le parti, a tutto vantaggio della societ?. ? grave l?affermazione di tale giudice al mio rifiuto ? Guardi la LETE non la vuole pi? in azienda! Come dobbiamo fare? ?.
    Attualmente sono disoccupato con moglie e figlio a carico! Attendo fiducioso gli esiti del ricorso in Cassazione, di cui si sta gi? occupando il mio avvocato .
    Tuttavia rimane il fatto che la S.G.A.M. LETE E PRATA mi ha sfruttato e moralmente distrutto dal 1993 al 2003, licenziandomi ingiustamente grazie ad una sentenza in appello che ? chiaramente un GRAVE ESEMPIO DI CORRUZZIONE DELLA MAGISTARTURA!!!
    ? GIUSTO CHE IN UNA SOCIETA? CIVILE, UN? IMPRENDITORE POSSA MANIPOLARE LA VITA DEI SUOI DIPENDENTI, DISDEGNANDOLI ED UMILIANDOLI PER ANNI, COME HA FATTO LA la S.G.A.M. LETE E PRATA CON ME, CHE ORA MI RITROVO SENZA LAVORO, E CON TUTTE LE PATOLOGIE CHE HO PRIMA CITATO?
    IL MIO UNICO OBBIETTIVO, OGGI, E? CHE LA MIA TRISTE ESPERIENZA LAVORATIVA SIA NOTA A TUTTI GLI ORGANI GARANTI DEI DIRITTI DEI LAVORATORI E A TUTTI I MASS-MEDIA!!!
    LA DISOCCUPAZIONE CRESCENTE AL SUD ITALIA, NON GIUSTIFICA IL REGIME DITTATORIALE CHE SI E? INSTAURATO DA ANNI NELLA S.G.A.M. LETE E PRATA, LA QUALE NON E? UN ?AZIENDA , MA ASSOMIGLIA AD UN CARCERE DI MASSIMA SICUREZZA PER ERGASTOLANI!!!!!

    IN FEDE

    GIOVANNI IANNACONE

  • angelo

    Molti cattolici hanno interpretato MALE la frase di Adriano con la quale auspicava la chiusura dei giornali ?Avvenire? e Famiglia Cristiana?. Leggo, ogni tanto questi due giornali , che rispetto agli altri sul mercato sono migliori e riterngo che Adriano si sia espresso in Malo modo. A mio avviso ritengo che Lui avesse voluto intendere che ? ANOMALO che la Chiesa come seguace di Pietro, possa possedere degli organi di informazione, che parlino linguaggi diversi dalla parola del Verbo. Tralasciando comunque questo argomento leggo stamane la seguente notizia:

    http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2011/15-dicembre-2011/aaa-casa-san-giuseppe-moscatiin-svendita-napoli-600mila-euro-1902549117232.shtml

    Quindi la signora che occupa l?appartamento di Moscati sar? successivamente soggetta a sfratto. Probabilmente il nuovo proprietario non permetter? pi? l?afflusso di visitatori. Visto che Adriano aveva scelto di aiutare famiglie bisognose di Napoli, potrebbe concordare con il sindaco De Magistris di aiutare la predetta signora, magari comperando l?appartamento in questione lasciandolo per? nella disponibilit? della signora finch? vivente.

    Questo ? tutto spero che chi mi legge riporti la mia ad Adriano Celentano oppure alla sig,ra Claudia Mori

    Un saluto angelo galli

  • iole

    vai avanti,,,,perch? la verit? ? la fonte della fede….

    dalla lettera di martin luther king
    ……”C’? l’idea stranamente irrazionale che nello scorrere del tempo ci sia qualcosa capace di curare qualsiasi male. In realt? il tempo ? neutrale. Lo si pu? usare sia per distruggere che per creare. Mi sto convincendo che gli uomini di cattiva volont? hanno usato il loro tempo con assai maggiore efficacia che non gli uomini di buona volont?. Noi di questa generazione dovremo pentirci non semplicemente delle parole e delle azioni al vetriolo dei cattivi, ma anche dello spaventoso silenzio dei buoni. Dovremo arrivare a capire che il progresso umano non giunge su ruote silenziose, inevitabilmente. Giunge per lo sforzo indefesso e per l’operato persistente di uomini di buona volont? che cooperano con Dio; senza questo duro impegno il tempo diventa esso stesso alleato delle forze della stagnazione sociale. Dobbiamo impiegare il tempo creativamente, e dobbiamo riconoscere che il tempo ? sempre maturo quando si vuole agire bene. E’ ora il momento di avverare la promessa della democrazia e di trasformare questa incombente elegia di tutto il paese in salmo vivificante di fratellanza. ….”

    Non era forse un estremista Ges?? ?Amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano con disprezzo?.
    Forse non era un estremista Amos, per amore della giustizia? ?Che la giustizia scorra come un torrente e l’onest? come un fiume possente?.

  • Rita

    Salve anche se non so a chi!! Infatti la mia speranza sarebbe quella di salutare direttamente Adriano, ma di sicuro non sar? cos?, quindi il mio saluto va a chi legge! Il commento che esprimo ? un enorme GRAZIE ADRIANO, grazie perch? mi hai riportato sulla via di Dio. Quando hai parlato nella prima parte del tuo discorso mi ? sembrato, anzi ne sono sicura che l? c’era il mio dolce babbo, che mi diceva Rita CREDICI io sto bene qui!! Io sono in paradiso, ecco rispondo alle tue domande ed ai tuoi dubbi! La mia, ? la mia storia lunga, dura, complicata ma oggi posso dire che Dio si ? servito di te, Adriano, per dare a me e la mia famiglia un segnale. E’ vero che sono un p? di parte perch? sono stata svezzata con la tua musica e il tuo parlare, ma credimi se dico avercene le palle ad urlare all’uomo BASTA con tutto ci? che ci avvicina al male, allontanandoci dal giusto. TI VOGLIO BENE e continua a far tremare tutti!!! Io sono con te anzi CONTO SU DI TE

  • Paolo

    Ciao Adrino sono contento che almeno qualcuno come Noi riesce ad esprimere le ipocrisie di questa Italia ormai alla mercee di politici e giornalisti. Una vera vergogna! Dove diritti basilari ormai superati da cose molto pi? importanti… Dicono i nostri governanti. La Tua verit? sui preti e le testate clericali sono esatte. Ma purtroppo ormai io che ho 45 anni temo per il futuro di mio figlio, dato in pasto a questo tipo di costituzione. Costituzione una bella parola se seguita alla lettera!!! Ma non e cosi.
    Potrei scrivere ancora e ancora… Mi congratulo con la Tua uscita a Sanremo, sei un grande anzi UN GRANDE.
    Saluti Paolo

  • gennaro guida

    A me, ex cattolico, giornali come quelli citati da Celentano hanno solo contribuito a farmi allontanare dalla Chiesa Ufficiale. Se volete, teneteveli pure, finirete per rimaeere in pochi intimi.

    Gennaro Guida, Firenze

  • Francesco Pasqualini

    Vi segnalo questa splendida canzone di Claudio Rocchi che Adriano potrebbe cantare meravigliosamente a Sanremo

    http://www.youtube.com/watch?v=epf08FTFwwA&feature=related

    Lascia Gesu

    lascia Gesu’, lascialo andare se Gesu’ per te e’qualcosa da pregare.
    lascia Gesu’, lascialo andare se Gesu’ e’ per te qualcosa in cui sperare.
    ehi, io credo in te.
    lascia Gesu’, lascialo andare, puoi seguirlo nell’abbraccio del tuo cuore…
    metti Gesu’ dentro il tuo amore per accorgerti che niente e’ da adorare. ehi, io credo in te.
    ehi, io credo in te…
    lascia Gesu’, lascialo andare, con chi credi di parlare quando preghi…
    ama Gesu’, ama il tuo amore, parli a te, sei tu che hai scritto la tua storia giusto da sempre.

  • Lucilla

    Mio carissimo Adriano Celentano,
    non so pi? cosa dire? Avevo aspettato il tuo ritorno in tv da tanto tempo, ma tutta questa valanga di polemiche, critiche, attacchi da parte di tutti mi ha gettato nella disperazione e nel dolore troppo grande da sopportare, perch? tu Adriano sai quanto tengo a TE! Quanto ti Amo! Io vorrei sapere tu cosa pensi e cosa provi per il fatto di essere stato contestato cos? duramente da tutti i mass-media io so solo che per me sono state coltellate al cuore ogni polemica e critica sono state per me lame taglienti, mi sento ferita a morte. E cos? tutta la gioia, l’attesa per rivederti in tv li st? pagando ora con questa sofferenza che mi strazia il cuore.

    Comunque sappi mio carissimo Celentano che io sar? sempre dalla tua parte anche perch? mi sento daccordissimo su tutto quello che dici e che pensi oltre ad amarti come cantante ti amo anche perch? sei UNICO!
    Il mio sogno di rivederti in tv con un tuo programma temo resti tale, ormai non mi illudo pi?. Ma se il prezzo che devi pagare tu ed io che forse soffro pi? di te ? quello di sopportare tutta la valanga che si abbatte ogni volta che vai in tv, forse preferisco rinunciare ad un programma tutto tuo in tv, ma almeno mi risparmio il dolore delle consegueze per ogni tua apparizione in tv.

    ciao da Lucilla

  • silvia

    Caro Adriano,
    Non trovo un’indirizzo dove scriverti…
    Ti avevo scritto una lettera bellissima ma poi il computer si e’ crashato e l’ho persa… e allora ti faccio un breve riassunto, tanto era troppo lunga e non avresti avuto tempo di leggerla.

    Ti ringrazio infinitamente del grandioso regalo che mi hai fatto, e hai fatto a tutti con la tua recente performance televisiva.

    Mi hai fatto ricordare quanto mi piaceva ascoltare Battiato per ore mentre dipingevo; e quante volte ho suonato i tuoi 45 giri sul giradischi in mogano scassato che mi aveva lasciato zia Maria in eredita’.

    E’ da mio babbo che ho preso la passione per il swing di Duke Ellington, per la voce di Billie Holiday e le pubblicazioni indipendenti degli anni 70 sulla chimica degli addittivi alimentari. E’ sempre stato un “hippy undercover”; sono cresciuta leggendo erbari e cantando “nessuno credera’” con babbo che suonava l’armonica. Mangiavo le viole in giardino, e un giorno babbo mi disse che
    non si poteva fare piu’, che qualcuno lontano aveva lasciato esplodere una centrale radioattiva e il “veleno” era arrivato anche da noi, e era ovunque. Dovetti anche smettere di “cucinare” le foglie e la terra per le bambole, mamma mi dette un po’ di farina.

    Il disco che ho graffiato di piu’ e’ Viola. E ora, a 33 anni, e da troppo tempo lontana da casa, mi ricordo che da piccina sognavo di realizzare quel bellissimo paradiso che canti nella canzone. L’amore circondato dalla natura, nella semplicita’ di una vita svincolata da obblighi imposti. E invece sono in una giungla di cemento che tappa anche il naso, Londra. In perenne esaurimento nervoso per avere un fantastico biglietto da visita, e un conto in banca, con un’unica voce di entrata mensile e miliardi di voci di uscita che la pareggiano ogni volta.
    Mi sono realizzata, si’: sono un bellissimo titolo su un biglietto da visita.

    Io e il mio compagno non vediamo l’ora di tornare alla bellezza delle nostre coste toscane, un po’ deturpate, ma ancora intrise di cultura e risorse; tornare al buonsenso della gente comune che si risvegliera’. Ma ogni anno l’Italia va sempre peggio e decidiamo di restare ancora, e aggiungiamo un’altro canale di informazione alla lista dei preferiti.

    San Remo non lo vedo da piu’ di dieci anni, da prima di lasciare l’Italia avevo gia’ sostituito la televisione con il computer. Ieri, guardando i portali di news Italiani mi ha incuriosito lo stupore/polemica che scaturiva dalla tua performance… forse non si rendono conto che tante persone non si sarebbero neppure ricordate dell’evento musicale se non ci fossi stato tu.
    Ho passato tutta la serata a riguardarmi i pezzi storici di San Remo. Non sai che piacere mi fa vedere che c’e’ ancora in Italia una Grande arte, la musica di contenuto e dei grandi talenti come quelli che ti hanno circondato e supportato martedi’.

    L’immagiane della madre terra Italia nella mente di chi sta lontano si sta sbiadendo, piano piano; si ricorda volentieri cosa era, e si evita di raccontare cosa e’. Si consiglia amici e colleghi di visitare quei posti che si spera siano ancora intatti dal cancro del paese, lontano da spazzature, possibili problemi sociali, inefficienze imbarazzanti, discriminazioni che dilagano..
    Pero’ mi hai riportato un po’ di colore negli occhi, martedi’. Ogni tanto fa bene ripercorrere con la mente, prima di addormentarsi, le cose per le quali ho piacere di essere italiana.

    Un forte abbraccio e grazie per tutte le volte che mi hai fatto sognare e sperare.

    Ti aspetto stasera a Servizio Pubblico! (e fatti una mail privata!!)
    Silvia

  • Jerry

    Adriano ti aspettiamo al Binario 21…

    un piccolo video invito…
    http://youtu.be/-cB7wvjlE3M

    a Sanremo hai parlato di loro, noi che li conosciamo personalmente ti chiediamo di andarli a trovare, di venirci a trovare… senza clamore se vorrai, loro hanno bisogno di sentire la presenza di ognuno di noi, e tu sei Uno di Noi…
    Siamo tutti sulla Torre

  • valentina

    Mi chiamo, Valentina ho 19 anni abito a Casagiove (CE) ho un bisogno disperato di chiedere aiuto e far conoscere la storia di mio padre, vorrei tanto che qualcuno leggendo la mia lettera prendesse a cuore questa storia.
    Mio padre, Ianniello Ciro, ? nato a Casagiove (CE) il 09.09.1961, ex vigile urbano, affetto da nefrite cronica dalla nascita, ha subito un primo trapianto di rene donatogli dal padre il,16.03.1980, presso la clinica Universitaria Saint Luc di Bruxelles (Belgio). Il rene ha funzionato bene per circa dieci anni, poi c?? stato il rigetto .
    Di nuovo trapiantato il 12.09.1990, sempre presso la Clinica suddetta, con un rene donatogli da mia madre. Il nuovo rene funzionava benissimo, dopo un anno dall?intervento, nel 1991 sono nata io.
    Purtroppo, nel 2008, (dopo circa diciotto anni dall?impianto), il rene ha ceduto e mio padre ? tornato a vivere con la dialisi. Pu? immaginare la nostra disperazione! Tanto dolore fisico e sacrifici economici sono andati tutti al vento!
    Ci siamo, allora, attaccati alla speranza di ricevere un nuovo trapianto di rene da cadavere, ma qui in Italia ? impossibile. Il motivo ? che in Italia nessuno Ospedale o Clinica Universitaria ? attrezzato a compiere un terzo trapianto per via dei tre tipi di anticorpi presenti nell?organismo di mio padre: i suoi e quello dei due donatori (padre e moglie). Questo serio e vitale problema ? stato, invece, risolto all?estero. Ma per rivolgerci a qualche Ospedale in Europa ci vogliono tanti soldi che noi, prosciugato ogni riserva, non abbiamo. Con l?aiuto dei miei nonni ed indebitandoci ulteriormente, abbiamo racimolati i soldi necessari per rivolgerci all?Universit? Louis Pasteur (Francia), dove mio padre ? stato ricoverato, per eseguire tutte le preventive analisi, onde ricevere quanto prima il terzo rene da cadavere. Questo potrebbe avverarsi da un momento all?altro, ma noi ci siamo molto preoccupati perch? le nostre misere condizioni economiche non ci permettono di affrontare le grandi spese per il terzo trapianto in Francia e perdere, pertanto, questa vitale possibilit? per mio padre. Spero tanto che qualcuno possa rispondere e aiutarci!
    E far si che possa affrontare un terzo trapianto che lo far? stare ancora con noi.
    Sono veramente avvilita! Non sappiamo a chi rivolgerci; ed a quanto so dai miei genitori non possono chiedere pi? soldi alle banche perch? hanno gia un mutuo, dato che, per affrontare le precedenti operazioni , ne siamo gi? oberati per tutta la vita.
    La ringrazio dal profondo del mio cuore per tutto quello che potr? fare, per ridarci un po? di speranza e serenit? per il mio pap?.
    In attesa di un benevole e cortese riscontro, invio i miei pi? Cordiali Saluti.
    Ianniello Valentina

    Via Manzoni 16
    81022 CASAGIOVE (Caserta)
    Tel.0823/1630451 Cell. 3663054568
    nn so cm contattare adriano celentano…

  • Davide

    Ciao Amici, sono Davide e vi scrivo da Catania, so che non ? facile, volevo chiedervi come e se ? possibile incontrare Adriano Celentano, io ho un figlio gravemente malato e il desiderio mio era quello di incontrarlo.
    Dio si sta usando di Adriano, e sono certo che continuer? a farlo!!
    Fatemi sapere x favore, anche se ci date una risposta negativa.
    Un caro abbraccio da tutta la mia famiglia, ma in particolar modo da parte del piccolo Mattia.
    Con affetto.
    Davide

  • marco

    Ciao a tutti . Vi scrivo come rappresentante del sito di Pierangelo Bertoli . Vorremmo mandare un messaggio direttamente ad Adriano Celentano ma non siamo riusciti a trovare un canale. Potete indicarmi un’indirizzo mail o fax a cui possiamo inviare una comunicazione importante riguardo Sanremo ? GRAZIE !!

  • Tony_pedu

    hO SEGUITO IL DISCORSO DELLA SERA DEL 14 C. M. VERAMENTE BELLO, CONTENUTI VERI E SENZA IPOCRESIA.
    DISPIACE SOLO IL POLVERONE CHE SI E’ LEVATO CONTRO, LE VERE RISPOSTE DEVONO DARLE LORO NON ATTACCANDO CHI DICE LA VERITA’.
    LA CHIESA NEGLI ULTIMI ANNI E’ STATA AL CENTRO DI GRAVI POLEMICHE, PEDOFOLI,CORRUZIONE, INTRIGHI POLITICI DI OGNI GENERE … POCO VICINO ALLE PERSONE BISOGNOSE.
    COME FA UN GREGGE A SEGUIRE IL PROPRIO PASTORE QUANDO QUESTO PENSA AD ALTRO E NON A GOVERNARLO?GRAZIE ADRIANO, SAPPI CHE IN QUESTO DESERTO NON SEI SOLO, OGGI LA GENTE HA OCCHI E ORECCHIE PER SAPERE CHE LE COSE SONO COME TU LE RACCONTI E PER QUESTO SIAMO CON TE…

  • Mirella

    Buonasera , personalmente non credo che mandare in onda questo spot fosse dannoso per l’Azienda Rai1, al contrario dimostra che il publico italiano ascolta con molta attenzione tutto quello che dice l’ artista Adriano Celentano, io non condivido gli attacchi che fanno a Celentano,ma…si s? che dire la verit? spesso e volentieri portano gli ipocriti ad attaccare perch? sono impauriti quando invece dovrebbero aprire gli occhi, all’artista Celentano v? tutta la mia ammirazione sia come donna , ma soprattutto come Madre di un ragazzo Autistico-Dislessico-Interdetto che si sforza di cantare e pronunciare i testi delle canzoni di Celentano, concludo dicendo ,se Celentano f? stare bene mio figlio, io sono con l’artista.

  • Maria

    Bravo Celentano che ha parlato Di Ges? e del paradiso!!!!
    finalmente qualcuno che ama cos? tanto Ges? ed il vangelo da portarlo a SAN REMO!!!

  • Malena Siracusa

    Viviamo in un paese indottrinato da informazioni mediatico-religiose che rendono malate le menti.Viva la libert? di parola come quel coglione ospite a pomeriggio5 di avvenire si loda.Adriano e Claudia due veri miti!

  • Salvatore

    ?Se potessi cantare davvero
    canterei veramente per tutti,
    canterei le gioie ed i lutti
    e il mio canto sarebbe sincero.
    Ma se canto cos? io non piaccio,
    devo fare per forza il pagliaccio!
    E allora…
    Suona chitarra, falli divertire,
    suona chitarra, non farli mai pensare
    al buio, alla paura,
    al dubbio, alla censura,
    agli scandali, alla fame,
    all?uomo come un cane
    schiacciato e calpestato.
    E allora…
    Suona chitarra, falli divertire,
    suona chitarra, non farli mai pensare
    suona chitarra mia.
    E tutti in allegria.
    Se potessi cantare io sento
    che sarei veramente contento
    ed il canto sarebbe qualcosa,
    la chitarra sarebbe una sposa.
    Ma io debbo soltanto piacere,
    divertire la gente e scherzare!
    E allora…
    Suona chitarra, suona i tuoi accordi,
    suona pi? forte che si diventi sordi.
    Tutto ? gi? passato,
    ? gi? dimenticato
    e solo chi oggi ? buono
    domani avr? il perdono,
    il foglio del condono!
    E allora…
    Suona chitarra, falli divertire,
    suona chitarra, non farli mai pensare
    suona chitarra ancora.
    E tutti alla malora!
    E allora…
    Suona chitarra, falli divertire,
    suona chitarra, non farli mai pensare,
    suona chitarra, forte i tuoi accordi,
    suona pi? forte che si diventi sordi.
    Suona chitarra, suona chitarra, suona chitarra…?
    Suona chitarra – Giorgio Gaber.

    La gente non vuole pi? ascoltare. E allora ? questo quello che vorrei sentirti dire e cantare la prossima volta che sali sul palco di Sanremo,

    Tuo Salvatore.

    P.S: scrivo qui perch? non trovo altro posto.

  • roberta

    in realt? non commento l’articolo, avevo solo una gran voglia di fare i miei personali complimenti a questo grande artista…ARTISTA…che ? il Sig.Celentano. Complimenti che estendo a tutta la famiglia. Mi domando come si possa, invece di elogiare, polemizzare sull’intervento di Celentano…io non ho guardato San Remo non dall’inizio almeno…ho cambiato per vedere e c’era proprio Celentano che cominciava la sua performance. Non sono riuscita a staccare occhi e orecchi dalla tv…? stato bellissimo, ? passato in attimo…poi ? finito e ho proprio spento neanche cambiato…tanto che c’? da vedere se non inutilt e ipocrita pettegolezz? Ecco perch? l’Italia ? messa. La gente non ascolta e non sa interpretare quello che vede, non distingue un sermone da una esternazione e bla, bla , bla vorrei dire mille altre cose…ma ci tenevo a dire che Lei non deve delle scuse a nessuno ed ? deprimente tutta questa sterile polemica. Che tristezza. Non chieda scusa a nessuno…quello che ha detto ? semplice e chiaro e soprattutto ? una sua opinione …l’hanna chiamata anche per questo no?

  • RoccoMazzone

    Caro Adriano,
    Ho seguito con molta attenzione il Tuo intervento di marted? u.s. al Festival di Sanremo, cos? come le critiche ?gratuite? che Ti sono piombate il giorno successivo.
    Riscontro l?ipocrisia delle persone che invitano Adriano Celentano, gi? consapevoli di quello che potrebbe accadere e poi si dissociano??..
    Gi? l?ipocrisia??.. Un?epidemia pi? grave della peste che si abbatt? nel medioevo?..
    D?altronde ? costume italiano andare dove ti porta il vento, o come si dice fare il voltagabbana.
    Vorrei fare alcune considerazioni, forse banali, alle critiche che Ti hanno rivolto dopo il Tuo intervento di marted? scorso?.
    Credo che la Chiesa si sia risentita perch? non effettivamente no conosce il vero progetto di Dio. Loro parlano di certezza di resurrezione, ma nelle preghiere si parla di “speranza di resurrezioe”. Direi una leggera confusione. E Tu ne hai colto il segno?.Loro, evidentemente, non potendo dare risposte ?celestiali? si nascondono occupandosi di politica o di altro che nulla attiene alla missione che la Chiesa, fin dalla venuta di Cristo sulla terra, ? tenuta a portare a termine. Penso che il Film ?Il Nome della Rosa? la dica lunga su quello che era la Chiesa un tempo, e di come poco sia cambiata oggi. I preti pedofili sono un?atroce realt?. Ma ne parlano velatamente?. Anzi, si confessano e si assolvono fra di loro, in attesa della Giustizia Divina???? e chi Ti scrive ? stato sia uno scout che un chierichetto?
    Ora, il POPOLO SOVRANO. Se ? vero che il popolo ? sovrano, allora dovremmo occupare i palazzi del potere ed autogovernarci. Che senso ha avere delle persone che si scelgono da soli?..La nostra non ? democrazia, ma Poliarchia in cui un gruppo di persone decide il destino di una nazione?. Ma non Ti sembra, che volendo fare un paragone molto violento, ci troviamo di fronte ad una Cupola?
    Il popolo sovrano deve sopportare le ingiustizie sociali ed economiche di chi senza essere scelto direttamente decide chi deve pagare di pi? o di meno, chi deve andare in carcere e chi no. Vedi il Parlamento che non manda in carcere chi ruba i soldi del Popolo Sovrano.
    E? come il mafioso?.Fa pagare agli altri le proprie colpe?..
    Un altro esempio sono le guerre?.. Pierangelo Bertoli in una canzone diceva: ?Perch? a stare i trincea sono gli uomini normali, non i capi di stato o generali, perch? a stare in trincea sono gli uomini normali, non i vescovi e neanche i cardinali??
    E’ cos?, sempre………..
    Rocco Mazzone

  • nella

    Carissimo Adriano Celentano, non ? vero che i preti non parlano mai di speranza e della vita eterna che attende ognuno di noi: ti invito ad ascoltare con attenzione qualche omelia del nostro sensibile, profondo e colto pievano, che si chiama come te ma di cui tu purtroppo non hai niente.

  • nella

    Carissimo Adriano Celentano, non ? vero che i preti non parlano mai di speranza e della vita eterna che attende ognuno di noi: ti invito ad ascoltare con attenzione qualche omelia del nostro sensibile, profondo e colto pievano, che si chiama come te ma di cui tu purtroppo non hai niente. Continuate a cestinare questo commento…

  • Mario Barison

    “Ut in omnibus glorificetur Deus” (Affinch? in ogni cosa sia glorificato Dio)

    Carissimo vecchietto da “rottamazione”,penso che sarai ormai stanco di tutte le provocazioni che stai sputando dal palcoscenico e pur ammirando la tua musica,mi sento veramente deluso delle tue “omelie”.
    Ti consiglio di ritirarti per un periodo in convento onde meditare le gloriose cazzate che hai vomitate verso milioni di telespettatori e mi auguro che la tua “carit?”sia fatta in silenzio.
    Non voglio giudicarti,ma prego per te,perch? tu possa ravvederti e chiedere scusa a chi hai solennemente offeso!
    PAX

  • Marina

    A me sembri proprio un vecchio buzzurro, che dice cose insulse.

  • VadoViaOppureResto

    Io sto con Celentano.

  • Bruno Consalter

    Mi piacerebbe condividere con te, alcuni interessanti passaggi del tuo intervento. Le parole non sempre suscitano un concetto diverso, molte volte avverso, ma dovrebbero creare una senso etico preferibile.
    Ciao.

  • Bruno Consalter

    Mi piacerebbe incontrarti per condividere il tuo intervento.
    Le parole non sempre suscitano un concetto diverso, molto spesso avverso, ma dovrebbero stimolare un senso etico, o “civico” preferibile.
    La liberta’ e’ comunicare e, soprattutto sperare, di incontrare una esistenza possibile.

    BRUNO CONSALTER

  • Giuseppe Mincuzzi

    Mi sei piaciuto molto, vorrei, per?, che toccassi anche un’altro tema: “Il finanziamento ai partiti”.
    Tutti quelli che incontro, e sono tanti per l’attivit? che svolgo, sono scandalizzati dalla ricchezza accumulata dai partiti che ne fanno un uso di cui non devono rispondere a nessuno. Eppoi abbiamo gi? fatto un referendum abrogativo cazzo!
    Che si finanzino con il tesseramento, se riescono ad averli veri” e con i lasciti dei “fedelissimi” quando defungono.
    Ciao Adriano non mollare. Giuseppe

  • Claudio

    Mi ? piaciuto,la forza di Celentano ? quella di dire delle VERITA’
    E NON HA PAURA DI NESSUNO. Celentano Grazie

  • franco

    buona giornata
    non seguo san remo, ne la tv.
    tramite internet, ho seguito il suo intervento fatto al festival.
    mi ha fatto piacere per l’ intervento fatto.
    fuori dagli schemi abituali.
    complimenti per il fatto che ha avuto la forza di esprimere il suo pensiero.
    ….forse lucio battisti, ha avuto qualche influenza in ci?.
    non si faccia influenzare dalle critiche di chi vuole sostenere questa societ? e questo sistema di vita.
    nessuno di noi ha la forza di cambaire questa realt?, ma ogniuno di noi ha la forza e la possibilit? di cambiare se stesso; far vivere la veri?, e far vivere il dio in noi.
    buoan giornata

  • luca onori

    ho assistito a Sanremo e non mi ? piaciuta la tua dichiarazione sui cani,
    ti prego di parlarne bene sia per quelli in Italia che nel mondo.
    Grazie
    Luca Onori.

  • ANNA VIVIANI

    ADRIANO E’ “UN GRANDE”..NON AMO SANREMO..IL GIORNO DOPO SONO ANDATA SUL PORTALE RAI.TV X VEDERE IL SUO INTERVENTO..E “VERGOGNOSA SORPRESA!”..”LA TV DI STATO!” AVEVA “CENSURATO TUTTO IL SUO INTERVENTO!!”. IO,VITTIMA DELLA “MALASANITA’ “(5 OPERAZ.IN 3 ANNI) ED ORA “SOTTO IL CALVARIO GIUDIZIARIO” CONTRO “LA MAFIA DEI CAMICI BIANCHI ROMANA”..HO TENTATO IL SUICIDIO X 2 VOLTE,VADO ALLA “CARITAS” DOVE “POSSO TESTIMONIARE CHE MOLTI VOLONTARI “RUBANO CIBO DESTINO A NOI”, “FAMIGLIA CRISTIANA ,AVVENIRE,LA COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO..MI HANNO CHIUSO LA PORTA IN FACCIA!!”..ONORE A LUI,SONO CRISTIANA,MA DIO,GESU’I SANTI,”NON SI RICONOSCEREBBERO “MAI E POI MAI IN QUESTA CHIESA,IN QUESTI PRETI!”..HO BISOGNO DI ? 2.000,00 PER PRENDERE UN PERITO CHIRURGO A MIO FAVORE..NON TROVO LAVORO DA BEN 5 ANNI( DOPO I 40 ANNI SEI FINITA,NONOSTANTE IL MIO C.VITAE ECCEZIONALE E NONOSTANTE MI SIA RESA DISPONIBILE A QUALSIASIASI LAVORO! )..BE’ L’ASSOCIAZIONE CRISTIANA LAVORATORI( TUTTO DEPOSITATO PRESSO IL TRIBUNALE! PRESSO IL MAGISTRATO!) HA FATTO “UNA RACCOLTA FONDI X FARMI AVERE I 2.000,00 EURO. SOLO CHE POI “SE LI SONO “INTASCATI!!!!”. ADRIANO HA DETTO COSE SACROSANTE E TROPPO AVREI POTUTO AGGIUNGERE IO..!! ED E’ STATO L’UNICO CHE HA RICORDATO “LA GRANDEZZA DELLA GRECIA,CULLA DELLA NOSTRA CIVILTA’..ONORE AL POPOLO GRECO!!”. GRAZIE ANNA VIVIANI..P.S.”VOGLIONO LE SCUSE DA LUI!”…”ADRIANO…SONO LORO CHE DEVONO SCUSARSI!!!!”…”UN PRETE BEN NUTRITO CHE PARLA DELLA “FARFALLINA DI BELEN!!”..VERGOGNAAAAAA!!!!!!!.

  • Franz

    Caro Adriano, mio padre (tuo coetaneo) lavorava in tipografia con Bruno Gambarotta. Da voi, ammirando la vostra generazione ed osservandovi, ho imparato ad affrontare onestamente la vita, e sono orgoglioso di avere la certezza di esserci riuscito. Grazie di cuore.
    ?

  • Lucilla

    Carissimo Adriano Celentano,
    ti scrivo questa mattina sabato 18 febbraio 2012 ore 10.25 per dirti che questa sera forse sar? l’ultima volta che ti rived? in diretta sul palco di Sanremo voglio godermi ogni stante di TE! e BASTA! non mi interessano pi? le polemiche i commenti le chiacchiere di nessuno.

    In questi giorni di chiacchiere e di polemiche ne ho sentite troppe che mi hanno ferita come lame taglienti al cuore ho anche pianto ho provato rabbia e dolore per i troppi commenti che mi ha toccato sentire in tv o nei quotidiani o sui vari siti web.

    Ti mando un fortissimo abbraccio e mille baci e se puoi Adriano non te la prendere troppo per le critiche tanto ci sei abituato

    dalla tua superfan lucilla

  • Lucilla

    Adriano Celentano io ti amo, ti adoro sei la mia gioia pi? grande!!!!!!!!!!

    TUTTO IL RESTO NON MI INTERESSA
    le critiche, le polemiche Basta!!!!!!

    MITO LEGGENDA! lascia perdere le critiche

  • claudio grassi alessi

    Vai Adriano non farti intimorire da nessuno..
    Claudio

  • Claudio Partucci

    Caro Adriano, tanto per intenderci : io sono un tua fan e basta.
    In una puntata del Festival di Sanremo, tuttavia e anche se con aria ironica, hai preso per i fondelli Pupo per via della sua altezza. Lo so?che hai voluto scherzare. Pero?ricordati che anche tu sei meridionale e, i meridionali di vecchia tacca erano al
    75% molto bassi di statura. Ringrazia quindi il Signore per non averti annoverato fra questa categoria. Per quanto riguarda il sottoscritto : io sono 1,62 m. di altezza e, nonostante nella mia vita abbia subito spesso soprusi per via della mia eccelsa altezza, sono laureato, parlo escrivo in 5 ligue estere e ho due magnifici figli ( per loro fortuna di 1,80m. di altezza ciascuno). Ti basta ?
    Cordialmente
    Claudio Partucci

  • Alina

    E’ inutile dire quanto io sia pi? convinta dell’agire di Celentano , strumento di Dio, cosciente del mandato missionario.
    Ciao e grazie Alina

  • lupo della sila

    Sar? breve. Anzi brevetto! (ricordi?):
    Le cose che dici parlando, qualunquemente e comunquemente, mettile in rime originali ed …in musica. Poi cantale. Non ti raggiungerebbe nessuna kritica.

  • maria

    non ho visto il festival, ho letto i giornali, ho sentito i TG di ogni estrazione politica, i commenti di gente comune e non: Signor Adriano Celentano: grazie a Lei, abbiamo fatto tutti la figura dei perfetti idioti ITALIANI. lei pensa di aver lasciato dei messaggi ? io credo che l’unico messaggio che rimarr?; saranno le parolacce che Lei ha saputo dire anche grazie ai bei soldini (nostri) che le ha dato la Rai.
    visto dove vanno a finire i soldi che paghiamo per l’abbonamento, il suo monologo mi porta sempre pi? a cambiare canale.
    in quanto all’editoria: siamo sempre noi contribuenti a finanziare i quotidiani e quindi propongo di togliere questo privilegio e ogni quotidiano faccia a proprie spese. almeno se ci sentiamo insultati non avremo anche pagato il conto.
    M. Tessaro

  • Antonio Tarantino

    @ADRIANO CELENTANO…..Segnalo e a te e a tutti la pagina di facebook ” alice nel paese della meraviglie ” dove sono foto tue al limite dell’accettabile da denuncie e querele agli autori dei link e della pagina!!! AGITE IMMEDIATAMETE!!!

  • Antonio Tarantino

    RETTIFICO..LA PAGINA DOVE CI SONO DELLA FOTO DA DENUNCIA E QUERELA.. ? ” ALICE NEL PAESE DELLE MERDAVIGLIE” A @ADRIANO CELENTANO @CLAUDIA MORI @ ROSITA CELENTANO…FATE QUALCOSA GRAZIE!!

  • Andrea Marengoni

    Ciao Adriano. Da cattolico a cattolico, mi permetto di darti del “tu”! Chiss? che cosa combinerai questa sera… Nel frattempo mi permetto qualche breve riflessione sul precedente “intervento” in forma sintetica.
    1. E’ vera una qualche remora nelle omelie a parlare dei “Novissima” (le realt? ultime), per? da qualche tempo in qua ho sentito fare autocritica (ho anche assistito ad alcuni funerali in cui chi celebrava non sapeva nulla del defunto ed in quel caso s? che c’? da stendere un pietoso velo); 2. Circa don Gallo mi sono informato qua e l? e mi ? sembrato di capire (non esprimo giudizi per l’Amor del Cielo) che sia effettivamente da parte degli ultimi ed emarginati, per? non capisco il favore per la liberalizzazione delle droghe leggere (ma sono convintissimo della buona fede di chi la droga comunque la vuole combattere) e l’amicizia con Vasco Rossi, autore di “Siamo solo noi” (forse un tentativo di convertirlo? Boh!); 3. Mi ? parso un pochino esagerato quando detto dei giornali cattolici. Ma lo sai che io nel 1986 ti ho scoperto come uomo di Fede proprio grazie a Famiglia Cristiana e da allora ti ho sempre ammirato proprio per questo? L’articolo si intitolava “Celentano, uomo di Fede, prega cantando”, parlava benissimo dell’album “La Pubblica Ottusit?” ed in particolare del brano “La Luce del Sole” (davvero bellissimo); 4. In ogni caso dimostri davvero una giovinezza interiore ed una vitalit? di spirito straordinarie (questa ? una mia sensazione molto forte e netta); secondo me sei anche una persona in fondo umile, anche se qualche volta il tuo ruolo di provocatore pu? far meno risaltare qualche qualit?. Sull’argomento consiglio “I fioretti del Beato Innocenzo da Berzo”; 5. concludo: meglio testimoniare la propria fede e forse qualche volta eccedere nello sforzo di provocare per far riflettere che vergognarsi di essere cristiani.
    Circa i referendum sembra che sia stata qualche difficolt? “tecnica” secondo quanto scritto a questo link: candidonews.wordpress.com/2012/01/12/referendum-bocciati-erano-scritti-male-e-di-pietro-ha-torto-marcio/”. Di una cosa sono certo: la certezza del Diritto ? pura utopia.
    Andrea Marengoni, 38 anni, Rezzato (BS)

  • Ottavio Zucchetto

    Sono un sacerdote ordinato nel 2007, ho sessant’anni, sono stato sposato, ho due figli e sono vedovo dal 1993. La mia professione era artigiano idraulico fino a giugno del 2007. Non voglio fare commenti voglio solo comunicare. Chiedo solo la possibilit? di inviare i miei pensieri in maniera amicale con Adriano. Non pretendo risposte anche se penso sar? difficile non rispondere. Se rientra nelle intenzioni avere questo tipo di relazione, l’azione corrispondente sar? inviarmi un indirizzo sicuro dal punto di vista della privacy.

  • alfredo pizziol

    Ciao Adriano, ho visto il tuo intervento a Sanremo, mi compiaccio con te per il coraggio che hai avuto nel dire una GRANDE VERITA’.
    Abbiamo visto molti conigli italiani commentare le tue parole, ma purtroppo hanno dimostrato solo la loro ignoranza, ma sopratutto di non conoscere nulla sulla Fede in Dio.
    BRAVO ADRIANO con te ci sono molti di noi che apprezzano ci? che hai detto e spero che il tuo messaggio tocchi il cuore e l’anima di molti che si chiamano Cristiani.
    Essere Profeti oggi parlando di Dio, si rischia il linciaggio, ma la Fede prevale sempre perch? ? LUI stesso che guida.
    Un abbraccio di pace.
    A.P. Pn

  • Stefania

    Carissimo Adriano,
    Ti sto guardando in tv, (18.02.2012) e ti devo ringraziare anche io per quello che hai dichiarato questa sera.
    Penso che questo momento storico e nello specifico, economico che stiamo vivendo ci dovrebbe far capire qualcosa: BASTA!
    Basta nascondersi dietro la politica, ognuno deve prendere atto del suo operato e dichiararlo e mostrarlo alla collettivit?. Ti chiedo scusa per la cattiveria e la furbizia ( di alcuni che hanno utilizzato le tue dichiarazione, per sfruttarle a loro convenienza) dimostrata nei tuoi riguardi.
    Il problema di noi italiani purtroppo ? che ci sono cos? poche persone in questa Nazione che hanno il coraggio di dichiarare quello che realmente pensano.
    Grazie ancora, tu sei uno dei pochi coraggiosi…….. spero che altri come me si risveglino dal limbo del “falso e apparente” e seguano la tua lealt?.
    Grazie di esistere Adriano,

    Stefania

  • Lam

    Per gli insulti arrivati ad Adriano dal pubblico di sanremo stasera, mi sento di scrivere e rivolgergli un pensiero gentile e sentito, dissociandomi da quell’Italia che gli dice “vai a casa”.
    E’ stato un signore, ha sorriso e continuato il suo spettacolo.
    Che persone stiamo diventando… intolleranti e incapaci di ascoltare.
    Celentano non aveva bisogno di denaro, non ? andato a Sanremo per quello o per affermare la sua fama, ? evidente che tutto ci? l’ha gi? avuto.
    Voleva dirci qualcosa, capita o non capita, accettata o meno, era un messaggio per gli italiani e spero che in tanti scrivano per dirgli “grazie”.
    Io non sono credente, tantomento praticante, ma sono convinta che la figura di Ges? sia il miglior insegnamento che sia stato dato all’umanit?, anche lui per?, non tutti l’hanno capito.

  • Antonio Tarantino

    adriano sono stato emozionato ho visto tanta umanit? e hai fatto bene a correggere un po’ e a dire che in democrazia si puo’ esprimere un desiderio…e a chi ti attacava devi dire che la misericordia e la comprensione e il perdono sono gli insegnamenti di gesu’!!! e non si accendono i fuochi!!! e buttare la benzina…fai musica fino a 90 anni io ti seguiro’ sempre e ovunque…sei UN DONO E COME I DONI BISOGNA AMARTI..SEI UN ESSERE UMANO COME NOI PUOI PARLARE PENSARE AVERE DEI DUBBI E PER QUESTO…TI AMO..E QUELLI CHE TI CRITICANO QUANDO DICONO CHE DEVI SOLO CANTARE NON HANNO CAPITO CHE TU CANTI NON CON IL MICROFONO MA CON IL CUORE DI CHI VUOLE….DARE UN SENSO ALLA SUA ESISTENZA!!! …..SEI GRANDE UN MITO….!! SEMPRE….E SE AVESSI PIANTO NESSUNO AVREBBE DETTO NULLA!!! SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE UN TUO FAN…E NON UN “FANATICO” MA BENSI UNO CHE ? CRESCIUTO COLPITO PROPRIO DAL TUO CUORE…E DALLA TUA “VOCAZIONE”…..TI ABBRACCIO FORTE A TE A TUTTO IL CLAN E TUA MOGLIE; LA TUA FAMIGLIA UN GIORNO CI INCONTREREMO TUTTI LASSU’ E POTREMMO PARLARE E VEDERE CIO’ CHE CI ATTIRA DA SEMPRE E GRAZIE DEI AVER PARLATO DI VANGELO E DI GESU’!! MI PIACCIONO CHI PARLA DI GESU’ ? UN UOMO BUONO!!!!….CI VEDREMO LASSU’ SU QUEL CAVALLO BIANCO CHE NON SUDA MAI!!….AD @ADRIANO CELENTANO

  • Marco

    Grazie Adriano,
    cosa deve fare un’artista se non ivitare a riflettere? Inviatare a farsi delle domande? A scrollare un p? le coscienze pigre e dormienti?
    Grazie, perch? tu sei l’artista numero 1 in Italia e non so nel Mondo qanti ce ne sono come te.

    Un abbraccio,

    Marco

  • La Cava Giuseppina

    Volevo farti i complimenti per le tue apparizioni al festival, sei stato un grande…………………. e sempre lo sarai… Cio’ che dici e verita’ pura e se anche ti attaccano sono quasi sicura che dietro dietro la pensano come te… Un Grande Abbraccio a te ………..Con Affetto giusy

  • Sabino

    Mi permetto di ricordarti che pi? di 2000 anni fa il figlio di Dio…Ges?…? venuto sulla Terra per sconfiggere il male annidato negli uomini…c’? riuscito parzialmente….continua con i tuoi messaggi di pace, di amore e di bont?…e ignora gli stupidi…
    Con Affetto Sabino Pastore da Avellino
    Sei Mitico…sia a cantare sia a parlare….^_^

  • diego beltramin

    salve sig. Adriano non so se mai leggera questa cosa , ma io come suo fans e pultroppo solo come fans perch? non sono un’artista anche se mi farebbe piacere che qualcuno mi sentisse per valutare ma non ho i soldi per potermi esibire in qualche posto e comunque le volevo dire che lei lo ? stato lo ? e lo sar? sempre una persona n. 1 mi dispiace solo che dovr? morire senza mai potere dirle che ? parte del mondo e non solo d’italia e quello che dico da un operaio che vorebbe fare tanto ma che si deve accontentare di quello che ha, ? vero sar? insustituibbile quando non praticher? pi? la proffessione e andr? in pensione.
    Io posso solamente salutarla augurarle che possa vivere altri 100 che dico 1000 anni con le idee e le cose che crede perch? nel mio picolissimo sapere la sosterr? moralmente in tutto.
    Se mai legger? questo si ritenga anche invitato a casa mia a pranzo le preparo un pranzetto veneto visto che sono di padova, anzi piove di sacco provincia padova non sono nessuno ma amo la musica.
    La ringrazio molto le le porgo i miei pi? sinceri saluti.

    Diego Beltramin
    via Sampieri7/a
    35028 piove di saccco
    Padova
    Cell: 3472332819
    grazie di esistere

  • maurizio

    buon giorno sig celentano….ho seguito con attenzione e ansia cioe che lei ha detto a san remo….e..posso solo dire una cosa…sa perche tutti anno paura di lei???semplice perche dice la verita’ e la verita fa male….fa male a quele persone che sono pronte ad attaccarla a giudicarla….lei sig celentano ha fatto e detto quello che nessuno o quasi ha la forza e il coraggio di fare….

    non so forse fa male a lei sentire che molti la criticano….ma mi creda ..lei a mio modesto avviso fa la cosa giusta….la verita….ma nessuno vuole ascoltare…nessuno …che peccato….

    ps..sig celentano lei e’ un grande , io vivo in svizzera..e tante cose del mio paese mi fa male…..comunque….grazie che lei che puo ..fa ascoltare la sua voce…

    grazie e continui cosi….maurizio dalla svizzera…

  • Leila

    Sono cresciuta a pane e Adriano
    e continuer? a crescere a pane e Adriano!!!!

    Grazie Adriano
    Leila

  • grazia

    Caro Adriano, accetta le persecuzioni … Cristo ? con te, chiunque incontra Ges? come te e ne parla con l’amore con cui ne hai parlato tu, come Ges? sar? perseguitato… sappi che Lui ti ama tantissimo e conosce tutti i motivi per cui hai detto quelle parole… Si ? servito di te e ti ha guidato con lo Spirito Santo… se tutti avessimo l’umilt? di ascoltare chi ci parla e ci corregge il mondo sarebbe migliore… cerca di perdonare chi ti ha attaccato…leggi tra le righe del messaggio del Papa del giorno successivo alla tua prima performance a Sanremo… e capirai che lo Spirito di Dio ? con te… non aver paura di seguire Cristo nonostante le persecuzioni. Ti abbraccio con affetto, una sorella in Cristo. Se puoi vai a Medjugorje in incognito… spero che questo messaggio rimanga privato non sapevo come farti arrivare quello che ho sentito in preghiera prima ancora che tu parlassi… non c’? bisogno che mi rispondi… grazie so che mi leggerai

  • Lucilla

    Adriano, cosa ti posso dire? Mi sono emozionata moltissimo quando ti ho visto scendere la scalinata del teatro Ariston hai iniziato prima a cantare e poi ha parlare ho sentito dei fischi da parte di alcune persone e poi addirittura qualcuno ha gridato Bast?! Tu Celentano sei un GRANDE! e non meriti questo tipo di trattamento, se il prezzo che devo pagare per vederti in tv, un tv ipocrita dove si viene attaccati ed insultati per ogni parola allora preferisco avere altri tipi di contatti con te come questo blog e ascoltando le tue bellissime canzoni
    carissimo Adriano.
    In questo momento st? provando u grande dolore e tantissima rabbia io ti prego Adriano Celentano per? di permettere a NOI TUOI VERI FANS, NOI CHE TI AMIAMO VERAMENTE di non eliminare l’unico mezzo di contatto questo blog ufficiale ed anche facebook, spero che tu lo faccia per noi che ti vogliamo tanto bene. Ciao da Lucilla di Ancona

  • maurizio

    Caro Adriano, mi spiace ma cos? non va. La Chiesa che parla della politica del mondo parla di Dio. La politica ? strumento di Dio e parlare di ci? che la politica non fa nel mondo per costruire pace ? giustizia ? parlare di Dio. Se c’? una cosa veramente straordinaria della Chiesa ? la dottrina sociale. Ti invito a leggere la Centesimum annus di Giovanni Paolo II. Una delle tante encicliche della chiesa ma per me la pi? bella. Caro Adriano bisogna saper ascoltare come noi facciamo quando ascoltiamo te e le tue canzoni. Con profonda stima Maurizio Sgarro

  • Roberto

    Grande Adriano,
    Esordisco cos? perch? sei davvero un grande, un mito!!
    Anche se purtroppo sono lontano dalla Tua generazione, le tue parole sono sempre fonte di grande verit? e senza tempo!! Non ? forse vero che le testate giornalistiche da te mensionate non fanno altro che parlare di politica e tralasciano il messaggio di Dio….qui non si parla pi? di Dio!! Non farti mai scoraggiare da nessuno, continua sempre sulla tua strada…sei una persona profondamente spirituale ed stremamente saggia…..e l’orrore ? che quasi tutta Italia si ? scagliata contro di te!!! E della “farfallina” di Belen ne vogliamo parlare??? Quello s? che ? stato davvero terrificante…e i vertici RAI che hanno permesso una volgarit? del genere davanti ad un pubblico di oltre 10.000.000 di telespettatori!! Caro Adriano….forse molte di queste persone dovrebbero rivedere il tuo capolavoro Joan Lui….Sei un grande Adriano, non mollare mai!!! Ti abbraccio, Roberto da Palermo

  • anna scornaienghi

    vorrei dire ad Eugenio Scalfari, e alle persone intelligenti come lui, che condannare il qualunquismo di Celentano equivale a dire che Repubblica ? un giornalaccio perch? spiega le cose a chi ? in grado di capirle. E’ la stessa cosa, ognuno ha il suo pubblico, solo che rosicare perch? tutta l’Italia ascolta Celentano invece che interpretare il mondo attraverso le inchieste bernestiniane uccide il messaggio. E il messaggio, invece, ? BUONO. E’ UN MESSAGGIO D’AMORE.

  • floriana

    Sig. Celentano,
    entro in punta di piedi in casa sua, solo per esprimerle la mia solidariet? e per donarle la mia stima. Ci vuole coraggio per mettersi contro certi poteri…. Ce ne vuole ancora di pi? oggi nel dichiararsi cristiani davanti a 16 milioni di italiani, me compresa, che vanno in chiesa a genuflettersi….. ma che non potrebbero guardare Ges? negli occhi, perch? nella vita quotidiana gli girano le spalle almeno 100 volte al giorno. Mi sono piaciuti tutti e due gli interventi a Sanremo, ma quello di ieri, il paragone tra Ges? e Giuda ? stato veramente bello. Io non ci trovo nulla di strano nel fatto che lei si sia espresso cos? in quel contesto…. La chiamano apposta per far salire l’audience o no? Tutti sapevano che avrebbe risposto a tono alle critiche ricevute nei giorni precedenti….. Lei in fondo ? rimasto nel cuore il ragazzo della via Gluck, o almeno io La credo cos?…. Ho percepito la sincerit? nelle sue parole, io sono diventata cristiana in et? adulta…. cresciuta in un ambiente altamente “ateo”….. Molta anarchia, un po’ comunista e non stavo in cerca di Dio…. Non sapevo che Lui cercasse me…. Poi sono approdata per caso anni fa in una comunit?, chiamata “I Piccoli Fratelli del Vangelo”, dove i sacerdoti, i missionari, sono in giro per il mondo a condividere la vita degli “ultimi”, si fanno “piccoli” per mettere in pratica la vita che Ges? ha fatto per 30 anni. A Spello, in Umbria ci sono questi missionari della parola di Dio, che accolgono tutti per fare un cammino di una settimana per riscoprire la nostra spiritualit?…. Pu? immaginare quanto ? stato incredibile e nello stesso tempo rivoluzionario trovare l’Amore di Dio dentro di me…… Mi scusi se le racconto questo, ma ? per spiegarle il perch? mi sono piaciuti i suoi interventi…. Io ho imparato la vera Fede, quella che non si compra e non si mercifica. Di sacerdoti come Don Gallo, Alex Zanotelli, (che ho avuto la fortuna di conoscere) ce ne sono tanti, non hanno paura di stare dalla parte giusta…. perch? il vero cristiano sa sempre che strada scegliere, non pu? avere dubbi…. sta sempre dalla parte della vita e del prossimo. Solo un appunto volevo farle, io credo che il cristiano debba occuparsi di politica, tutto ci? che ci circonda ? politica, anche le scelte nel supermercato sono politiche e pilotate da altri…. quindi vanno capiti i meccanismi prima, se si vuole evitare di favorire gli uni invece degli altri…..
    Grazie Sig. Celentano, perch? Lei con il suo esempio ha sempre scelto Ges?…. gli altri fanno finta…. ma in fondo con Barabba fanno affari d’oro.
    Con affetto,
    Floriana

  • anna

    Egr.Sig.Celentano,
    non sono propriamente una sua fan musicale, ma da cittadina italiana penso che lei sia un ottimo esempio di etica e di comportamento civile. L’ammiro molto per la sua spontaneit? e per la sua intelligenza morale. I miei pi? sinceri saluti.

  • Orazio Rigo

    Ciao Adriano.
    Lasciamo perdere ci? che la gente dice perch? “gestita” dall’opinione pubblica e quindi capace anche di smentire le proprie scelte…

    In merito invece al Tuo intervento (potremmo anche dissentire fortunatamente su qualche punto), sicuramente come ad altri, da Cristiano Cattolico Praticante (anche se debole e peccatore) ho condiviso le tue considerazioni.
    Credo che per la Chiesa e quindi per il “relativo marketing” il tuo intervento possa essere stato uno smacco eccessivo, perch? ha messo a “nudo” quello che comunque parecchi pensano… ma finch? nessuno lo esterna cos?, pubblicamente, si va avanti… l’audience rimane…
    La Chiesa ha ammesso degli errori, peraltro comunicati con la stessa capacit? con cui “Fonzie” in Happy Days ammetteva i propri: interventi del tipo “c’? stata una probabile errata valutazione”…. e comunque non si cambia…
    La Chiesa ? fatta di persone… che siano o non siano peccatrici, pi? o meno di me. Non ? importante ci?: ? importante ammettere che ? necessaria una propria missione coerente, atta a correggere anche errori del passato, se ce ne sono stati.
    E’ importante che riesca a conoscere la propria missione e solo per quella operi: la salvezza di ogni UOMO! La guida dell’UOMO alla vita ETERNA!

    Noto ? che Ges? Cristo, persona a cui costantemente rivolgo la mia preghiera, sia stato un Grande.
    Si dice anche che la Sua capacit? comunicativa fosse stata superiore ad ogni pi? capace “piennnellista” odierno (praticante di PNL) esistente.

    Di fatto per? ? finito in CROCE…
    Forse ? meglio andare in TV …non apparire in TV ed essere pubblicizzati probabilmente non sarebbe produttivo…

    Ti posso dire che ritengo di essere talvolta amareggiato dalla partecipazione all’Eucarestia domenicale, non tanto per la parte di Preghiera ed incontro con la Comunit?, quanto per gli interventi in omelia da parte di molti sacerdoti…

    Tra l’altro non capisco con quale “logica” vengano designati i Sacerdoti alle Comunit? parrocchiali pi? o meno grandi… forse esistono “dei partiti” anche all’interno del Clero… quindi chi vince designa i propri uomini…

    Tornando all’omelia, spesso spero che per la loro serenit? ed onest?, quanto detto sia oggetto della massima capacit? di applicazione dei “talenti” donati… di una adeguata preparazione…
    Se diversamente fosse, lascio a loro le considerazioni sul come svolgono con pi? o meno responsabilit? ed Amore la loro missione…

    Grazie Adriano, hai espresso pubblicamente quanto io “mortale comune” penso tra me e me e discuto/condivido in compagnia di Amici!

    Orazio

  • ornela

    non capisco perche ai italiani li fa tanta paura sentire la verita! forse non capiscono che chiudendo i occhi i problemi non si risolgono. io vengo da un paese ex comunista e la cosa principale che abbiamo imparato e’ di dire sempre quello che si pensa. ho 30anni.da 11che vivo ,pago le tasse, cresco i miei figli qui e ancora non mi sento alla pari con li italiani…

    sign adriano anche se non abbiamo la stesa religione le sue oservazioni sono giuste. lo so che non mi tocca a me a dirlo ma vi consiglio di continuare le sue ricerche su Dio e vedrai che ogni domanda ce’ la’ una risposta….

    sono cresciuta con i suoi film e con le sue canzoni…complimentoni per tutta la sua vitta…

  • Giammario Battaglia

    Condivido tutto quello che ha detto Celentano. Forse vi ? da dire qualcosa di pi?. La Chiesa ? nata grazie alla lucida follia di un gruppo di uomini, che credendo (fede) ciecamente nelle parole di un uomo che si professava Dio (Ges?), andavano in giro per il Mondo parlando di Amore e di Paradiso, mettendo a rischio la propria vita, non avendo paura della morte. Grazie a questi uomini la Chiesa ha raccolto in tutto il Mondo milioni di fedeli ed enormi ricchezze. Oggi, a capo della Chiesa non vi sono pi? martiri, uomini di fede, ma dei semplici funzionari, amministratori. Del sacrificio dei Padri ? rimasto ben poco. Vedere il Papa, i cardinali, i preti, le suore rinchiuse nelle loro mura, scortati, che hanno paura della morte, che rispettano orari d’ufficio, ? alquanto sconfortante. E’ questo che porter? inevitabilmente la fine della Chiesa, perch? l’uomo di oggi non ha bisogno pi? di simboli, ma di azioni concrete.

  • manuele96

    Adriano hai detto cose vere e giuste. Mi sei piaciuto moltissimo e non solo a me. Sei forte. Spero di rivederti presto. Ciao!

  • bruno

    LE PAROLE CHE CELENTANO HA DIVULGATO A SAN REMO SONO LA VERITA DI UN UOMO COME ME DI 77 ANNI HA CERCATO TUTTA LA VITA
    E CHE TUTTI AL MONDO DOVREBBERO CERCARE E GODERE QUANDO QUALCUNO VENE A SPIEGARLE IN QUALSIASI CONTESTO VENGANO
    DETTE NON E’ SACANDALOSO A PARLARE DEL CREATORE! MA DOVE
    SONO I VERI CRISTIANI…….. SONO QUELLI CHE AMANO IL CREATORE
    E LA CREAZIONE PER MEZZO DELLA PAROLA COME SOPRA SCRITTO
    CIAO ADRIANO DA UN SAN MARINESE CHE TI RISPETTA E MANTIENE
    LA PAROLA

  • Matteo Monticonr

    Adriano sei il migliore di tutti.
    Sabato ci sono rimasto malissimo per tutti quei cori e fischi che ti ha rivolto il pubblico.
    Personalmente credo che da quest’ultimo San Remo sia uscita, come dal vaso di Pandora, tutta l’ipocrisia che presto si diffonder? nel mondo e ci contager? tutti o quasi (per quel che mi riguarda seguir? il tuo stile di vita; continuer? a cercare, sempre, la libert? in tutte le sue forme).
    Quando di riflesso le critiche che ti hanno rivolto son cadute, nel mio piccolo vivere quotidiano, anche su di me, ho continuato a difenderti..a tutti ho risposto: <>
    bastava questo per tacciare le malelingue presuntuose.
    Be Adriano il risultato ? stato sentire il silenzio di chi non ha coraggio, il silenzio di quelli che ti dicono una cosa in faccia e 100 dietro le spalle.
    Le tue richieste contrattuali non mi hanno stupito; se ti fossi abbassato ai diktat dittatoriali della Rai allora avrei pensato che fossi impazzito, e avrei smesso di seguirti e di comprare i tuoi dischi (si io sono l’ultimo che acquista i cd, ma anche i dischi di vinile…).
    Il profeta Giobbe durante la sua vita disse:<>…e allora io chiedo a tutti i tuoi fans :<>
    E’ facile vivere quando le cose vanno bene, senza problemi, con mille cose materiali inutili….ma poi quando inciampiamo oppure ci capita qualcosa di brutto molliamo e ce la prendiamo con Dio..senza capire che Dio ci mette davanti ostacoli e difficolt? perch? ci ritiene DEGNI di superarle…>>.
    Io non smetter? mai di seguirti Adriano, e questo messaggio ? un segno del mio pensiero…perch? un vero fan sostiene il suo mito nel bene e nel male….
    NON MOLLARE MAI!!!!!

  • rita

    4 idioti pagati lo hanno fischiato!!!non bisogna toccare quegli ipocriti del vaticano!!non ha detto nulla di offensivo ma quello che pensiamo tutti!giornalisti che scrivono menzogne fate pena!

  • Paola

    Carissimo Adriano,
    approfitto di questo spazio per dirti che ti ammiro e ti stimo davvero tanto per quello che fai e per la persona che sei…
    Io considero alcune persone, le persone davvero pulite e limpide dentro, non facenti parte di questo mondo….e tu sei sicuramente tra questi. O meglio, il mondo e la terra ti comprendono perfettamente, sono gli esseri umani che ci abitano che sono ciechi e sordi….Ieri sera mi sono commossa, ti vedevo l?, che cantavi la tua meravigliosa canzone …. una persona pulita, che vuole aprire gli occhi ai suoi fratelli, incompreso….con qualcuno che gli gridava basta…..Incompreso come Cristo, che tu ami cos? tanto….A Lui lo hanno messo addirittura in croce…..Sappi che molti ti hanno compreso invece, che molti ti amano e grazie a te stanno aprendo gli occhi…..Grazie per quello che fai, per la Terra che cerchi di difendere, per i fratelli animali di cui non ti cibi, per gli uccelli che difendi parlando contro la caccia, grazie per le famiglie che hai aiutato in questi giorni, grazie perch? ieri sera mi sono commossa…..grazie perch? ieri sera qualcosa nel mio cuore mi ha detto che sono ancora un essere umano….capace di comprendere un grande come te…..
    Ti voglio bene
    Paola

  • daniele

    Salve ho sentito le dichiarazioni del Sign.Celentano a Sanremo e sono pienamente d’accordo (lei nn farnetica e la Chiesa che lo fa) tutti sanno che i signori della cricca del Vaticano sono dei buffoni che fanno finta di pensare al bene spirituale ma quello che interessa ? il bene materiale IL LORO DIO E’ IL DENARO…ed ? un dato di fatto! Se la Chiesa pensa al bene spirituale come mai possiede una banca (IOR) CHE RISULTA ESSERE UNA DELLE PIU’ POTENTI AL MONDO!?? SALUTI

  • Mattia

    Caro Adriano, sono un ragazzo di 19 anni, e studio all’universit?. Ho seguito i discorsi che hai tenuto a Sanremo, e volevo darti un mio parere su questo: anche se non condivido le tue idee in materia religiosa, in quanto convinzioni filosofiche e scientifiche mi hanno portato a capire che non si pu? parlare di ci? che non si conosce, mi sembra di aver compreso lo stimolo che hai cercato di dare all’Italia, e credo che dovrebbe essere una cosa pi? frequente in un mezzo di comunicazione. Per?, ritorno sempre sullo stesso punto: a parer mio ? sbagliato dare uno stimolo a partire dalla religione, e adesso cercher? di spiegarti perch? secondo me ? cos?: evitando discorsi filosofico-esistenziali, che comunque non sono mai discorsi a vuoto, ritengo che la religione sia un discorso basato sulla Fede, ossia qualcosa di assolutamente personale ma non razionale e indipendente da qualsiasi forzatura esterna; poich? ? irrazionale e guarda soprattutto al futuro non aiuta di certo a comprendere la bellezza del mondo che ci circonda. Tu hai detto che siamo una briciola nell’angolo pi? remoto dell’universo, ed ? vero: io studio Fisica, e quando studio l’universo, come si muove, e dove ci troviamo noi rispetto a esso, ? inutile nascondere che avverto un forte senso d’angoscia, perch? in confronto a quell’immensit? noi siamo meno della polvere; ma quando ? primavera, e i fiori sugli alberi sbocciano, e il sole brucia forte nel cielo, mi sento vivo, e penso alla bellezza del mondo e alla bellezza della nostra civilt?, per il semplice fatto che esistiamo e pensiamo, e sappiamo di esserci e di poter vivere felicemente. Quindi, certo la nostra ? una societ? corrotta, che pesa sui pi? deboli, e sicuramente ci sfugge anche il senso della nostra esistenza (che non bisogna riempire per forza con la Fede in un Dio di cui non si sa nulla), ma niente ci impedisce di essere felici e di vivere comunque con allegria. Questo ? il mio pensiero. Buona fortuna.

  • fabio

    Adriano, tu sei Celentano e non puoi essere discusso.
    Tanti anni di carriera, tante belle canzoni e bellissimi film, tante risate che ci hai fatto fare, non possono essere cancellati da 4 polemiche inutili, fatte da rosiconi.
    Le tue riflessioni sono sempre attuali e almeno qualcuno le dice ad alta voce.
    Gli altri belano, grazie al cielo qualcuno ruggisce ogni tanto.

    Ti auguro ogni felicit

  • Patra

    …Celentano ha avuto una grossa opportunit? al Festival di San Remo…ma a mio parere non se l’? giocata bene…ho apprezzato tutto quello che ha detto…per?.. ad un pubblico ancora “non pronto” a tali argomentazioni e forse molto tiepidi di fronte alla Chiesa e “company” , non si sono messi in sintonia con le sue parole…anzi hanno forse provocato pi? ribellione…e rifiuto alla sua comunicazione. La strada doveva essere imboccata da tutt’altro spazio…senza giudizio ma solo attraverso la nostra vera realt? umana!!!Patra

  • Moreno

    Grazie per la musica che continui a darci e per cercare, ancora oggi, di osare e di dire ci? che pensi. Ti voglio bene.

  • lupo della sila

    Se ? vero che ci CREDI…fanne un’opera d’arte. Scrivi un film nel quale il protagonista sia un povero pretonzolo, abituato ad avvicinare le povert? e bisogni, ma che viene a scontrarsi con l’apparato e le gerarchie! Se ti pu? piacere l’idea, scenderei dai monti per esserti utile: nelle dottrine (sacre scritture) come nel packaging (image & story). Ciao.
    PS= la mia mail ti ? nota.

  • Michele Balacco

    Caro Adriano…ho ascoltato attentamente il Messaggio di AMORE E SPERANZA che hai cercato di lanciare, nella tua partecipazione a San Remo.
    I fischi che ieri sono giunti dalla platea, mi hanno ferito…siamo noi italiani veramente cos? poco critici verso tutto ci? che ci circonda…accettiamo tutto cos? passivamente…ma la cosa pi? assurda ? che proprio la Chiesa si scandalizzi e ti attacchi duramente, per il grande messaggio EVANGELICO che hai lanciato…!!!!
    Pur essendo il RE degli Ignoranti, la profondit? del tuo messaggio, di un riavvicinamento a DIO..che ci permetta di saltare nel migliore dei modi, come fa un fantino, la staccionata che ci separa da questa vita..a quel grande luna park del PARADISO..purtroppo i DOTTI, non potranno mai capirla.
    Ti stimo Adriano, prima di tutto come persona e poi per l’immenso artista che sei!!!

  • lasko

    “I CAPRONI CHE FISCHIANO”
    Era il 1980 quando, a 12 anni, ascoltai un brano di Celentano e da allora ho iniziato a collezionare di tutto fino a diventare uno dei pi? grossi collezionisti italiani L’ho sempre seguito in tutto…non ho mai condiviso la sua grandissima fede in Dio poich? io non credo in Dio ma questo non ha mai scalfito la mia ammirazione per lui. Per ben 3 volte l’ho incontrato, fino a girare uno spot pubblicitario per le ferrovie dello stato con lui, passando una giornata bellissima.Un uomo con una grandissima personalit? che solo con la sua presenza ti mette serenit? d’animo. Un uomo eccellente anche nella sua vita privata, facendo sentire importante ognuno che lavora al suo fianco
    Ieri sera ? stato, in una piccola parte, fischiato perch? ha chiesto “alla chiesa” di parlare ancora di pi? di Dio ed a giornali come FAMIGLIA CRISTIANA e L’AVVENIRE di non occuparsi di politica ma di Dio.
    Condivisibile o meno poco importa, ognuno ha le proprie idee ma non accetto che 4 coglioni nel pubblico fischiano come caproni, dimenticando chi ? e cosa ? stato Celentano in Italia, dimenticando che poteva starsene a casa poich? di soldi e di fama proprio non ne ha pi? bisogno, dimenticando che la sua “paga” l’ha interamente devoluta in beneficenza pagando di tasca propria pure le tasse.( ha sempre fatto beneficenza,spesso pagando diverse volte operazioni chirurgiche importanti ,all’ estero, di italiani che non potevano permetterselo di tasca propria) certo se avesse devoluto tutto interamente alla chiesa non ci sarebbero state tutte queste polemiche.
    Celentano ha iniziato la sua carriera nel 1957, e dopo pi? di mezzo secolo ancora ? “VIVO”….Un uomo sempre coerente, senza scandali del cazzo…e questi lo fischiano? Bh? questo gesto mi ha fatto ancora di pi? capire che una parte degli italiani sono ottusi, deficienti ed imbecilli, che si sono fatti confondere la testa con minchiate che la televisione ed i giornali propagano in modo da indirizzarli da una parte o dall’altra. “Caproni”!!!!
    Forse , ma dico forse, questa poteva essere una delle sue ultime apparizione in tv, visto i suoi 74 anni e visto che tra un uscita e un altra passano 3/4 anni, per cui la prossima ne avrebbe 77/78 ……Mi sarebbe piaciuto che Adriano fosse uscito dalle scene con un ultimo ricordo “sano” e non con i 4 fischi dei caproni.
    Ciao Adriano, un tuo semplicissimo fans.
    lasko

  • Michele Balacco

    Caro Adriano?ho ascoltato attentamente il Messaggio di AMORE E SPERANZA che hai cercato di lanciare, nella tua partecipazione a San Remo.
    I fischi che ieri sono giunti dalla platea, mi hanno ferito?siamo noi italiani veramente cos? poco critici verso tutto ci? che ci circonda?accettiamo tutto cos? passivamente?ma la cosa pi? assurda ? che proprio la Chiesa si scandalizzi e ti attacchi duramente, per il grande messaggio EVANGELICO che hai lanciato?!!!!
    Pur essendo il RE degli Ignoranti, la profondit? del tuo messaggio, di un riavvicinamento a DIO..che ci permetta di saltare nel migliore dei modi, come fa un fantino, la staccionata che ci separa da questa vita..a quel grande luna park del PARADISO..purtroppo i DOTTI, non potranno mai capirla.
    Ti stimo Adriano, prima di tutto come persona e poi per l?immenso artista che sei!!!

  • Gaetano Sottile

    Adriano e’ evidente che il Signore vive nel tuo cuore! Leggi la mia pagina web. Io mi impegno da 30 anni ad utilizzare persone popolari a manifestare con franchezza la propria fede. Sono il padre spirituale di Cavani e Kaka’ e sarebbe bello se li potessi incontrare. Ho anche fatto Tv su http://www.drittoalcuore.tv intervistando personaggi che hanno raccontato la propria fede cristiana al di la’ della propria appartenenza denominazionale. Sarei felice se mi rispondessi. Che il Signore ti benedica grandemente! Gaetano Sottile

  • Costante & Wilma (Veduggio con Colzano)

    A S.Remo sei stato ECCEZIONALE !!!
    hai dimostrato di credere veramente in Dio, sei GRANDE e UNICO..
    Wilma saluta Giacomo dove ? volontaria con lui in mensa dei poveri a S.Antonio in Milano..
    Un abbraccio ..
    Costate & Wilma

  • Costante & Wilma (Veduggio con Colzano)

    Sono ancora Costante..
    perch? nn incidi un cd con tutte le canzoni che hanno come argomento Dio esempio:
    “Chi era lui”..”Il forestiero”..”Ciao ragazzi ciao”..”Disse”..”Se sapevo nn crescevo”..ecc..
    potrebbe esser un’idea….
    Ciao…

  • Renata

    Ciao Adriano,complimenti per ieri sera ,sono una tua fans da quando ero piccolina, complimenti hai fatto bene a dire quello che hai detto, mi piace il tuo modo di parlare chiaro, e la verita’ fa male a tanti, ti auguro tanta salute e di darci tante belle canzoni.Ieri sera quando hai cantato l’ultima canzone insieme a Gianni Morandi mi avete commosso voglio bene anche a Gianni siete i grandi della musica italiana .Sono Calabrese e vivo a Frankfurt ho sempre sperato in un tuo concerto qui ,ma compro i tuoi cd.Auguri.

  • Letizia D'Agostino

    Carissimo Sign. Celentano,
    sono una donna di 62 anni vivo nella provincia di Napoli. Ho seguito il festival di Sanremo. A parte Gianni Morandi che ? un bravo cantante, la cosa pi? interessante che ho trovato ? il suo discorso: Lei in 50 minuti ha predicato il mondo, ha dato un p? di sollievo alle persone malate che forse avevano perso la fede. Lasci perdere le offese, anche queste fanno parte del mondo d’oggi, dove si ? perso il senso della misura, dell’onore e dell’amore altruistico. Devo premettere che pur non essendo Cattolica come Lei, sono una cristiana: non credo nell’aldil? ma credo in un mondo migliore dove Dio non si sa quando e non si sa come tramite le sue forze angeliche distrugger? questo sistema: non la terra, ma gli empi. Tanti anni fa mi colpi un sua canzone, il mondo in mi7 dove parlava di bestie feroci che vivevano in tranquillit? con gli uomini. Ecco in ci? che credo. La esorto ad andare avanti e di essere sempre la persona seria, umile e brava che io conosco. Lei in 50 minuti ha fatto quello che noi pur sforzandoci, non riusciamo a fare a causa di falsi pregiudizi. Continui a dire quello che pensa . Lei ama la Bibbia . Lei ha detto che DIO DA CONFORTO. E’ verissimo. Continui a leggere e studiare la Bibbia e vada avanti.
    La saluto e mi faccia sapere se l’ha letta. Grazie

  • PAKI

    Ciao Adriano, mi fa piacere per quello che hai detto a Sanremo.

    Volevo inviarti il link di un sito web relativo a Jacob Lorber, lo scrivano di Dio (1800/1864). Nel 1840 alle 6 di mattina una voce lo svegli?, era Ges?,……gli disse di prendere una penna ed iniziare a scrivere…Bene scrisse circa 14.000 pagg. raccolte su 36 volumi su tutto quanto riguarda l’esistenza dell’universo, dell’uomo, della morte etc…. IMPRESSIONANTE…Molte cose sono state anticipate da questi scritti…..TI invito a leggere queste rivelazioni e magari un giorno rivelarle alla massa (ignorante) che sta dirigendosi verso le tenebre….

    http://www.jakoblorber.it/

    Buona fortuna
    Paki

  • Omar Baseggio

    Questo non ? un commento al video ma un messaggio che Ti volevo inviare prima dei Tuoi 2 interventi al festival di SR 2012 e per cause lavorative non sono riuscito scrivere.
    Tu hai la possibilit? di comunicare a un cosi immenso numero di persone quindi speravo in un messaggio pi? dirompente speravo che tu mirassi al cuore dei mali dei nostri tempi, hai parlato per un’ attimo di popolo sovrano ma poi ti sei fermato, hai 70 anni e devi avere pi? coraggio! a quest’ et? niente ti deve far paura, ne caste ne lobbies ne congregazioni religiose.
    Avvenire e FC sono un microgranello di sabbia a confronto del pi? grande furto della storia: il Signoraggio Bancario, ecco alcuni link:

    http://www.youtube.com/watch?v=La_nL2E67zQ
    http://www.youtube.com/watch?v=CJJ9rzReXso
    http://www.youtube.com/watch?v=1Xax4l1GvpA&feature=related
    http://www.youtube.com/watch?v=2PRRk-YM4rM&feature=related

    spero che studierai la natura del fenomeno ( meccanismo estremamente semplice ma appunto per questo non controllato … nessuno controlla l’ ovvio)

    Spero che tornerai presto in TV per dire la verit? e lasciare un segno nella storia.

  • Fabrizia86

    tanti ti hanno attaccato, io avevo il bisogno di dirti solo una cosa: BRAVO
    bravo perch? condivido quello che dici e bravo perch? come fai musica tu ? sempre uno spettacolo e uno stimolo all’acutezza mentale, ? un commento strano per? mi sembrava il pi? adatto. Un abbraccio da Milano

  • Armetta Vito

    Sanremo e finito e sono triste, ma non triste perche finisce Sanremo….no triste per come e stato trattato Adriano dopo la prima apparizione e dopo la finale di ieri sera, ma avete letto le notizie, avete visto bene Sanremo?

    Quei quattro coglioni che ieri sera hanno gridato basta…predicatore….canta..

    ovvio ho capito subito che si trattava di una cosa combinata…… dalla parte di chi? Dalla Rai?e se no allora da parte di chi, conta di piu sapere di chi era la responsabilita`…..sempre di loro, della Rai….. e di qualche testata giornalistica…politica che ha potere su essi…..

    Io sono un uomo libero….Lazzaro si sveglia tutti giorni…… e Caino gli porge il sale, ma non per la minestra, non per la minestra……..
    ne destra ne sinistra, sono un uomo libero sempre sempre sempre….

    Tutti contro Adriano….la Mori giustamente infuririata, cosa aspetta a querelare……..mi sa tanto che Adriano e la rai insieme hanno chiuso,ingrati….

    Poi leggendo anche che la maggior parte della prima fila di ieri sera era preparata, da chi…..? Presenti vari rappresentanti tutti i di Avvenire e famiglia christiana….
    Un affronto, io al posto di Adriano, dopo il dibattito di ieri, non cantavo….me ne andavo e lasciavo tutti col amaro in bocca…….

    Poi ho capito perche e rimasto, per Morandi, che era davvero commoso, mah….penso che proprio haragione Umberto Tozzi….ieri sera mi e venuto in mente Umberto tozzi…..si perche Umberto ha sempre detto che in Italia artisti veri come Adriano, Toto Cutugno e lui stesso sono scomodi, scomodi perche dicono sempre la verita` in faccia a chi sta di fronte…..

    Vergogna….e un indecenza….. e poi ieri alla fine quando Adriano insieme a Gianni hanno cantato “ci penso e cambia il mondo” …tutti leccchini insieme in piedi ad applaudire …queste persone saranno le stesse, che tra 100 anni verseranno le loro lacrime di coccodrillo ed applaudiranno Adriano quando verra il momento di andare via….

    Che vergogna, che Italia di merda…..non mi sento vicino a tutto questo, no perche la falsita di un certo genere umano ha toccato veramente il fondo….non solo perche mi hanno toccato il cuore, ma perche tutto questo rispecchia il momento attuale del nostro paese.

    E inutile… e un magna magna davvero, tutti sordi in italia, tutti muti….solo per convenienza propria……ho un disgusto addosso che non vi potete nemmeno immagginare.

    Quello che si e visto ieri, e lo specchio del Italia di oggi….un paese in frantume, senza ideologia, senza chiesa, senza sani principi e non voglio nemmeno parlare di moralita`…….

    Persone responsabili, parlano di argomenti che danno fastidio, danno fastidio perche come cantava a San Remo Cateriana Caselli anni fa: La verita ti fa male lo so!!!

    La responsabilita e affrontare argomenti scottanti, scomodare culi pesanti su poltrone dirigenziali occupate da anni…da individui che pensano solo a far ingrassare il loro proprio interesse, senza guardare cosa succede al prossimo, rubando, falsando e ingannando il bene della comunita`, si la nostra comunita italiana…..se ancora di Italia si puo parlare.

    Uguale in quale ramo di impresa questi siano, in politica, in chiesa, nei giornali, nelle regione, nelle televisioni…….tutti questi hanno portato l`italia al punto dove oggi tutti noi ci troviamo, un punto senza ritorno, si senza ritorno e io aggiungo anche senza futuro.

    Perche ormai mi sono reso conto che tutti hanno perso la fede, la fede di credere che un cambiamente e ancora possibile.

    E vero Adriano e un predicatore, un predicatore responsabile, che da anni, da quanto e conosciuto parla di cemento, di spread, di religione, di droga, del ultimo uccellino che dice al cacciatore….se uccidi pure me non avrei scampo, di tutti gli uomini presto verra la fine, perche hai crudelmente infranto l`equilibrio della natura…..

    Era il lontano 1970……..e in Italia si parlava sara` un caso di stessi problemi che si leggono e scrivono oggi nel 2012.

    Bene continuiamo a fare i ciechi, i sordo-muti, continuiamo a credere a quelli che predicano acqua e bevono vino…ne abbiamo avuti vari esempi, basta solo guardarsi in po intorno…
    crediamo a quello che ci dicono i politici, i preti, certi giornalisti…….mio Nonno mi diceva sempre: non tutto quello che brilla e oro…….. ed io di luce in Italia.. ne vedo sempre meno…… non solo stiamo diventato sordomuti e ciechi…ma il buio si sta impadronando dell ultima nostra cosa pura, la nostra anima.

    Adriano ha cercato solamente di aprirci con la sua musica, con i sui discorsi la nostra mente, i nostri cuori, perche questi sono troppo otturati dallo smog giornalistico.

    Gente aprite gli occhi, aprite il cuore, …….l`italia e al tracollo……

    “perche i suoi figli non riconoscevano piu i loro genitori, non sapevano piu chi erano e da dove venivano…le ruspe avevano abbatute il colosseo, palazzi nummerati senza un nome…..e l`italia non aveva piu neanche il nummero…..e qualcuno disse che forse non era mai esistita. ( da: Io cammino-1991 Il re dei ignoranti)

    Armetta Vito alias icara1
    proveniente da un pezzo d`Europa

  • fabio

    Adriano ho 34 anni e se penso a quando ero piccolo fra le poche cose che ricordo ci sei tu, la tua musica ascoltata in cassette nella macchina di mio padre, il mio primo vinile comprato con i soldi raccolti fra i regali di compleanno, il volto di mia madre che ora non c’? pi?. Sei una parte della mia storia, sono con te da sempre, condivido la tua sensibilit? verso il mondo e desidero da sempre conoscerti, ma non ti ho mai cercato. Voglio solo dirti GRAZIE sono stato contento di vederti al festival e vorrei un tuo nuovo spettacolo al pi? presto.
    Un abbraccio
    Fabio

  • Emanuele Munnia

    Fra le molte cose che Celentano ci ha insegnato con l’esempio ? la seguente: Se una platea osanna qualcuno alzandosi in piedi e un poverino fischia, forse perch? cos? gli hanno imposto di fare, i giornali i mass media scrivono che la gente ha fischiato. Che vergogna. Certo sono stati messi a nudo e loro ci sono cascati. Celentano e Morandi hanno dato il messaggio di amore e di comunione, abbracciandosi e commuovendosi (bevendo dalla stessa coppa come gli apostoli) loro con loro esempio.I giornali, cascandoci in pieno,continuano a dimostrare come storpiano la verit? e ci impongono di dargli il contributo del canone per continuare a distorcere la verit?.
    In un mondo dove l’amore sta scomparendo…dove le pi? grandi POTENZE hanno deciso di oscurare le coscienze, non poteva andare altrimenti, nei confronti di Adriano, lui ha sempre usato la sua carriera per parlare d’amore, per il bene della gente, per parlare di Dio.quindi mi sarei stupito del contrario.
    A nome dei “POCHI” ITALIANI rimasti lucidi, capaci di comprendere come stanno le cose, GRAZIE DI VERO CUORE!!!

  • Stefano

    Buon giorno Adriano…
    Sono Stefano, e ho solo 16 anni…
    Probabilmente penserai, Questo ha 16 anni che vuoi che gli importi la sua opinione… Ma no probabilmente no, non lo penserai… Ecco forse da quello che ho scritto capirai come sono contortooo! AHhahahaa!
    Sei un tipo tosto! E hai carattere… Ti ammiro molto sai Adriano…
    So che sicuramente te lo dicono in un p? di gente, voglio per? che tu pesi le mie parole anche perch? io non sono un tipo che piace esagerare…
    Sono rimasto sempre affascinato dai tuoi modi di dire le cose e dal tuo carattere…
    Quando parli io dico, che tipo questoo!
    Tu a questo punto, potresti pensare: Ma perch? questo scrivea me.
    Bh? a questo punto io ti direi che forse ? pi? una cosa egoistica, mi sentirei incompleto io, se non ti dicessi quanto credo in quello che dici e in come lo dici…
    Quello che hai detto soprattutto mi riferisco alle ultime due puntate hai detto i fatti, il tuo parere si basa sui fatti…
    Credo che se ci fossi stato anche io in quel Palco quando tutti fischiavano, probabilmente avrei pensato, che ne so, a delle bombe a mano, dinamite…
    Io credo veramente come te che la vera vita non sia questa, altrimenti chiss? quanti si sarebbe suicidati, mi sento come un forestiro qui, perci? i miei valori non saranno mai in armonia con quelli della maggior parte…

    Un giorno ci incontreremo
    Buona vita Maestro Adriano!

  • leonardo goletto

    Caro Adriano,
    anch’io dopo la prima serata del festival mi sono chiesto che differenza ci sia tra te e chi ha mandato via certi giornalisti dalla Rai, senza aspettare che i media lo dicessero il giorno dopo. Ho anche avuto l’impressione che ti sia sentito scavalcato da Avvenire e Famiglia Cristiana su certi temi; e mai avrei pensato che ti mettessi allo stesso livello di chi si lamentava con questi giornali tanto che addirittura aveva fatto dimettere il direttore Boffo. Penso sia stata una brutta caduta. E poi sappiamo bene che i contenuti vanno tradotti in fatti concreti ed ? forse per questo che questi giornali si occupano delle cose del mondo. Si pu? parlare solo di paradiso a chi non ha un lavoro, a chi si trova in difficolt? ? Penso sia tutto molto complicato. Volevo solo dare un mio parere, e unire i miei complimenti per la forza e unicit? della tua voce che ho sentito in questi due giorni.
    Un caro saluto
    Leonardo

  • Marta

    Caro Celentano, ti volevo ringraziare per lo spettacolo che ho visto ieri sera a Sanremo.. se ne dicono di tutti i colori proprio perche’ non c’e’ piu’ FEDE, c’? soltanto odio nei nostri cuori. La gente ha smesso di CREDERE ecco perch? il mondo sta andando cos? a rotoli.. Ho sentito l’eco profondo e urlante di verit? che usciva dalle tue parole.. una Verit? che mi ? arrivata dritta al cuore perch? le cose VERE si distinguono perche’ emozionano, e tu hai saputo emozionarti ed emozionarmi. Il tuo ? stato un “grido” umile ed altruista, ti sei messo in gioco per parlare con la VOCE DEL CUORE.. sei coraggioso e questo ti fa onore. Grazie perch? ora so che anche i ricchi e le persone famose hanno un cuore!Marta

  • Laura

    Cari Adriano e Claudia,
    lasciate perdere tutto il rumore per nulla che hanno fatto su di voi.
    E’ stata la cosa pi? bella che ci sia stata in tv negli ultimi 5 anni.
    Vi voglio bene
    Laura

  • veronica

    Sono stata davvero felice di vedere, in prima serata davanti a tanti spettatori, uno spettacolo ricco di musica e, soprattutto, di idee. Mi dispiace vedere come il nostro popolo, mi auguro solo i media, facciano “finta” di non comprendere il senso del suo pensiero perch?, se davvero vogliamo un futuro diverso, dobbiamo imparare a confrontarci. La Chiesa dovrebbe insegnare questo, insieme alla ricerca della verit?, invece, le alte cariche ecclesiastiche si preoccupano pi? dell’ici che della parola di Cristo, nel frattempo, non si accorgono che la gente si allontana. Difficile ormai trovare nelle nostre citt? gli oratori, per esempio, se i ragazzi vogliono giocare a pallone, almeno nella mia Chiesa, devono pagare l’affitto, molti anni fa, invece, noi giocavamo gratuitamente insieme al prete e lui ci teneva lontani da certi pericoli, faceva di tutto affinch? non conoscessimo la noia e la tentazione di passare i nostri pomeriggi a farci uno spinello o una dose di eroina. Ora la Chiesa che io vedo dalla finestra della mia casa, non ? piu questo e, forse, i nostri vescovi e cardinali, dovrebbero aprire i loro occhi prima che sia troppo tardi: la Chiesa deve occuparsi di altro.

  • michele

    BRAVO ADRIANO HAI CONOSCIUTO I TESTIMONI DI DIO…O GEOVA…Michele dalle Marche 3389905305

  • rosanna

    Adriano, sei grande. E proprio per questo non rimanerci male se ti arriva qualche fischio… fa parte del gioco e della grandezza di un personaggio come te. E poi, che noia piacere proprio a tutti!!!! A me piaci da quando avevo 13 anni, cantavi Il mio bacio ? come un rock. E da allora (e ne sono passati di decenno!) non ho mai avuto dubbi, mi ? sempre piaciuto tutto quello che hai fatto, anche se non sempre ho condiviso i contenuti. ? la tua forza di artista quella che amo.
    Ti saluto, permettimi di dirlo, con affetto
    rosanna

  • P.Luigi

    Caro Adriano,
    questo ? l’unico modo per me di contattarti. Sono un giovane musicista e ho seguito i tuoi interventi a Sanremo.
    Mi trovi pienamente d’accordo in merito ai concetti che hai espresso sulla fede.
    Non rammaricarti, chi non legge la Bibbia o chi non ? vicino al Signore, non pu? capire a fondo ci? che tu volessi dire. Nostro Signore ? la via, la verit? e la vita, sono d’accordo con te sul fatto che la chiesa dovrebbe impegnarsi a diffondere questo, anche attraverso sacerdoti che utilizzano trasmissioni per parlare di tutt’altro, servendosi come Giuda del nome di Dio per altri scopi.
    Adriano non sei solo, tutto questo non ? un caso, ti auguro di poter continuare la tua ricerca e la tua comunione con Dio.

  • vincenzo

    ……..non sei grande……..sei ”OLTRE”……….
    …….Vincenzo…..

  • antonio longo

    CIAO ADRIANO,SONO ANTONIO LONGO TI SCRIVO DA ISOLA DI CAPO RIZZUTO,VOGLIO DIRTI CHE SEI VERAMENTE UNA PERSONA SPECIALEEE..E COME MI AI LASCIATO SENZA PAROLE,RIVOLGENDOTI DAVANTI A MIGLIONI DI TELESPETTATORI ,PARLANDO DI NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO!!!!SEI DAVVERO UNA PERSONA FORMIDABILE,OGGI NESSUNO IN TELEVISIONE ..FA PIU’ QUESTE COSE!!!SPERO UN GIORNO DI POTERTI VEDERE UN GIORNO DA VICINO!E DI POTER AVER CONTATTI CON TE MITICO ADRIANO!TI ABRACCIO FORTE!!!A PRESTO ANTONIO LONGO!

  • mariateresa

    Onestamente non riesco a capire perch?, d?accordo o no che si possa essere con Adriano, lo si accusi di farneticare.

    Personalmente non solo ho compreso benissimo il significato del suo intervento a San Remo, ma penso anche che sia stato molto coraggioso, come sempre d?altronde.

    S?, perch? ci vuole coraggio a parlare di spiritualit?, di cambiamento interiore, di ricerca ed evoluzione dell?individuo, in un?epoca ?votata al materialismo pi? sfrenato?.

    Un coraggio che hai sempre avuto,

    Grande Adriano!

    mariateresa (59 anni)

  • luigia

    Mentre tu cercavi di regalarci la luce in cui sei avvolto, poco prima un tg rai mandava il servizio sulla nomina dei nuovi cardinali che solennemente giuravano di non rivelare mai tutto quello che potrebbe nuocere alla chiesa e riprendeva un appena nominato cardinale tutto preso a rilasciare un autografo.

  • cogo andrea

    IL VERO VINCITORE DI SANREMO 2012 ” CELENTANO IL RE ” ( BENVENUTO TRA I GRANDI ) BOOM DI ASCOLTI 17.500.000 spettatori/GRANDI PROGETTI TI ATTENDONO ORA . STRINGIAMOCI PER MANO E TIRIAMOCI FUORI DALLA PALUDE DOVE CI HANNO PORTATO ./ MOVIMENTO GIUSTIZIA facebook 347 3076527 comitati parmalat http://www.youtube.com/watch?v=z4EDOk2bapU

  • raffaele

    non so se questo messaggio verr? letto da adriano………comunque ? da ieri(serata conclusiva del festival) che sento questa necessit?.
    quando ti vedo e ti sento parlare e cantare conosco esattamente la necessit? della tua anima: conoscere la VERITA’ tu credi in DIO , e questo si vede da tempo, ma quello che sfugge ? che: CREDE CHI NON SA, ebbene ? arrivato il momento di sapere.(da qualche tempo per te ? diventatata pi? che una necessit?) tu ieri sera hai fatto riferimento alla vita di Ges? ai profeti come doveva essere la politica a quei tempi ecc.

  • FLAVIA FONTANA

    PURTROPPO IL BUSINESS CONDIZIONA LA LIBERTA’ DI OGNI ESSERE UMANO. MA NOI ITALIANI NON POSSIAMO PERMETTERE QUESTO. BISOGNA RIBELLARSI. E TU ADRIANO FAI BENE A FARE CIO’. GRANDE ADRI!

  • Ottavio Zucchetto

    Sono un sacerdote ordinato nel 2007, ho sessant?anni, sono stato sposato, ho due figli e sono vedovo dal 1993. La mia professione era artigiano idraulico fino a giugno del 2007. Non voglio fare commenti voglio solo comunicare. Chiedo solo la possibilit? di inviare i miei pensieri in maniera amicale con Adriano. Non pretendo risposte anche se penso sar? difficile non rispondere. Se rientra nelle intenzioni avere questo tipo di relazione, l?azione corrispondente sar? inviarmi all’indirizzo e-mail ottavio.zucchetto@gmail.com, un indirizzo sicuro dal punto di vista della privacy.

  • beniamino

    Caro Adriano
    non so se la leggerai,mai l’ho scritta

    I tuoi commenti,riflessioni,prediche,le chiamerei, semplici parole frutto di una conoscenza nata dalla semplicit?,sono state belle.
    la tv la guardo con la coda del’occhio senza ascoltarla,la tua performance l’ho ascoltata e anche visto il tuo sguardo e sorriso che mi hanno fatto riflettere.
    e mi faccio la stessa domanda che mi sono fatto quando ho ascoltato e letto lao tze Pasolini,Tiziano Terzani,Carlo Levi……… e tante altre che parlano con l’animo.
    la domanda ?
    Ma a questi chi li capisce?
    dopo un po ci rifletto
    e mi metto a ridere hahahahahahahahahah
    quando esco guardo e ascolto chi e cosa mi circonda e rido hahahaha……..(interiomente)

    spesso mi rispondo: poverini con tanto senso di tristezza

    la tua espressione ieri sera ad un certo punto mi ? sembrato che ha ripetuto questa frase:
    poverini….. non ? colpa loro…….con tanta tristezza

    Sei l’esempio dell’uomo del futuro senza religione ma con tanta fede e tanta voglia di ricercare grazie e scusa per il fastidio……
    saluti di pace e luce
    Beniamino Carrasso

    .

  • beniamino

    Caro Adriano
    non so se la leggerai,mai l’ho scritta

    I tuoi commenti,riflessioni,prediche,le chiamerei, semplici parole frutto di una conoscenza nata dalla semplicit?,sono state belle.
    la tv la guardo con la coda del’occhio senza ascoltarla,la tua performance l’ho ascoltata e anche visto il tuo sguardo e sorriso che mi hanno fatto riflettere.
    e mi faccio la stessa domanda che mi sono fatto quando ho ascoltato e letto lao tze Pasolini,Tiziano Terzani,Carlo Levi……… e tante altre che parlano con l’animo.
    la domanda ?
    Ma a questi chi li capisce?
    dopo un po ci rifletto
    e mi metto a ridere hahahahahahahahahah
    quando esco guardo e ascolto chi e cosa mi circonda e rido hahahaha……..(interiomente)

    spesso mi rispondo: poverini con tanto senso di tristezza

    la tua espressione ieri sera ad un certo punto mi ? sembrato che ha ripetuto questa frase:
    poverini….. non ? colpa loro…….con tanta tristezza

    Sei l’esempio dell’uomo del futuro senza religione ma con tanta fede e tanta voglia di ricercare grazie e scusa per il fastidio……
    Beniamino Carrasso

  • dgfgff

    Si pu? parlare da uomini liberi ai servi dalla cavea dei servi? Si pu? pendere dal giudizio di un’azienda che ricicla qualunque nullit? purch? dimostri di avere la lingua abbastanza lunga da arrivare a lucidare scarpe dei partiti, del Vaticano, dei mafiosi che sono i veri governanti di questo paese?
    Si pu? usare come palco il palco televisivo da cui ? stato epurato Beppe Grillo, che continua a far biascicare una Emma Marrone, emblema del conformismo lurido e furbo di questo paese, in cui l’importante ? essere insipienti, innocui coi potenti e infami con le persone sole perch? libere?
    Si pu? dare credito a un’azienda che rianima un Luca Barbareschi stonato e sfiatato come una tromba arruginita, senza alcun’altra qualit? che quella di essere, come tutti i suoi colleghi rai, megafono dei potenti, dandosi pure il tono da intellettuale de nojartri?
    Si pu? dar credito ad opinionisti del calibro di Cucuzza (nomen omen), o di quelle altre nullit? che gestiscono i pomeriggi rai, e che da mezzi uomini (unica qualit? per cui sono stati selezionati) diventano bestiali come vassalli non appena qualcosa metta in discussione la propria servit?, per esempio un ospite che dica le cose come stanno.
    Si pu? pensare che in un paese in cui anche le pulci hanno la tosse, e persino la beneficata di turno, la fidanzata di Piersilvio Berlsuconi, riesce lanciare invettive contro un mostro sacro come Celentano, in cui un pezzo di pancia con un tatuaggio viene spacciato per uno scorcio pubico, si debba badare a ci? che dicono i media (che parolone per tanti mafiosetti stipendiati)?
    Si pu? pensare che la gente normale non sappia che i giornali, tutti i giornali, vanno chiusi, perch? sono strutture succhiasoldi dello stato, microfoni della mala di stato, in cui dietro la cortina di un fetido moralismo si difendono fenomeni malavitosi (l’immigrazione per lo spaccio, l’edilizia per i palazzinari che sfasciano l’ Italia, e via discorrendo), e che scatta una bella campagna demolitrice contro qualunque persona che cerchi di denunciare pubblicamente questo schifo? E che i giornali cattolici, come le associazioni come S. Egidio e la Caritas, sono strumenti para mafiosi per speculare su attivit? criminali di vario genere?
    Nel paese in cui la metro c ? in mano a criminali di stato come caltagirone e nessuno dice niente, anzi, si d? velatamente addosso alla corte dei conti, dal pulpito del sindaco e dei giornali, quale attendibilit? si pu? ventilare?
    Perci? non te ne pij?, Adriano. Gli uomini liberi ai servi devono sputargli in faccia, non ceracre di convincerli: i servi si convincono a colpi di sputi, e di assegni.

  • ugo

    Caro Adriano, lo scalpore suscitato dal tuo discorso mi ha portato a “asoltarlo su yu tube. Anche io come te, ad un certo punto ho pensato al sacerdozio. Come te, ho fatto altro. Una sola osservazione: tu hai dipinto un cristo morto, che va cercato nei vangeli; non il cristo vivo che ha accompagnato Maria Teresa e i Santi. E’ il cristo vivo che va cercato in questa vita. Ugo

  • Marco

    Dopo quanto hai testimoniato mi piacerebbe averti come semplice spettatore al “musical drama” “The Resurrection” che faremo il 18/19 Aprile a Cassano Magnago. E’ frutto di quello che tentiamo di fare da anni: attraverso la musica e il canto testimoniare la nostra fede. S? che sar? impossibile per? almeno ora forse saprai che in un angolo del mondo vogliamo fare qualcosa anche noi…… grazie! ciao! Marco

  • Pasquale Saia

    Ciao Adriano, mi piacerebbe contattarti per illustrarti dei progetti che ho in mente per quest’Italia che sta andando alla deriva. Ho scritto un libro e ho voglia di migliorare le cose ma nessuna possibilit? ancora per scarsa visibilit? e per paura di tanti. C’? una paura latente in ogni persona che frequento e quindi mi rivolgo a te che da sempre seguo con i tuoi concetti “sani” e pericolosi. Credo che l’Italia abbia bisogno di persone giuste che rimettano le cose a posto. Bisogna ridare autorit? al popolo vincendo le elezioni con un movimento nuovo che raggruppi un popolo che, ne sono sicuro, ? unito contro le caste. Mi rendo conto dell’enorme difficolt? nel poter incontrare un mito, o di poter colloquiare, anche con mail, ma devo pur tentare una strada. Eccomi!

  • Marcello

    Gentilissimo Adriano,
    non la chiamo Signore perch? credo che di SIGNORE ve ne sia uno, e lei lo sa bene… Mi verrebbe da chiamarla amico, nonno, pap?… o magari fratello, anche se ho “soli” 28anni. Non so nemmeno le ragioni per cui sia qui a scriverla, non credo che lei legger?, non credo che molti di noi possano avere opportunit? particolari, ma CREDO IN QUALCOSA O QUALCUNO, in tutta la mia umilt? e debolezza di uomo, CREDO, e forse ? per questo che mi ritrovo qui.
    Credo, come diceva poco fa Don Mario, nei suoi occhi! Non mi importa di critiche, non mi importa se lei sia una persona giusta o finta, non mi importa delle lamentele, di nulla… Mi importa solo di una cosa: lei ? come me, come tutti noi; so benissimo che tutti, assolutamente tutti abbiamo una luce dentro, che per chiss? quante e quali ragioni, in qualcuno splende, in altri meno, in altri per niente (questione di “ascolto” ed “occasioni”), e lei ha una luce forte, come uomo, puramente come tale (non artista, non cantante, non Celentano).
    Quel che vivo dentro me, supera ogni problema economico che esiste e permane nel quotidiano. Non ho mai avuto paura di rimanere senza un soldo in tasca, non ho mai avuto paura della fame, anche se i soldi mancano. Sogno la famiglia, quella nuova che da una famiglia rinasce con nuovi figli, con nuovo amore… Solo per questo io voglio vivere, sento forte in me il bisogno di dare al mondo, ma non come prete, ma come testimone del dono della vita.
    Sono laureato in dietistica, lotto tutti i giorni con quel mondo della tv, delle farmacie, della casta medica che attribuisce all’artificiale valori nutritici superiori al naturale… Ma posso lottare in maniera diversa da lei, lei pu? farlo di fronte a milioni di persone, io nel privato (in ogni caso la lotta ? sempre utile, ed ha sempre ragion d’esserci). Non ho lavoro, ho aperto uno studio privato ma gli introiti sono miseri, non credo che riuscir? a andare avanti, e per questo sto cercando un lavoro di qualunque genere sia (dati i tempi, sappiamo non ? facile, non posso nemmeno andare a raccogliere pomodori, ormai qui non si coltiva pi? nulla)… Sono diplomato in counselling, ascolto la gente e la aiuto a cercare dentro di se le risorse giuste per affrontare ogni problema esistenziale… compresi i problemi alimentari… ma la cultura del sud (sono salentino) ? ancora molto diffidente nei confronti di nuove figure professionali.
    Perch? le dico questo??? Sembra stia facendo un discorso disordinato e sconnesso, forse lo ?, ma che importa, forse servir? a me stesso, e mi basta. La stragrande maggioranza di quel che la tv manda in onda ? manipolato, manipolativo e artificiale. La stragrande maggioranza di quel che la politica offre ? solo un complotto di interessi a beneficio di pochi… Mi chiedo quante cose non sappiamo… e ci nascondono… La stragrande maggioranza della vita ? “artificiale” e ci nutre di “artifici e menzogne”… In questa vita le uniche cose che rimangono natura sono le amicizie forti e vere, l’amore puro verso chi ? difficile amare, la famiglia, e tutto passa attraverso il proprio CREDO o NON CREDO, attraverso la propria luce…
    Come lei, spendo ogni singolo giorno della mia vita per la vita vera, per l’amore.
    Nella mia famiglia, mamma, pap? e mio fratello non sanno amare per troppo amore! Assurdo vero? Condizionati dai pregiudizi, condizionati dalla falsit?, condizionati dall’eccessivo amore per il loro stesso sangue (io), non sanno amare le mie volont?, non sanno guardare all’amore…. E chiudono le porte alla donna che amo (“colpevole” di esser vedova e madre di due figli)… La ribellione ha prodotto situazioni da romanzo… difficile venirne fuori!! E qui entra in gioco il discorso sui sacerdoti: ben tre di loro, ritenuti da me persone affidabili e fonte di sostegno, valutata la situazione mi hanno lasciato ai miei dubbi e “doveri”, sollevando le mani come “persone impotenti e non adatte ad intervenire e mettersi in gioco in queste situazioni famigliari”…. Caro fratello mio… E chi se non loro???
    Ho la fortuna di avere carissimi amici, che con la loro sola presenza e il loro CREDO sono esempio vero e concreto della scintilla che vibra in ciascuno di noi… Tutti possiamo manifestare quella scintilla, dovunque… Apprezzo il modo in cui scelga di farlo lei, apprezzo che tra tanti che potrebbero, qualcuno sceglie di farlo con i mezzi che ha… e lei hai mezzi “potenti”! La prego, lo faccia pi? spesso, nel modo che sente di farlo.
    Io lo faccio con modestissimi mezzi e poca forza, con paura spesso, la paura di chi non sa se riuscir? a dare quel che sente prima di morire… morte che al contrario non temo… Mi sento spesso morire dentro, e dovesse accadere di morir anche fuori so bene che in qualche modo SAREI ACCOLTO, forse in quel paradiso di cui parlava anche lei…
    Sarebbe bello poter chiacchierare con lei, di quel che ? pi? profondo delle parole semplici… della musica della vita e delle note stonate… Ma poich? non accadr?… Allora, se qualcuno mai dovesse leggere per lei o se mai a leggere sia lei stesso… LA PREGO, FACCIA ANCORA IL POSSIBILE PER FAR VIBRARE LA SUA SCINTILLA, CHE LA SUA VOCE INFUOCHI I NOSTRI ANIMI E LI INVITI A RIFLETTERE….. Un abbraccio, da uno qualunque, una voce pi? debole e meno intonata della sua, ma che avr? sempre qualcosa da dire…. Marcello

  • Sandra Cam?a - Roma

    Lascio il mio commento non all’articolo, ma agli interventi di Celentano al Festival di Sanremo. Io sono una cattolica e approvvo tutto quello che lui ha detto sul palco di Sanremo. I sacerdoti e i giornali cattolici dovrebbero parlare Dio, di Vita Eterna di Ges?. Trovo, fra l’altro, molto tristi gli schiamazzi organizzati nel pubblico. La stragrande maggioranza dei fedeli ? d’accordo con quanto detto da Celentano. Voglio rivolgerle un grazie dal pi? profondo del cuore. Il suo intervento ? servito, oltre che a smuovere le coscienze, anche ad avviare un dibattito pubblico (vd. Arena di Giletti) su come la Fede viene vissuta sia da noi fedeli che dal clero. Grazie ancora.

  • maria

    Caro Adriano Celentano, mi sono voluta permettere di scriverle in questa sede, che di certo non ? quella pi? appropriata, perch? ho a cuore che il mio pensiero giunga a destinazione. A me, e chiss? a quanti, ? dispiaciuto l’insensato accanimento nei suoi riguardi da parte di media, da parte di chiunque e, in ultimo, da parte di quei buffoni ricchi cafoni, di sicuro prezzolati, dell’ariston. Ma lei non dovrebbe di certo stupirsi di quel che ? successo perch? ? tipico che quando qualcuno dice la verit? o semplicemente il suo pensiero scevro da artifici e retorica, viene messo in croce dalla massa di ipocriti, farisei che hanno messo in croce perfino Ges?. Purtroppo i farisei sono una peste difficilmente estinguibile, sono sempre esistiti, esistono e probabilmente esisteranno sempre. Gli ipocriri detestano le persone franche e libere, perch? sono il loro opposto. Ma le persone franche e libere sono quelle che hanno valore perch? sono quelle che prendono una posizione, giusta o sbagliata che sia. E solo chi prende una posizione scrive la storia. Gli ipocriti non scrivono la storia; la storia si pu? tutt’al pi? ricordare di loro, ma in male.
    Le hanno dato del predicatore? Beh, lo pu? prendere come un complimento, non ? di tutti infatti avere le doti del predicatore. Non ? di tutti sapere comunicare quello che si sa e si crede. Le hanno dato dell’ignorante? E’ perch? non sopportano di dovere accettare chi, come lei, pur non essendo insignito di titoli accademici, riesce egualmente a manifestare un suo pensiero autonomo, sensato, profondo e autentico. Loro invece devono ripararsi dietro i loro titoli per riuscire poi a partorire solo banalit?. E comunque se fanno cos? tanto ‘baccano’, ? perch? hanno paura di quello che dice, perch? lei ha davvero un gran seguito, ha davvero tanta gente che la stima e la ama, se il suo pensiero non fosse pericoloso non avrebbero motivo di allarmarsi.
    Per cui la ringrazio per il suo essere una persona vera nel mondo falso della televisione e nel mondo falso in genere. Ha la mia pi? sincera stima.

    PS: Diceva Madre Teresa di Calcutta:

    Se fai il bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici
    NON IMPORTA, FA’ IL BENE

    L’onest? e la sincerit? ti rendono vulnerabile
    NON IMPORTA, SII FRANCO E ONESTO

    Se aiuti la gente, se ne risentir?
    NON IMPORTA, AIUTALA

    Da’ al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci
    NON IMPORTA, DA’ IL MEGLIO DI TE

    Saluti

  • nicola SACCO

    100 anni avanti a tutti! Invidiabile? persino all’estero! Inenarrabile dopo 44 anni ho visto per la prima volta il 18 febbraio 2012 Sanremo! sei stato il primo rap del mondo, durante Milleluci nel 1974 Bravo, devo essere sincero mi ero dimenticato quanto eri bravo

  • Lorenzo

    Ciao Adriano,
    se come uno schiavo hai visto la luce al di l? della grotta non dimenticarti della poesia per guidare le masse.
    Per conquistare una bandiera servono rumorose guerre ma sempre la stessa bandiera ? l’amante silenziosa del vento.

  • Mary

    Caro Celentano ti avevo scritto, richiamando proprio il tuo senso umano e cristiano in una lettera dove ti chiedevo aiuto, ma nessuna risposta!
    Quello che tu rimproveri alla Chiesa, lo stiamo subendo tutti in vari modi!
    Perch? non ? solo colpa della gerarchia o delle agenzia di stampa, ipocrite, che ti ascoltano solo se gli fai i complimenti o anche degli stessi giornalisti, ma anche di parte del popolo che seguendo il loro esempio si ? indurito e si ? rassegnato ed invece altri si stanno defilando e qualcuno finisce pure in altre realt? peggiori se non cerca direttamente la morte.
    Chi ha vissuto nella fede, la vita odierna ? diventata un anticamera dell’inferno e sai
    quando te ne accorgi? Quando ti trovi solo e nel bisogno e credi di far parte di una comunit?, che ci sia qualcuno intorno a te ed invece ti accorgi che le prime porte a chiudersi sono quelle della Chiesa.
    Io ho capito il senso delle tue parole e sono d?accordo, e la spiritualit? ci insegna che se ricordi a qualcuno un difetto, quest’ultimo non deve adirarsi, ma anzi deve chiedersi se forse c’? qualcosa che non va… e allora se mai si apre un dialogo per comprendersi e ci aiuta ? questo era il senso dell’umilt?, un tempo…
    Ma sono cambiati i tempi… Ora preferiscono ignorarti, forti di una autorit? a cui nessuno vuole andare contro e si sentono al sicuro e allora addio al discernimento e alle pecore.
    Non ? un bell’esempio da parte di un mondo che annuncia l’Amore di Dio, una rivolta virtuale materialistica e giornalistica piena di doppi sensi, enfasi e accanimento feroce, di risposta dal mondo cristiano cattolico, dove pace e amore sono le virt? primarie.
    Questa risposta mediatica, non ha nulla a che fare con “una perfetta letizia” n? tantomeno con un “apriamoci a un dialogo fraterno”.
    Che dalla Cei tuoni un “imperativo”: come si permette! E’ proprio stonato!
    Vi ricordo le parole del padrone della Vigna di cui siete i gestori che diceva: Voi mettete pesi su gli altri che voi non volete portare… Dai pulpiti siete sempre pronti sempre a parlare di usare carit?, come insegnamento… ma poi ecco l?esempio.
    Se Adriano non ha saputo spiegarsi come un frate, non gliene vorrete fare una colpa… ma voi che dite di essere ?maestri? vi mettete sulla stessa linea di chi credete di condannare, senza rendervi conto di cosa state facendo e pubblicamente?
    Io credo che quello che dice potrebbe essere educativo, visto dal contesto sociale in cui viviamo, se quella fosse una voce di popolo, vuol dire che qualcosa non va. Sapete quante volte scrivendo un parere su un argomento religioso si viene cestinati e censurati e senza essere contro nessuno?
    Questo silenzio deve finire
    Allora prendetela cos?: il Signore ha detto: ci? che nasconderete sotto i letti sar? gridato sopra i tetti e se per questo si servisse anche delle pietre? Per far uscire un malcontento, un pensiero o un ammonimento?
    Chiesa, apri le orecchie e il cuore, ascolta il popolo non possiamo pi? credere buono quello che dite voi garantito solo dalle agenzie di stampa o dalle testate di parte, quando invece noi attualmente siamo fuori dalle vostre porte e continuiamo ad essere abbandonati.
    Io ne sono una testimonianza, la mia storia ? ancora viva ed ? un esempio di abbandono, e per rimanere sulle vostre posizioni preferite abbandonare anche chi ? consacrato da tutta la vita.
    Non tutti i cristiani saranno cos? spero, che usano di Dio per il loro profitto, e allora testimoniatelo senza offendersi e dimostrare che possiamo migliorare.
    Siamo forse senza peccato? Neanche Ges? si chiamo ?buono ? perch? solo Dio ? buono
    Siamo tutti in cammino e tutti devono essere ascoltati, senza politicizzare anche il Vangelo con questi atteggiamenti mondani, violenti e denigratori.

  • Stefano

    Come ti avevo criticato per i soldi presi a San Remo, come mi ero ricreduto per la tua donazione . Ti Chiedo Umilmente Scusa , hai una assololuta ragione per cio’ che riguarda le testate di stampa da te citati. sono 5 anni che ho tolto l’ex 5x 1000 alla chiesa . Hai Ragione da vendere, fanno politica e non aiutano le nostre Anime. Mi vergogno per chi ti ha fischiato, quello che posso dire secondo la mia idea (sono poca cosa e in malafede.) . A differenza di molti io l’inteliggenza di ammettere di aver sbagliato . Scusa ancora lil mio affrettato giudizio.

  • michelle

    ciao , adriano.. sei stato un grande sia la prima serata e sia ieri sera! sei un pezzo d’italia molto importante, hai fatto la nostra storia.. poi le tue canzone!!!! dire che sono belle e poco!!! amo i tuoi vecchi film.. tipo ”serafino”.. mi piacerebbe sentirti dal vivo! un forte abbraccio a presto

  • Claudio

    Ciao Adriano complimenti per le scuse che non hai fatto perch? non hai detto niente di male (solo la verit? che a qualcuno punge). Quante scuse dovrebbe fare la chiesa da due mila anni ad oggi al popolo, per cose veramente gravi e terrificanti!?
    Sei forte come una roccia continua cos? che i sostenitori siamo tanti!
    Per quanto riguarda le critiche su questi giornali sulla beneficienza, che la faccia la chiesa, che si limita a dare le briciole dell’otto per mille. Tu hai fatto pi? di loro.
    Ah dimenticavo le tue canzoni sono eccezionali come sempre.
    Un abbraccio forte e siamo tutti con te! Ciao da Claudio, Antonella, Daniele, Valeria ecc.. da Siracusa.

  • Lorenzo

    Volevo solo ringraziare Adriano e comunicargli tutta la mia stima per essersi messo in gioco ed aver cercato ancora una volta di svegliare le coscienze delle pecore addormentate….Continuare, credere, resistere

  • SharonShine

    Salve, buona sera Adriano.

    Ho provato ad inserire questa opinione personale sul mio blog, ma quando ho provata a cercarla su google, non l’ho trovata.
    La inserisco direttamente qui, ma non ? lo stesso, perch? avrei preferito che la trovassero su google.

    Se si chiama Celentano al Festival inutile illudersi che le cose sarebbero andate lisce senza provocazioni. L’ascolto dipendeva da lui e la RAI doveva chiamarlo per non seppellire questa ennesima manifestazione nazionale.
    Che sar? mai un sermone su Ges? e la tirata di orecchie a certi giornali cattolici che si occupano troppo di copiare altri quotidiani o riviste anzich? divulgare la parola del Vangelo! Non siamo ipocriti – quanto commercio si fa nei santuari, nelle chiese, nei luoghi di apparizioni mariane! Come vivono certi religiosi o religiose alle spalle di quei pochi che danno ogni giorno la loro vita per venire incontro ai pi? deboli?
    Sono fatti loro, ma almeno siamo riconoscenti a un cantante che anche dopo i fischi e invettive pilotate ? riuscito a cantare da Dio canzoni che
    solo lui pu? permettersi. Fatela finita voi stupidi farisei che per essere presenti al Festival pagate un biglietto mille euro. La strigliata della Fornero ha indotto la RAI a usarvi per umiliare Celentano con frasi idiote
    e fischi da contadini. Perch? voi non parlate mai male dei preti? Siete angeli senza peccato? Fatela finita con questa ipocrisia e andate a lavorare.

    Un saluto, e spero di rivederti presto in qualche programma…Secondo me il tutto rende molto di pi? , se sei inserito come ospite o superospite nei programmi televisivi.
    Ci? non togli, che mi piacerebbe rivederti anche in un tuo programma, creato solo ed esclusivamente a modo tuo.
    Mi raccomando, non sparire e fatti vedere pi? spesso, perch? le tue parole ci aiutano a farci sentire pi? umani… e questo perch?, le parole vengono da uno che ? veramente rock!!
    Gli altri che sono travestiti da agnellini, bacchettano, e hanno anche dimenticato di essere stati giovani…oppure, parlano , usando solo le bacchette…

    We want you back!!!!!!

    SharonShine

  • Kat

    Caro Adriano! Grazie moltissimo a te!!! Il tuo diiscorso nel San Remo ero molto forse. Lei e'”con il cuore del bambino” davvero e percio questo discorso ha influenza sull tutti! Perfetto! Chi se non Lei! Tutti di tuoi amici nel Russia sono toccato di Lei, inteneroono a piangere e pieni d’amore dopo tutte due giorni di tuo intervento grazie a te: http://www.celentano.ru/phpBB3/viewtopic.php?f=14&t=752&start=320 Penso che tutta attivita dal cuore e’vera!

  • mario

    Ciao mi kiamo mario ho 26 anni ,volevo complimentarmi con Celentano per il
    bellissimo discorso che ha fatto ha san remo, sono daccordo su tutto quello che
    ha detto
    si ? vero solo Dio aiuta,i preti allontanano da Dio dalla chiesa da tutto, io
    sono separato con una figlia di 3 anni con gravi condizioni di salute ,la devo
    portare sempre a visita almeno una volta a mese ,e ogni visita mi costa sopra
    le 100 euro ,poi le medicine le cure e tutto il resto… sono senza un lavoro
    stabile ,mi arrangio di tanto in tanto a fare qualche giornata ,e come se nn
    bastasse devo passare il mantenimento alla mia ek, sono andato da un prete mi
    ha detto che nn mi poteva aiutare in niente ,sono stato da un altro la stessa
    cosa ,sono arrivato in un momento che ero senza un soldo in tasca e non sapevo
    come fare ,ho pensato di suicidarmi ,ma invano,mi mancava il coraggio anche di
    fare quello,ho cominciato a pregare piangendo fortemente,quanto all improvviso
    mi sono sentito alleggerito dal peso che avevo,per la prima volta avevo gettato
    il mio peso su Dio, in quel momento mi arriva una telefonata era un lavoro ,e
    per quel giorno sono riuscito a portare mia figlia a visita a comprare le
    medicine, purtroppo non ? sempre cosi ma prego e almeno per quell attimo mi
    passa tutto sto bene…. La chiesa ha rovinato insieme ai politici ,il mondo
    ci ha distrutto ,nn guardano la povera gente ,pensano solo ai loro interessi ,
    loro hanno i miliardi e noi abbiamo la fame,……. Bravo Celentano continua
    cosi” HAI FATTO BENE CHE HAI DETTO TUTTE QUELLE COSE ,VAI AVANTI NN TI
    SCORAGGIARE MAI Dio ? con te sempre…. distinti saluti Mario

  • giovanni colombo

    inneggiare alla chiusura di un giornale ? un brutto segnale ……Io sto con Voltaire che diceva: “Non condivido le tue idee, ma sono disposto a morire perch? tu le possa esprimere”

  • alex

    Grazie di cuore artista, grazie per tutto, grazie per aver detto la Verit? su quel palco..ti voglio bene Adriano

  • Grande Adriano, vieni a visitare il mio sito e vedrai che in tanti la pensiamo come tu su preti e aldil?, gi? da 12 anni!
    ALS (Amore,Luce e Serenit?)
    Claudio Wm de ” La pagina degli Amputati: per conoscere l’Aldil

  • fabio

    per me adriano celentano e un grande!!!
    un grande della musica
    un grande padre di famiglia
    un grande padre
    un grande marito
    un grande uomo di spettacolo
    un grande uomo
    e potrei continuare….
    mi ? dispiaciuto vederlo invecchiato , un p? malandato , perch? uomini come lui dovrebbero rimanere immortali , uno che ti da tutti i soldi di sanremo in beneficenza a delle famiglie bisognose e un grande!!!
    mentre tanti personaggi anche della politica che prendono il triplo di lui , senza aspettare sanremo o qualche programma di prima serata che lo ingaggia , perch? loro gi? sono ingaggiati dallo stato , dicevo queste persone non danno niente in beneficenza e se fanno qualche cosa lo pubblicano nei giornali , lo fanno dire da tutti i media possibili e immaginabili , ma senza che sono soldi loro , sono della gente che li offre con la speranza che vadano a della gente bisognosa.
    tutto quello che ha detto celentano a sanremo io sono d’accordo con lui e speriamo che cambia questo paese perch? a poco a poco stiamo diventando da terzo mondo , altro che europa…

  • DA

    Sono D.A. mi riconosci Adriano?

  • elisa

    adriano sei un mito quello che scrivo non centra con l’articolo…vorrei dirtelo per la tua vena combattiva,che,da sempre,non si ferma certo davanti a quei quattro “limitati”che non ti capiscono…tu hai il potere di parlare con la gente…migliaia di persone ti amano,anche io.

    In questi giorni si ? visto come sponsor del Festival di Sanremo la
    famigerata Procter and Gamble (P&G), con tutti i suoi prodotti che vanno
    dai detersivi ai prodotti per l’igiene personale, ai profumi, ai
    cosmetici, agli snack, ai cibi per animali.
    Famigerata perch?? Perch? da anni ? in corso una campagna internazionale
    di protesta contro questa multinazionale per via della vivisezione che
    compie e finanzia.
    Ovviamente, come tutte le aziende che producono cosmetici e detersivi,
    per gli ingredienti dei suoi prodotti si compie vivisezione, e la P&G
    non ha certo aderito allo Standard Internazionale cruelty-free che
    assicura che non venga incerementata la vivisezione.
    Ma non solo.
    La P&G fa di pi? (in senso negativo) perch? produce in continuazione
    nuovi ingredienti per i suoi prodotti, per ragioni di marketing, e ogni
    nuovo ingrediente significa nuovi test su animali.
    Una parte di questi test sono obbligatori per legge per la messa in
    commercio, ma va detto che invece non vi ? alcun obbligo di legge a
    creare sempre nuovi ingredienti, ce ne sono gi? anche troppi sul mercato!
    Peggio ancora, vi sono anche tutti i test su animali eseguiti in fase di
    ricerca e sviluppo: qui non vi ? obbligo di legge a usare animali, ma la
    P&G li usa lo stesso, eseguendo esperimenti molto invasivi e dolorosi.

    A questa pagina, dell’associazione inglese Uncaged Campaigns:
    http://www.uncaged.co.uk/pgtesting.htm si scopre quali sono i test…
    viviamo in un mondo pieno di porcherie adriano…non credi anche tu,che la gente che consuma dovrebbe essere informata su ci? che consuma…?cosa ne pensi della morte di mille conigli per farci brillare un po’pi? i capelli?..ci aiuti a dire questa cosa pubblicamente..ti adoro sei un mito

  • elisa

    oltre ad essere un grande artista hai cuore e anima,cantagliele a tutti,ogni volta che lo ritieni opportuno,tu che puoi..noi saremo con te,non hai mai paura,e non ti assoggetti.sei un pezzo di cuore di tutti gli italiani

  • SARO

    ADRIANO, SPERO TANTO CHE TU LEGGA PERSONALMENTE QUESTA MI NOTA.
    Caro Adriano,
    ho visto i tuoi monologhi su Sanremo e li ho condivisi al 100%.

    Sono un Cristiano convinto da 34 anni, amo Gesu’ come mio Salvatore, Re e Signore della mia vita. Vivo letteralmente solo per Lui, anche se ho una meravigliosa moglie, 2 figlie e un bimbo in arrivo. Amo tutto cio’ che Dio mi ha concesso in questa vita, ma soprattutto amo e adoro Gesu’ il Mio Salvatore, in Spirito e Verit?, come Lui richiede che adorino i veri adoratori (Giov. cap 4). Il Tuo tentativo di parlare di Dio ? stato osteggiato, perch? come dice la Parola di Dio, le cose spirituali di Dio sono incomprensibili alla natura umana, che le ascolta con la propria ragione. L’uomo naturale non puo’ comprendere con i propri mezzi, le cose rivelate di Dio. Ges? consapevole di questo nostro limite ha rilasciato a chi lo richiede, lo Spirito Santo dicendo di Lui: “Egli vi guider? in ogni Verit?, perch? parler? di Me”. Dio ? una persona Divina e Vivente, che ricerca una relazione intima con ognuno di noi, proprio come fa un padre quando si china a giocare con il proprio bambino. Ma l’uomo ha smarrito la semplicit? dei bimbi e spesso non ? molto interessato ad una Vera relazione con Lui, questo richiede, rinunce e la scelta di una via stretta ed angusta. L’uomo allora ripiega sulla religione, spesso solo un apparenza di religiosit?, di riti ecclesiastici, di schemi religiosi inventati dagli uomini, piuttosto che da Dio. Tutto questo falsa la Vera relazione con Lui, in una religione senza di Lui, ma che appaga la nostra coscienza alla ricerca spasmodica del divino. In questi anni ho fatto tante esperienze con questo Dio Vivente che ama profondamente la Sua creatura, ogni giorno vivo della freschezza di una relazione vera con Lui. Questo ? ci? che voglio io, ma questo ? ci? che vuole anche Lui. Mi farebbe piacere dialogare con Te delle grandi cose di Dio. Svolgo da 2 anni, come assistente volontario, attivit? nella carceri della mia citt?, dove opero con colloqui di sostegno morale a favore degli “ultimi”. Credimi quando vedo con i miei occhi che quelli che sono stati reputati dalla societ? “ultimi”, divenire “primi” nel regno di Dio, il mio cuore si riempie di gioia. Vorrei comunicarTi ancora esperienze straordinarie, di come Dio trasforma i cuori rotti, ma spero almeno che arriverai a leggere questa mia breve nota. Hai tutta la mia stima e amicizia, un abbraccio. Saro 333.8114569 sarosciuto@libero.it

  • DA

    Ciao Adriano sono D.A.

  • Giovanni Carf? Urso

    Credo sia venuto il momento, lo ? sempre stato, di parlare di spiritualit?, non di religione, che ? come la politica, qualcuno che amministra la coscienza al posto tuo. Eppure tutti noi, uomini o donne, siamo esseri, esseri umani. Non voglio parlare di Dio, perch? gi? solo il suo nome e le sue regole, regole e dogmi scritti dall’uomo, divide i popoli, i suoi figli, gli esseri umani dunque e li rende nemici pi? del colore della pelle. Diversit? insignificanti, se solo pensiamo che tutti, ogni singolo essere umano, condivide per natura lo stesso destino, le stesse pulsioni, la stessa coscienza o anima, per quanto poi, da ascolto a ci? che vuole. tutti noi volgiamo gli occhi al cielo, per cercare le stelle (Desiderare), tutti noi amiamo e ci interroghiamo sull’aldil?, sul bene e sul male, che ? dentro di noi, nel nostro animo e tutti noi se fossimo uniti e non pi? divisi da diversit? insignificanti, con lo stesso unico pensiero potremmo compiere miracoli. Esiste per me un unico essere capace di decidere il destino di ogni altro essere sulla terra, compreso il suo, l’uomo. Ed un’unica divinit? in grado di compiere miracoli … La natura. La terra, la natura, l’uomo dovrebbe volgere il proprio impegno per preservare la natura dalla catastrofe dell’inganno che l’uomo stesso ha generato, per brama di potere e di controllo e a dare valore a ci? che ?, per natura, necessario. Le regole e le necessit? naturali sono molti differenti da quelle sociali, politiche, economiche o religiose. Gli indiani d’America pregavano il grande spirito, non un Dio punitivo ma uno spirito guida, uno spirito guida per trovare un posto ed un ruolo nella vita. Abbracciando questa sconcertante verit?, ascoltando gli uomini ricchi di spirito sparsi in ogni angolo della terra, da qui al Tibet, e anche indagando, andando a fondo, con la storia, la storia delle religioni ad esempio, a partire da popoli antichi come quello degli egiziani, l’inganno, si rivela. Purtroppo la nostra societ? dalla notte dei tempi, non ? costruita per i virtuosi, per le persone ricche di spirito e di amore, ne tanto meno per le voci fuori dal coro, le grandi menti, i cuori immensi e impavidi che ci hanno aperto gli occhi, a partire dal primo grande uomo che conosco, Ges?. Cos? ? facile metterli all’angolo, straziarli o deriderli. Costringerli al silenzio, manipolare le loro parole affinch? le brulicanti masse infervorate non siano pi? in grado di distinguere la verit?. Un uomo Ges?, non un semi Dio. Il mio eroe. (Perch? se lo vedi cos?, semplicemente come un uomo, allora comprendi il suo sacrificio e la grandezza dei suoi gesti e delle sue parole e forse puoi abbracciare una semplice verit?: anche tu, come lui, sei un uomo e puoi fare molto, molto di pi?, aprendo gli occhi, opponendoti abbracciando la verit? che finalmente riconosci e abbracci con convinzione.). E poi tutti gli altri che fine farebbero? Che fine farebbero i mediocri, i poveri di spirito, i potenti che sacrificano il benessere collettivo per quello di un’elite? Come si potrebbe oggi giustificare la guerra, la carestia che attanaglia certe latitudini, La pulizia etnica verso interi popoli? Come potremmo voltarci dall’altra parte quando i bambini, gli indifesi, i deboli, i mansueti che popolano la terra soccombono per il nostro benessere? Gia! Il mondo creato dai nostri genitori ci distrugge, inquina il nostro animo e le nostre menti con falsi bisogni, compra il nostro silenzio con false promesse, promesse e bisogni cosparsi d’oro, di petrolio e di potere, con cui puoi comprare anche l’amore, con cui puoi comprare il paradiso. E puoi arrivare con la tua scatoletta di latta nei luoghi deputati dalla societ? che hai contribuito a costruire per consumare il tuo tempo, la tua vita. Il tempo sociale e il tempo naturale, per me, sono due cose diverse, la guerra per il petrolio e la guerra per la religione sono la stessa cosa. E cos?, ingannati da noi stessi, diventiamo cinici, ciechi, sordi, egoisti ed indifferenti verso i nostri simili, verso il nostro pianeta, verso la nostra stessa natura. Ma chi vuole vedere? Chi vuole ascoltare? Mi chiedo, non ? gi? la terra, questo spettacolare pianeta che ? la nostra casa e che ci regala ogni giorno sconfinate meraviglie, un Paradiso? Non ? gi? un miracolo ci? che odoriamo, tocchiamo vediamo, assaporiamo e sentiamo grazie alla natura, grazie alla nostra natura? Sono convinto (e si vede, lo ha sempre dimostrato!) che Adriano Celentano sia una persona spirituale, umana, estremamente sensibile, che lotta da anni per le sue convinzioni e la nostra verit? ed io, un uomo qualunque, non posso che applaudire per ogni sua parola ed azione volta ad aprire gli occhi, a scuotere le coscienze. Compresa la mia, compresa la mia … J

  • Don Francesco bigatti

    Caro Adriano

    Potresti venire una domenica a messa nella mia chiesa del Carmine in citt? alta…. Sono un tuo fan e uso le tue canzoni per lavorare con giovani e adolescenti….

    Attendo una tua risposta

    Grazie per le emozioni che ci hai regalato al festival.

    Ciao
    Don francesco bigatti

  • eliana esposito

    Chiedo scusa se posto qui, il mio commento non c’entra con questo articolo… vorrei solo esprimere il mio pensiero in merito alle polemiche scoppiate sul caso Famiglia Cristiana e Avvenire.

    In fondo Celentano ha solo chiesto ai giornali cattolici di portare Dio nel “quotidiano”. Qual’? il reato?

    Abbiamo assistito in tutti questi anni silenziosamente a cose veramente orribili: personaggi mostruosi si sono alternati al governo, politici sciacalli hanno lucrato sulle macerie dell’Aquila, leghisti hanno incitato al razzismo, voli di stato per festini privati, diffusione capillare dello “spassosissimo” lavoro precario, patti tra stato e mafie, stragi di stato fatte passare solamente per rivendicazioni mafiose, creazioni di partiti responsabili, babypensioni, finanziamenti ai partiti, privilegi assurdi alla casta, isola dei famosi… e nel frattempo il costo della benzina ? alle stelle, tagli alla cultura, alla scuola, alla sanit? e per che cosa l’Italia si alza indignata?

    Celentano non ha commesso crimini, non ha fatto attentati, non ha incitato all’odio e alla violenza, ma all’AMORE! Dov’? lo scandalo? Infatti lo scandalo non c’?! E’ stato montato dai media, da sempre al servizio del potere… e noi abbiamo abboccato. Queste polemiche sterili sono servite solo a deviare la nostra attenzione su una questione inesistente per distoglierci da quella scottante e pericolosa: la consulta. Celentano che spiega a SEDICI MILIONI di italiani il significato di POPOLO SOVRANO ? troppo pericoloso. E’ bastato puntare il ditino verso la strada sbagliata e tutti l’hanno imboccata… 3/4 contestatori pilotati ad arte all’Ariston… e la consulta ? passata in secondo piano! Chi se la ricorda pi?? Ora il popolo (SOVRANO) ? stato ri-sedato… dormir? ancora quanto basta per succhiargli fino all’ultima goccia… e i potenti hanno tirato un sospiro di sollievo: pericolo scampato!

    Sogni d’oro Italia!

    PS. Aggiungo soltanto che parlare della figura di Ges?Cristo oltre che un infinito atto d’amore ? stato un atto coraggioso… non sempre la gente ti prende sul serio quando parli di lui, a volte addirittura capita anche di essere derisi… Celentano questo lo sapeva benissimo, sapeva che avrebbe potuto scontentare qualcuno, ma non ha tradito quello in cui crede per vanit?. Avere il coraggio delle proprie idee anche quando corri il rischio che possano farti perdere consensi, non ? cosa facile? soprattutto nel mondo in cui viviamo dove piacere e apparire sono tutto! Ecco cosa mi ha insegnato Adriano: il coraggio delle proprie idee!

    Vi prego, se lo conoscete, mandategli i miei saluti e il mio GRAZIE!

    eliana esposito
    catania

  • rossana

    Bravo! Chiss? che non ci riesca tu ad arrivare al cuore della gente e far comprendere che cosa d’immensa portata ? stata l’Icarnazione di Ges?. Meno bene le critiche cos? forti ad Avvenire e Famiglia Cristiana, facile strumento in mano di chi vuole allontanare la gente dai Sacramenti; e senza Sacramenti l’uomo ? davvero povero. Del resto i cristiani non giudicano ma hanno dovere di fare apostolato, soprattutto da un palco dove ti ascoltano 16 milioni di persone. Coraggio e avanti! Questi tempi hanno bisogno dell’aiuto di tutti i credenti. Rossana Manfron

  • MICHELE FISCARELLI

    Caro Adriano, ho raccolto la tua richiesta di aiuto spirituale che hai fatto tramite la tua partecipazione a Sanremo, spero di poterti un giorno incontrare per comunicarti il percorso per ottenere la VITA ETERNA. Non devi avere paura perch? DIO ti ama talmente tanto che non permetter? che nessuno dei suoi figli si perda, tranne se lo vogliamo noi, perch? ricordati che il dono pi? grande che DIO ci ha fatto ? la libert? di scelta altrimenti saremmo stati dei robot. Pregher? per te e per la tua famiglia e che il SIGNORE nostro DIO che ? nei cieli possa riempire la tua vita e quella dei tuoi cari di enormi ed infinite benedizioni. Affida il tuo cuore a Ges?, lasciati guidare, proteggere e vedrai che la nostra vita cambia. Facciamo in modo che il nostro vivere non sia inutile e che il sacrificio di Ges? non sia stato vano. Il segreto di tutto ? l’amore, l’unico comandamento ? AMATEVI COME IO VI AMO. Passare dalla teoria ai fatti non possiamo farlo da soli ecco, dobbiamo chiedere con semplice umilt? il suo aiuto ed egli interverr?. Grazie per la possibilit? di dirti queste parole, vorrei parlarti pi? nel profondo di tante altre cose, se tu vorrai sono a tua disposizione. A presto, spero.
    Un abbraccio fraterno,
    Michele

  • FRA' FRANCESCO DE LA SALLE

    Carissimo Adriano,

    da circa tre anni sono il cappellano dell?Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli. Avrai anche tu sentito parlare degli ?O. P. G.? e della volont?, speriamo efficace, di chiuderli. Cos? si potr? togliere dalla societ? italiana una vergogna ereditata dal fascismo e cio? che i malati mentali autori di reato, pur assolti in tribunale per incapacit? di volere e intendere al momento del reato devono stare in carcere. Ci stanno sotto il titolo di misura di sicurezza, una pena non pena che, per via delle proroghe, pu? diventare un ?ergastolo bianco?. Talvolta si sta in O. P. G. per scemenze che avrebbero valso ad una persona sana di mente una semplice multa.
    Da mesi abbiamo un ragazzo, bravo a scuola, senza precedenti, incarcerato perch? trovato senza biglietto sul treno. Un altro ragazzo schizzofrenico, cittadino di un paese occidentale, sta da 18 mesi incarcerato in Italia, senza conoscerne la lingua. Reato: ha forzato una porta di casa per trovare un posto dove dormire! Bastava affidarlo ai servizi psichiatrici del suo paese di origine?

    Purtroppo gli O. P. G. sono stati gi? chiusi due volte per legge, ma queste leggi sono rimaste senza effetto. Infatti nessuno vuole queste persone e saperli dietro le sbarre a spese dello Stato ? molto comodo per certi servizi territoriali, per certa politica, per alcune famiglie.
    Quindi, in attesa del giorno beato in cui vedr? tutti i miei amici in una situazione migliore, assieme a tutto il personale, li curo il meglio possibile, riconoscendo in loro il volto di Cristo.
    In quanto cappellano parlo continuamente loro del paradiso, della risurrezione di Cristo, della sua promessa di asciugare ogni lacrima, li invito ad aver una vita spirituale, cerco di iniziarli alla preghiera, faccio tre incontri di catechesi alla settimana. So bene che la fede solleva le montagne e che siamo tutti pellegrini e forestieri in questo mondo.
    Ma so anche che ?la carit? delle parole ? resa credibile dalla carit? delle opere? (Giovanni Paolo II) e quindi la mia macchina ? il ciuccio che porta vestiti, scarpe, sigarette, prodotti per la toeletta, occhiali e tutto ci? che si pu?, con la carit? della gente e del Vescovo, e abbisogna loro.
    Oltre alle attivit? assicurate dall?Istituto cerco di aggiungere altro per rendere pi? umana la loro detenzione e lavorare al loro ricupero umano e psichico: organizzo passeggiate di un giorno, ho fatto entrare amici per fare un laboratorio teatrale con loro, faccio il giardiniere per rendere pi? bello l?ambiente, iniziamo oggi un progetto di Pet therapy con cani e spero di aver presto una voliera. Prima di Pasqua ci sar? un concerto di musica classica. La pastorale carceraria diocesana ha creato una serra con un orto accanto.

    Non ho dimenticato l?attivit? fisica e ho procurato dei pannelli di pallacanestro.
    Adesso ci troviamo di fronte ad un progetto pi? grosso e chiedo il tuo aiuto: il campo di calcetto ? totalmente rovinato dalle tane scavate da topi e talpe ed ? pericoloso giocarci.
    Abbiamo fatto fare un preventivo di campetto sintetico ad una ditta seria (tutto in regola e garanzia tecnica confermatami dall?ufficio tecnico di un Comune vicino a Napoli). Ho gi? raccolto 3000 ? anche grazie ad una compagnia teatrale amica che ha offerto in beneficenza il ricavato di una sua rappresentazione. Ma ci servono circa 20 000 ? e cerco tutti i mezzi per raggiungere questa somma.
    Nel caso di una chiusura dell?O. P. G. sappiamo che questo ambiente ritorner? ad ospitare detenuti comuni e lasceremo con questo campetto un ?fiore? utilissimo ai ragazzi ristretti che staranno l?.
    Vedi tu. Ho fiducia.

    Fra? Francesco de la Salle
    Cappellano Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli
    Via Roma verso Scampia, 350
    80144 ? Napoli
    e.mail: fratefrancescomaria@libero.it

  • rossana

    Bravo! Chiss? che non ci riesca tu ad arrivare al cuore della gente e far capire quanto ? immensa l’Incarnazione di Ges? e la Sua straordinaria portata nella vita di ognuno di noi. Meno azzeccata la critica ai giornali cattolici, facile strumento in mano a chi vuole allontanare la gente dai Sacramenti, e l’uomo senza Sacramenti ? povero davvero.

  • rossella

    caro adriano
    la tua presenza a SanRemo ha irritato solo i “cattivi”
    i “buoni”hanno gioito della tua presenza , tu dai a tutti noi la parola ed io ti ringrazio per questo .
    vorrei vederti e sentirti sempre,mi fai star bene .
    ti amo tanto
    p.s.sai una cosa? da quando ero piccola ed ora ho 50 anni ti chiamo”zio adriano”
    mi fa sentire pi? vicina a te
    ciao zio adriano sei meraviglioso!!!!!

  • franco franciosi

    GRAZIE per le sue parole dette al Festival di San Remo.La crescita della persone avviene spesso nelle diversit? di opinioni ,nel confronto e nel dialogo.I veri ignoranti sono coloro che non vogliono sentire o non vogliono dialogare.
    Spero dal profondo del cuore che non si fermi con i suoi dialoghi che giungono come il suono di un campanello alle persone che si stanno appisolando.

  • luca

    Come la penso io adriano?

    Sanremo ? il festival della canzone italiana (era direi) quindi non deve esserci nulla pi? che canzoni, eventuali ospiti musicali e ballerini. il resto comici compresi “non serve a nulla”.
    tutto il carrozzone invece per fare audience invita chiunque che straparla e mette in ballo gag… con la certezza di essere “fuori posto”.
    Carissimo pi? o meno potevi risparmiarti tutto… avresti dovuto solo cantare.
    anche se avessi parlato bene di qualsiasi argomento saresti stato da criticare (costruttivamente): tu sei un cantante “contro il sistema”, beh allora parla di cos’era il festival, critica come ? diventato e non fare proclami… ne sentiamo gi? troppi e sappiamo che valgono poco soprattutto se detti da persone che parlano di ci? che “sentono”… ma “conoscono”?

    e poi personalmente dico una cosa se ci proclamiamo cristiani la dobbiamo smettere di parlare “contro”. noi dobbiamo parlare “per” “in favore di…” ed essere consapevoli che la Chiesa ? Santa e Meretrice… quindi a cosa servono le tue invettive?

    Non ti ho capito e anche se ti avessi compreso ti avrei detto… non ? il luogo giusto, non hai il tempo opportuno e soprattutto chi sei per parlare senza qualcuno con cui dialogare?
    se fino a poco tempo fa ti lamentavi di qualcuno che cos? faceva (berlusconi), mi dispiace dirtelo ma ti sei sostituito a lui quasi completamente!

    dico questo con amarezza adriano… ma fortunatamente tra cristiani, c’? la correzione fraterna e spero tu capisca che quanto dico lo scrivo proprio per questo motivo.

    buona ricerca e chiss? che non ci incontriamo e ne parliamo a quattrocchi

  • Luca

    Caro Adriano,
    mi permetto di darti del tu perch?, pi? o meno direttamente, sei sempre stato a fianco della mia vita e di quella della mia famiglia. Sono cresciuto ascoltando i tuoi 33 giri e quelli di Battiato, dunque ritengo di essere capitato in una famiglia che di musica ne capisce 🙂

    Dopo quanto successo a S. Remo, le contestazioni (ingigantite dalla stampa ed organizzate ad hoc, ma che immagino ti abbiano lasciato molto amaro in bocca), e le polemiche spero tu abbia capito che, comunque, non sei solo. Anzi, dalla tua parte c’? proprio quella gente comune, onesta, umile, alla quale hai sempre parlato ed alla quale hai regalato emozioni incredibili attraverso le tue canzoni. Parole che hanno toccato il cuore e l’anima delle persone.

    Ci sono due verit? che emergono da tutta la vicenda, a mio modo di vedere:
    1. l’Italia e gli italiani sono cambiati. Non in meglio, purtroppo. Non tutti, si intende. Ma siamo (mi ci metto pure io in mezzo), diventati pi? aridi dentro, pi? sordi alle grida e pi? ciechi a ci? che ci circonda. Siamo sempre pi? rinchiusi in noi stessi o fervidamente occupati a curare il nostro orticello. Pronti a scannarci per un parcheggio rubato o per un sorpasso subito. I valori veri sono stati spazzati via da quella cultura che tu denunciavi 30 anni fa. Siamo tutti omologati e mi sembra quasi di rivedere l’inizio di un famoso cartone animato giapponese, Capitan Harlock, in cui veniva raccontata una societ? che viveva felicemente “narcotizzata” ed ignara di ci? che le accadeva attorno. Purtroppo il mondo delle comunicazioni, dei mass media, delle lobby e dei cosiddetti “poteri forti” ha narcotizzato noi e coloro che ci stanno attorno. Non abbiamo neppure pi? la forza o la voglia di indignarci. Tu, invece, da Uomo Libero quale sei, lo hai fatto. Per questo hai sempre fatto parlare di te. Sono parole come le tue che parlano alle coscienze e che smuovono dentro, che suscitano indignazione non verso ci? che dici, ma verso coloro che “attacchi”. Ti fanno aprire gli occhi.

    2. La capacit? di far vedere le cose come NON sono da parte della stampa. Erano tutti li, pronti con il fucile imbracciato e carico, non a salve, ma a pallettoni. Sembrava non aspettassero altro e che si fossero preparati dal giorno stesso in cui hai annunciato la tua presenza al Festival. Fino al giorno prima, nessuno si interessava di quanto hai guadagnato, quanti e quali siano i tuoi possedimenti. D’altronde, nessuno si interroga di quali siano i ricavi di altri artisti. Invece da quando sono iniziate a filtrare indiscrezioni sul tuo compenso, ecco la prima raffica. Sono riusciuti a criticare e fare polemica anche sulla beneficienza. Seconda raffica. Io mi chiedo: ma il compenso di altri artisti che sono venuti a S. Remo perch? non ha sollevato la stessa “indignazione”? Perch? nessuno apre bocca sui soldi che prendono determinati giornalisti per fare “spettacolo” sulle disgrazie altrui? Anche il loro stipendio viene pagato con i soldi che paghiamo attraverso il canone! Per non parlare dei politici per i quali, immagino, venga riconosciuto un gettone presenza o, se cos? non fosse, siamo comunque costretti a sobbarcarci i costi di trasferta. Che schifo! Quanta malafede, quanta invidia, quanta pochezza morale e quanta assenza di valori. Soprattutto: quanto becero allineamento a 90?. I giornalisti erano persone che raccontavano i fatti. Oggi li commentano. I giornalisti facevano indagini, inchieste, entravano dentro i problemi, offrivano chiavi di lettura diverse. Oggi propongono alla nausea la linea dell’editore.

    Io capisco, lo si evince anche nei testi delle tue canzoni, la tua indignazione. Perch? ? l’indignazione di un Uomo che ha conosciuto la Libert?, quella vera, quella con la “L” maiuscola. Oggi, noi non siamo liberi anche se siamo convinti di esserlo. Siamo cavie etichettate, marionette in mano alle grandi multinazionali che ci proponano ogni genere di inutilit? facendoci credere che sia indispensabile per un’esistenza felice. Tu e le persone della tua generazione avete conosciuto la felicit? e la libert?. Tu hai il coraggio di gridare queste cose. Tu hai il coraggio di cambiare, e ti sei fatto avanti. I cecchini erano li, ad aspettarti. Noi, per?, saremo il tuo scudo, perch? i tuoi valori sono i nostri, i tuoi pensieri i nostri, la tua voglia di cambiare la nostra.

    Spero tu possa continuare ad usare questo spazio per parlare con chi vuole ascoltarti, per chi ti ammira come Uomo, come cantante e per chi vuole cambiare.

    Grazie di esistere.

  • Mary

    mi dispiace tanto constatare che il blog ? la solita finta faccia di un Italia che sfrutta l’ingenuit? dei poveri… ma dato che se pur in disgrazia…. scema non lo sono ancora. Diffonder? volentieri l’esempio della censura che mi avete fatto su questo blogper ben due volte io non sono uno spam. Se scrivevo una sviolinata per il Celentano avreste accettato! Con che coraggio credete che si possa continuare ad ingannare la gente complimenti hai dimostrato perfettamente che anche le tue sono le solite PAROLE, sempre se ne sei al corrente, se no chi dirige questo blog cancellando ti sta facendo una pessima fotografia.
    Metter? tutto questo nel mio sito, perch? questo schifo deve finire, meglio soli che circondati da tutta questa melma!

  • Giuseppe Gulino

    Ciao Adriano,
    non trovo le parole adatte per lodarti, ti meriti 110 e lode, posso pero dirti due cose, Primo : perche sei un uomo di grande fede e coraggio, qualita che oggi poche persone dimostrano di avere.
    Secondo: hai fatto una cosa che solo tu potevi permetterti di fare.
    Per noi che ti abbiamo capito, grazie !!!!!
    Per tutti gli altri. MATTEO CAP. 7, VERSETTO 6.
    Un abbraccio da I FULMINI.
    Tuoi grandi ammiratori !

  • Stefania86

    Caro Adriano, il 2 dicembre scrissi: molte persone DEVONO sentire ci? che solo una persona come Te pu? dire, anche con i Tuoi silenzi? Milioni di spettatori potrebbero imparare a muoversi verso il BOOM DELLA BELLEZZA grazie a Te! ?Bisogna far qualcosa!!!!!?.
    In questi giorni mi sono resa conto, ancora una volta, che non c’? peggior sordo di chi non vuol sentire!! Hanno strumentalizzato le tue parole perch? la cruda verit? fa male.
    Personalmente, TI RINGRAZIO! Io credo in Dio ma una visione cos? concreta della Fede e del Paradiso non l’avevo ancora maturata.
    Ho rivisto pi? volte il video della serata di sabato. Ho notato amarezza nel tuo sguardo e temo che il tuo ritorno in televisione non sar? a breve e, se cos? fosse me ne dispiacerebbe tantissimo! Mi auguro che, nonostante queste critiche potremo presto avere l’onore di poter ascoltare la tua voce!

  • Iacono Don Stefano

    Caro Adriano GRAZIE DI CUORE per la tua MERAVIGLIOSA testimonianza???. ce ne fossero tanti, di uomini e donne di spettacolo che ci richiamassero al VALORE SUPREMO di questa vita??.GESU’ IL SALVATORE DEL MONDO E L’ANNUNZIO DEL REGNO DEI CIELI??di chi ti critica?..bhe??.ti rispondo con una frase di Ges???.”non ti curar di loro ma guarda e passa”??..NON MOLLARE MAI?..se mi posso permettere?..quando puoi??leggiti il secondo capitolo del libro del Siracide??.io??..quando sono nella prova e nell’incomprensione di questo mondo lo leggo sempre e mi da nuova forza??.SE DIO VORRA’ SPERO UN GIORNO DI CONOSCERTI DI PERSONA??..ALTRIMENTI??.ARRIVEDERCI UN GIORNO IN PARADISO. DIO TI BENEDICA E LA MADONNA CARA TI ACCOMPAGNI. TI VOGLIO BENE, D. STEFANO??povero prete di campagna??.

  • Angela

    Caro Adriano Siamo due ragazzi di 63 anni Ti vogliamo dire
    che il festival di Sanremo 2012 l’hai vinto tu
    baci anzi 24 mila baci
    caio Angela e Pietro Napoli

  • Fortunato

    IL MESSAGGIO CHE VOLEVI LANCIARE TI E’ RIUSCITO A META’!
    QUANDO PARLI DI GESU’ IN TELEVISIONE E PER DI PIU’ A SANREMO….E’ MOLTO DIFFICILE MA TU CI SEI RIUSCITO!!!!

    SAI QUANTI FRATELLI E SORELLE HAI AVVICINATO A DIO E GESU’??????? TANTISSIME!!!!!!!!

    LO SPIRITO SANTO TI RINGRAZIA COME TU RINGRAZI LUI E APPENA PUOI PARLA SEMPRE DI LORO ANCHE CON LE LE CANZONI…..GESU’ IN TE HA BISOGNO DI TE COSI’ COME TU HAI BISOGNO DI LUI CHE E’ IN LORO…..

    AMEN

  • Stefano

    Ciao Adriano sei un grande. Hai fatto un capolavoro con il tuo ultimo album.
    So che non hai bisogno del mio sostegno ma le tue parole purtroppo non vengono spesso capite. La gente vive in una situazione di apatia e routine.
    Ti abbraccio. Grazie

  • patrizia

    Quando Celentano ha parlato io da casa mi sono alzata dalla poltrona ed ho fatto un lungo applauso, perch? Celentano rappresenta il popolo ed ? uno del popolo. . .mi piace da quando avevo sei anni. . .quello che ha fischiato ? un Coglione come quelli che hanno organizzato i fischi, ma quei fischi erano per loro stessi, corrotti e servi del male.

  • filippo

    LETTERA APERTA A CELENTANO

    Illustre Celentano,
    le scrivo tutta la mia ammirazione per quello che ha detto sul palco dell’Ariston nelle serate del festival della canzone.
    Non e sar? certamente di nessun vantaggio la dichiarazione di un povero parroco di periferia che conta come il “due di picche” in una partita di scopa, ma almeno sa che c’? una moltitudine silenziosa che, come me, lo apprezza.
    Non condivido tutto ad occhi chiusi; ad esempio, secondo me ha esagerato el dichiarare che “Avvenire” e “Famiglia cristiana” andrebbero chiusi. Ma mi trovo pienamente d’accordo l? dove afferma che noi preti non sappiamo predicare, o perch? abbiamo contenuti confusi, o perch? non sappiamo usare i microfoni, o perch? abbiamo impianti fatiscenti.
    Mi ? piaciuto in modo tutto particolare il suo appello a parlare di Ges? Cristo e della Vita eterna e soprattutto il suo coraggio a proclamarlo davanti ad una platea di quindici milioni di ascoltatori, in una cornice cos? inusuale anche se non estranea a messaggi di questo genere.
    Mi dispiace che sia stato criticato anche da esponenti della chiesa che, a mio avviso, si sono lasciati condizionare pi? dalle accuse ricevute che non dal prezioso contributo da Lei offerto.
    Parlando coi miei parrocchiani sul modo e i suoi contenuti del suo intervento, ne ho trovati molti in sintonia con Lei, e positivamente meravigliati che nel mondo dello spettacolo ci sia spazio per questi messaggi cos? forti ed essenziali. Mi auguro che Lei non si scoraggi e non ceda comunque alla tentazione di considerare la chiesa una “matrigna”. Io amo questa chiesa alla quale appartengo, anche se no sempre tutti gli uomini e le donne che la compongono sanno capire e valorizzare subito le provocazioni dello spirito.
    E comunque sempre una Madre che sa recuperare con l’abbondanza del cuore di Dio la povert? delle sue risorse umane.
    Rinnovandole la mia ammirazione e la mia riconoscenza le auguro ogni bene.
    Don Camillo

    P.S. questa mia lettera aperta le verr? inviata tramite posta alla sua casa discografica.

  • Hishiro

    “Fare contento pape0? Fallo uricnace con in sottofondo un disco dei Clash e la partita del Toro…” io ho aggiunto e con te Nena.Caro Gianni ma qualche volta leva il culo dalla bici e vieni con noi in furgone a farti una data, cosec distruggiamo sto mito e ci vedi belli belli come siamo e chiacheriamo e poi magari si scrive qualcosa per il 2010.Ti va?

  • foued daouas

    SONO DAOUAS FOUED

  • laura

    caro adriano celentano io sono laura ricciarini ho la sindrome down ho 44 mi piacerebbe conoscerti di persona perche ti voglio tanto bene anche perche mi dispiace tantissimo per la scomparsa del nostro tenero amico del cuore lucio dalla ti sono molto vicino aspetto tue notizie la tua amica del cuore laura ricciarini

  • giorgio coradeschi

    Caro Adriano,
    capisco che non c’entra niente con l’articolo sopra ma scrivo per sapere se ? possibile trovare/acquistare le basi dei brani rock ‘n roll che hai cantato durante le tua apparizioni a Sanremo 2012; sono un musicista a cui piace da morire tale genere, l’arrangiamento con orchestra ? stato favoloso, avrei voluto far parte dell’orchestra ed allo stesso tempo cantare insieme a te!
    Spero di avere qualche indicazione.
    Un grande saluto
    Giorgio (pianista e “one band man”

  • Salvatore Armando Santoro

    Dolce stella

    Scritta da: Salvatore Armando Santoro
    e pubblicata sul portale http://www.poesieincalce.com

    Dolce stella splende in fondo al cuore
    ma non so se pi? si chiami amore
    t?ho rivista ancora ieri sera
    ma non so se fosse una preghiera
    batte forte il cuore sto piangendo
    lentamente si, io sto morendo,
    che mi serve vivere e sognare
    se il tuo viso non potr? baciare,
    cerco un angolo di pace
    dove il cuore alfine tace.

    Sulle corde delle onde suoner?
    un concerto dedicato a te,
    con il vento te lo porter?
    la musica ascolterai con me
    torna amore, torna se puoi,
    dimentica il rancore che c?? stato
    tutto si pu? fare se lo vuoi
    anche il dolore pu? esser cancellato.

    Sulle ali del tempo indietro torner?,
    rivedr? le tue mani sul mio viso
    la tua pelle ancora liscer?
    risentir? il tuo semplice sorriso
    la tua felicit? del primo incontro,
    le fughe nella notte in mezzo alla bufera
    e aspetter? di nuovo che la sera
    nasconder? il mio pianto e la tristezza.

    Dall?alto della solita collina
    guarder? ancora una finestra illuminata
    attender? che l?ora sia vicina
    per rivederti dolce e appassionata.

    Non m?importa se ancor dovr? soffrire
    non mi importa se si spacca il cuore
    tanto si sa che io dovr? morire
    ma non negarmi quel tuo dolce amore
    anche se ancora produrr? nuovo dolore,
    anche se ancora porter? del pianto
    mi manca, amore, mi manca ancora tanto.

    Salvatore Armando Santoro
    (Donnas 6.3.2011 ? 10,02)
    santoro3000@alice.it
    http://www.poetare.it/santoro.html

    …questo ? pi? un testo per una base musicale che una poesia….

  • Salvatore Armando Santoro

    Nella vita non bisogna mai esagerare. A volte si rischia di cadere nel banale e si ottiene un risultato opposto a quello che si vuole raggiungere. La “massa” non ? preparata alle sparate e spesso non capisce!

  • Andrea

    so nicely, these draems don’t seem to want to be pinned in the real world. It seems to me that they were designed to be forgotten as if they reveal some really deep and profound secrets about the self and human existence thatwe’re not quite ready to handle in real life.Perhaps a part of me doesn’t want to go there.I once had a dream that helped me resolve a personal issue that was eating away at me. The solution in the dream involved doing something quite unethical which I clearly remembered. That morning I did what the dream told me to do and lo and behold got the information to resolve the dilemma.I never quite felt right about that.So I’m not so certain I want to delve into these draems so much. I’m not sure they always reveal the side of my self I want to see or be!!Now sometimes they do with the beautiful music and poetry and prose. That might be nice to capture via a journal.

Post A Comment

4 × 1 =